Home Cani Salute dei Cani Si può dare la tachipirina al cane? Rischi e benefici di questo...

Si può dare la tachipirina al cane? Rischi e benefici di questo farmaco

Quando il nostro cane sta male, a volte non riusciamo a pensare ad altro che a farlo star bene. Magari facendo errori: la Tachipirina al cane può essere utile o dannosa?

Si può dare la tachipirina al cane?
Si può dare la tachipirina al cane? (Foto AdobeStock)

Ci sono padroni che in caso di problemi di salute dei loro animali domestici, hanno la brutta abitudine di usare con tranquillità i farmaci solitamente somministrati agli umani, anche per i loro pelosetti. Ma non bisogna farlo se non sappiamo cosa stiamo facendo, perché molti farmaci possono mettere a rischio la salute – e a volte la vita – del nostro animale domestico. Paracetamolo, ibuprofene, aspirina, sono sostanze pericolose, quindi anche dare la Tachipirina al cane potrebbe avere ripercussioni negative. Ecco qualche informazione su questo farmaco e sugli effetti collaterali.

Lasciamo fare agli esperti

veterinario e shar-pei
Il veterinario è l’unico che può somministrare correttamente i farmaci. (Foto Adobe Stock)

Anche se sembra scontato, è meglio sottolineare che solo i veterinari possono prescrivere farmaci ai nostri amici pelosi. Non pensiamo con sufficienza, che un farmaco per esseri umani sia adatto anche per i cani. Certo, alcuni farmaci contengono principi attivi utili sia a curare le persone che gli animali, ma abbiamo sempre bisogno di un controllo da parte del veterinario, che sa specificare metodi e quantità dell’assunzione, e prescriverlo nel modo più adatto per il nostro pelosetto.

Anche farmaci apparentemente innocui, come il paracetamolo (la Tachipirina, appunto), possono essere pericolosi se assunti in maniera incorretta. Infatti, i medicinali hanno effetti diversi a seconda che li prenda un umano o un cane. Questo perché i vari organismi li metabolizzano e li eliminano in maniera diversa.

Inoltre, anche supponendo che un cane e una persona possano prendere lo stesso farmaco, non è detto che la stessa dose sia adatta per entrambi: come già detto prima, verrà metabolizzato in maniera diversa. Quindi, possiamo dare la Tachipirina al cane? Sì, ma sotto stretto controllo del veterinario.

La Tachipirina al cane: sì o no?

Cane ideale
Non dobbiamo sottovalutare l’uso di farmaci comuni per noi umani. (Foto Unsplash)

Il paracetamolo (nome generico della Tachipirina) è un farmaco solitamente presente in tutte le case. Ha rari effetti collaterali, si può comprare senza bisogno di prescrizione, viene usato in molti casi: dall’uso come analgesico – per lievi dolori – fino all’uso in caso di febbre, come antipiretico. Questa sua grande versatilità ci può portare a usarlo spesso anche senza pensare che può avere effetti collaterali anche per noi umani.

Tenendo a mente queste informazioni, dobbiamo ancora più capire quanto non sia un farmaco adatto in tutti i casi (e in tutte le somministrazioni) per i nostri cani. Proprio perché è una sostanza che verrà metabolizzata dalle varie specie in modo diverso, nei cani potrebbe portare problemi al fegato, e altri effetti collaterali da non sottovalutare. In ogni caso, è sempre meglio rivolgerci al nostro veterinario per una somministrazione specifica per il nostro cane, con dosi e modalità adatte al suo corpo. Anche le tempistiche sono importanti, un esperto solo saprà aiutarci a capire per quanto tempo dare la Tachipirina al cane senza ripercussioni.

Gli effetti collaterali

Prevenire l'ansia da separazione del cane
Il cane può mostrare sintomi di intossicazione da paracetamolo. (Foto Unsplash)

Se diamo la Tachipirina al cane senza prescrizione del nostro veterinario, potremmo causare una serie di conseguenze anche gravi, se non letali. I sintomi dell’intossicazione da paracetamolo nel cane sono:

  • Anoressia
  • Debolezza
  • Dolori addominali
  • Vomito
  • Salivazione
  • Difficoltà a respirare
  • Depressione

Se pensiamo che il nostro cane abbia ingerito per errore la Tachipirina, o se l’abbiamo somministrata noi e notiamo questi sintomi, portiamo il nostro pelosetto immediatamente dal nostro veterinario. Il pericolo principale tra le controindicazioni del paracetamolo per i cani sono i problemi al fegato, ma anche l’emolisi (la rottura accelerata dei globuli rossi).

La bile e l’emoglobina che hanno origine da questa rottura, si accumulano all’interno dell’organismo, causando un colore giallognolo nelle mucose (detto ittero), e l’urina del cane diventa di colore marroncino per l’elevata concentrazione di emoglobina. A seconda dei casi, il veterinario indicherà il trattamento migliore, solitamente tra indurre il vomito, effettuare una trasfusione di sangue (nei casi più gravi) o somministrare una soluzione fisiologica. Se l’intossicazione è veramente grave, c’è anche il rischio di morte: questo dovrebbe farci capire quanto è importante non usare medicinali in modo così irresponsabile.

Quando dare la Tachipirina

La carezza al cane timido (Foto Twitter)
Il veterinario sa indicarci come somministrare i farmaci. (Foto Twitter)

Sempre dopo aver consultato il veterinario, possiamo dare la Tachipirina al cane con le seguenti precauzioni:

  • Curare il cane dopo aver consultato necessariamente il veterinario, e mai dare farmaci per esseri umani senza che vengano prescritti dal dottore.
  • Durante le cure, seguiamo sempre scrupolosamente le indicazioni del veterinario riguardo la durata, dosi, somministrazione del farmaco.
  • Tenere i medicinali lontani dalla portata del nostro cane.
  • Se sospettiamo che il nostro cane abbia ingerito una quantità elevata di paracetamolo, portiamolo subito al pronto soccorso veterinario o dal nostro veterinario di fiducia.

Nonostante in questo articolo abbiamo indicato delle informazioni riguardanti l’utilizzo per gli animali domestici della Tachipirina, è assolutamente necessario che venga prescritta dal veterinario e che non somministriamo mai in autonomia questi farmaci per umani ai nostri amici a quattro zampe.

Potrebbe interessarti anche:

Fabrizio Burriello