Home Cani Salute dei Cani Prendersi cura del pelo del Pastore del Caucaso: la toelettatura

Prendersi cura del pelo del Pastore del Caucaso: la toelettatura

Prendersi cura del pelo del Pastore del Caucaso a prescindere dalla lunghezza del mantello. Vediamo anche come spazzolarlo e fare il bagno.

pastore del caucaso
(Foto AdobeStock)

Il Pastore del Caucaso è una razza canina di taglia grande, con un mantello che può essere maculato, pezzato o completamente bianco (gli esperti sostengono che il nero sia un grave difetto estetico).

Il mantello è colorato da varie sfumature di grigio, rossiccio e paglia, al tatto risulta ruvido e dritto, con un sottopelo folto. Esistono tre varietà di pelo nel pastore del Caucaso: a pelo corto, a pelo lungo con criniera e a pelo lungo senza criniera.

Scopriamolo insieme nei prossimi paragrafi, come prendersi cura del pelo del Pastore del Caucaso.

Prendersi cura del pelo del Pastore del Caucaso

pastore caucasico
(Foto AdobeStock)

Generalmente il cane è un animale abitudinario, ragion per cui per rendere le situazioni familiari e non stressanti occorre stabilire una routine in modo tale che l’animale si mostrerà più accondiscendente e pacifico o per meglio dire più rassegnato alla cosa.

Nel caso del Pastore de Caucaso parliamo di un cane dal carattere particolare, difficilmente si rassegna a ciò che gli viene imposto.

Un’altra particolarità di questo cane è che subisce un forte cambiamento caratteriale nel passaggio da cucciolo ad adulto e ciò non aiuta a stabilire una routine.

Bensì occorre stabilire un buon rapporto e cercare di predominare sul carattere del cane ma senza usare i modi violenti.

La spazzolatura

Una cura adeguata e specifica per il mantello del Pastore del Caucaso prevede una consapevolezza della lunghezza, del volume e dello stato del pelo del cane.

Occorre perciò avere una buona attenzione versa la toelettatura del mantello del nostro Pastore. Come abbiamo precedentemente accennato esistono tre varietà di pelo nel pastore del Caucaso: a pelo corto, a pelo lungo con criniera e a pelo lungo senza criniera. Il mantello in ogni caso risulta fitto e dritto.

Gli esperti comportamentali suggeriscono idi abituare il cucciolo alla spazzolatura quotidiana per iniziare a familiarizzare con pettini e accessori utili al fine di eliminare pelo morto che possiamo ritrovarci ovunque in casa.

Inoltre suggeriscono anche di stabilire un giorno e un orario preciso in cui creare questa routine con il proprio amico a quattro zampe, ciò sarà utile anche a rinforzare e rinsaldare il rapporto tra padrone e animale.

La spazzolatura del Pastore del Caucaso deve essere effettuata usando un pettine a denti larghi per districare il pelo, poi un pettine a denti fitti e uno spazzolino a setole lunghe.

Questo cane deve essere spazzolato almeno una volta ogni 10 giorni nel caso di pelo corto o medio, mentre la varietà a pelo lungo invece necessita di una pettinata quotidiana, poiché si potrebbero creare dei nodi da eliminare solo con il taglio.

Di seguito alcuni suggerimento su come spazzolare il pelo del Pastore del Caucaso:

  • spazzolare partendo dal collo o dal garrese verso la coda;
  • spazzolare sempre nel verso del pelo e mai contro pelo;
  • spazzolare delicatamente le aree sensibili come: testa, orecchie e collo;
  • eliminare principalmente pelo morto;
  • usare un cardatore o un asciugamano umido per rimuovere la forfora e il pelo morto;
  • premiare il cane con piccoli snack.

Un consiglio degli esperti è quello di tenere ben ferma la testa del can, in modo tale che anche il resto del corpo rimarrà più fermo.

Potrebbe interessarti anche: Pulire le orecchie al cane: prodotti, rimedi e passaggi da seguire

Il bagnetto

Come tutti ben sappiamo non è possibile effettuare il bagnetto al cane quando è ancora troppo piccolo, soprattutto se intendiamo farglielo non appena lo porti a casa dall’allevamento.

Da quel momento occorre far trascorrere qualche mese, meglio ancora se si aspetta la bella stagione per poterlo lavare.

In ogni caso se partiamo dal presupposto che un cane deve essere spazzolato nei modi e nei tempi dettati dal tipo di pelo e si rispettano queste indicazioni, il cane non necessiterà di bagnetti così frequenti.

Ad ogni modo per poter effettuare il bagnetto al Pastore del Caucaso occorre utilizzare prodotti specifici e non lo shampoo o bagnoschiuma che utilizziamo per noi o per i bambini.

Questo perché potrebbero rovinare il mantello e le sue funzioni, oltre alla possibilità di provocare irritazione alla pelle del cane.

La persona più adatta a suggerire i prodotti più indicati resta sempre il veterinario o negozianti specializzati nella vendita di prodotti specifici per l’igiene degli animali.

Di seguito alcuni consigli per lavare e prendersi cura del pelo del Pastore del Caucaso durante il bagno:

  • utilizzare dei batuffoli di cotone dai introdurre nelle orecchie del cane per evitare che entri acqua;
  • partendo dalla testa, bagnare il mantello con acqua calda ma non caldissima;
  • insaponare dal collo alla coda;
  • il muso meglio lavarlo con le mani;
  • evitare di innervosire il cane spruzzandogli acqua con il soffione della doccia;
  • sciacquare dal collo alla coda;
  • appena chiusa l’acqua il cane inizierà a scuotersi;
  • non dimenticare di togliere i batuffoli dalle orecchie e di asciugare anche sotto le zampe;
  • prendere degli asciugamani e tamponate;
  • asciugare con il phon fino a che non risulterà totalmente asciutto.

 Potrebbe interessarti anche: Infezioni alle unghie del cane: sintomi, cause e trattamento

Le attenzioni

Nel caso del Pastore del Caucaso essendo un mantello alquanto impegnativo e anche una struttura fisica possente, il consiglio che ci sentiamo di darvi è di lasciar curare il pelo del cane da un negozio di toelettatura specializzato in cani di taglia grande.

In questi negozi gli addetti professionisti si potranno occupare anche delle unghie del cane che possono essere tagliate solo da personale esperto, onde evitare di ferire il cane.

Occorrerà procedere molto lentamente al taglio, in quanto ogni cane anche quello più tranquillo all’inizio cercherà di opporsi.

Nel caso del Pastore del Caucaso è quasi certo che ciò avverrà, anche con una certa impulsività e aggressività.

Raffaella Lauretta