Home Cani Salute dei Cani Prurito anale nel cane: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Prurito anale nel cane: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Prurito anale nel cane, un disturbo che può aggravare la sua salute. Vediamo, qui, quali sono le cause scatenanti, i sintomi tipici e il trattamento previsto per fido.

Prurito anale nel cane
(Foto Unsplash)

Sono tanti i segnali che l’amico a quattro zampe ci invia quando non sta bene o soffre per un problema di cui non si è ancora a conoscenza. Il rapporto di amicizia e stima che si crea con il proprio fido si basa sull’attenzione reciproca ed è bene stare attenti ai suoi movimenti e al suo sguardo, ogni giorno. Vediamo, in questo articolo, in cosa consiste il prurito anale nel cane e come comportarsi a riguardo.

Prurito anale nel cane: cause e sintomi tipici

Parliamo di un disturbo molto comune nell’amico fido e che non va mai sottovalutato, perché potrebbe sviluppare ulteriori conseguenze gravi. Leggiamo, nello specifico, quali sono le sue cause principali e con quali sintomi si manifesta nell’animale domestico.

Il prurito anale del cane
(Foto Pexels)

Si è sempre preoccupati per la salute generale del caro e fedele amico a quattro zampe. In continua tensione che gli possa accadere qualcosa di brutto o che possa ammalarsi.

Bau ha bisogno, ogni giorno, di esprimere la sua natura e di rapportarsi con il mondo intorno a lui, facendo esperienze con i suoi simili, a contatto con il territorio in cui vive.

Può accadere, però, che fido inizi a manifestare dei segnali di sofferenza e, allora, occorre farsi trovare pronti e aiutarlo nel meglio delle nostre possibilità.

Un disturbo comune che può affliggerlo è il prurito anale nel cane, problema che può compromettere la sua salute se non diagnosticato e curato in tempo.

Il peloso con il prurito rettale per più di alcuni giorni, insieme ad altri sintomi che vedremo, necessita della ricerca della causa scatenante, per scoprire se è legato ad altri disturbi importanti.

Le cause principali del prurito anale possono essere diverse. Può essere riconducibile ad allergie nel cane o allergia alle pulci. Così come potrebbe trattarsi di infezioni alle ghiandole anali o di problemi alle sacche.

Questi problemi, inoltre, sono più diffusi nelle razze di cani che restano piccoli ed anche nei Labrador, Pastori tedeschi e nei Barboncini.

Altre cause del disturbo

Il prurito anale nel cane può essere causato anche da altri problemi, quali:

I sintomi tipici del prurito anale nel cane

Per fortuna, i sintomi di questo disturbo nell’animale sono molto evidenti così come i suoi comportamenti legati ad esso. I sintomi a cui prestare attenzione sono i seguenti:

Potrebbe interessarti anche: Prurito alle orecchie del cane: possibili cause e tutti i rimedi

Fido e il suo disturbo: diagnosi e trattamento

Diagnosticare la causa del prurito anale nel peloso domestico può essere complesso. Sarà necessario sottoporre a controllo il cane e il suo veterinario dovrà porre alcune domande importanti circa la sua salute e proporre la cura. Continuiamo a leggere qui.

La malattia nel cane
(Foto Pixabay)

In cado di sospetto prurito anale del cane, il suo veterinario deciderà di sottoporlo ad un esame fisico completo e si dovrà rispondere a domande importanti per la diagnosi, come la durata del prurito e se esso è costante.

Inoltre, il medico vorrà sapere della sua alimentazione nell’ultimo periodo, se il prurito riguarda altre zone del corpo e se si sono manifestati altri sintomi.

Nel caso in cui fido non fosse collaborativo sarà necessario sedarlo, poiché il dolore intenso renderebbe difficile sottoporlo ad alcuni esami specifici, come l’esame rettale.

Il medico verificherà la presenza o meno di infezioni alla pelle, gonfiori anomali. Se la causa del prurito è un’allergia alimentare, verrà prescritta a fido una dieta di eliminazione.

I trattamenti differenti

Il trattamento per il cane dipenderà dalla causa scatenante. Per l’infezione da lievito, fido riceverà un trattamento orale o topico. In caso di tenia, l’infezione verrà trattata con farmaci orali.

Se si è in presenza di problemi alle ghiandole anali, potrebbe bastare spremere le ghiandole piene o prescrivere antibiotici per eventuale infezione.

Per le fessure perianali, invece, esiste una terapia antibiotica ed una pulizia perianale. Se la situazione è più complessa potrebbero essere necessari trattamenti differenti.

In ultimo, un tumore del cane dovrà essere rimosso con il trattamento chirurgico.