Home Cani Salute dei Cani Malattie del Mudi: patologie che possono colpire questa razza

Malattie del Mudi: patologie che possono colpire questa razza

Le malattie del Mudi: le patologie specifiche che possono colpire questa razza di cane ungherese e quelle comuni in tutti i cani.

Mudi adulto con cucciolo
Mudi adulto nero con cucciolo bianco. (Foto AdobeStock)

Nell’articolo di oggi, cercheremo di fornirvi tutte le notizie importanti sulle malattie del Mudi.

Si tratta di una razza di cane selezionata nel 1966, dalle origini spontanee, a differenza di molte altre razze, in quanto nessuno ha ricercato o selezionato appositamente esemplari, per arrivare a questo risultato.

Conoscere anticipatamente le problematiche di salute che possono manifestarsi in questa razza è fondamentale per poter intervenire in modo tempestivo e aiutare il vostro amico a quattro zampe.

Vediamo, quindi, le principali malattie del Mudi, tutte le patologie che possono colpire la razza.

Malattie del Mudi

Prima di iniziare la convivenza con il vostro amico a quattro zampe di razza Mudi, è buona norma prendere informazioni sulle malattie che possono colpirlo.

Mudi bianco
Mudi con problemi di salute. (Foto AdobeStock)

Per capire quali possono essere i suoi punti deboli, è bene partire dalle caratteristiche e conoscere anche il suo stile di vita.

Il Mudi è un cane di taglia media, molto forte, ben proporzionato, armonioso e con i giusti rapporti tra arti, corpo, testa. Misura circa 37-40 cm al garrese per un peso di circa 11-13 kg.

Attualmente, è consigliato come cane da guardia e da compagnia, ma si dimostra un valido atleta per l’Agility dog e spesso poi è utilizzato anche nella caccia al cinghiale e alla grossa selvaggina.

Tuttavia, grazie alla taglia e alla tipologia di pelo, è adatto a vivere in appartamento, purché sia fatto sfogare il suo istinto di pastore.

A parte questa esigenza, si tratta di una razza con pochi problemi di salute, ovvero: displasia dell’anca; del gomito e cataratta.

Displasia dell’anca

La displasia dell’anca nel cane è una patologia ereditaria e colpisce per lo più esemplari geneticamente predisposti di taglia media, grande e gigante.

La patologia è una delle più diffuse nel cane e si manifesta già durante la fase di sviluppo del cane e che consiste essenzialmente in una mancata congruenza articolare, ovvero quando il femore si posizione scorrettamente nella cavità dell’anca dell’animale.

Può causare un andamento zoppicante e dolore intenso nel cane e ciò può presentarsi solo da un lato (monolaterale) oppure in entrambi (bilaterale).

La displasia dell’anca del cane è riconoscibile tramite lo studio radiografico precoce, nei casi più gravi è possibile intervenire chirurgicamente.

Mentre, la terapia conservativa e la terapia farmacologica si applicano nei casi di soggetti con displasia lieve o nei cani oramai adulti.

Displasia del gomito

La displasia del gomito ha spesso una origine genetica ed è quindi necessario un attento monitoraggio radiografico preventivo già a partire dalle 14 alle 20 settimane di età.

La patologia si manifesta con lo sviluppo anormale delle ossa dell’articolazione del gomito del cane. Le razze più colpite sono quelle di taglia media, grande e gigante.

Tale condizione, causa: dolore, zoppia e danno articolare nonché osteoartrosi.

Una diagnosi rapida, seguita da un trattamento efficace, garantisce al paziente un netto miglioramento del quadro clinico.

La malattia si cura con differenti trattamenti in base al momento della diagnosi e alla gravità della patologia.

Il veterinario per trattare la displasia del gomito nel cane, effettuerà la prescrizione di farmaci antinfiammatori non steroidei, accompagnati da un rigoroso riposo.

Se il cane presenta dolore e se sono evidenti frammenti cartilaginei o ossei intra-articolari è consigliabile la rimozione per via artroscopica o artrotomica.

In alcuni casi, oltre che la somministrazione di integratori alimentari e/o piante medicali, è possibile eseguire fisioterapia e/o osteopatia per cani.

🐾💖 SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 🐶🐱

Cataratta

La cataratta nel cane non sempre è un disturbo ereditario, nella maggior parte dei casi, si verifica con l’invecchiamento dell’animale, ma anche la cattiva alimentazione o anche il diabete nel cane.

La cataratta, si manifesta con l’offuscamento della lente, che oscura la visione dell’animale che prima era nitida.

Tramite un intervento chirurgico, rimuovendo il cristallino e sostituendolo con un cristallino di plastica, è possibile curarla.

Potrebbe interessarti anche: Razze di cani ungheresi: ecco quali sono i cani originari dell’Ungheria

Malattie comuni nei cani: le principali

Come tutto il resto dei cani, anche il Mudi può essere vittima di malattie comuni.

Le patologie principali dei cani in genere, possono essere:

  • Rabbia;
  • Otite;
  • Micosi;
  • Diarrea;
  • Costipazione;
  • Congiuntivite;
  • Ascesso;
  • Allergie;
  • Parodontite;
  • Leishmaniosi;
  • Leptospirosi.

Queste appena elencate sono tutte malattie comuni nei cani e che quindi possono colpire anche il vostro Mudi.