Home Cani Il cane striscia il sedere a terra: cos’è il movimento della carriola

Il cane striscia il sedere a terra: cos’è il movimento della carriola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:49
CONDIVIDI

Perché il cane striscia il sedere a terra? Che cos’è il movimento della carriola? Tutto quello che c’è da sapere su questo strano comportamento canino.

Il cane striscia il sedere a terra
Il cane striscia il sedere a terra: perché lo fa (Foto Pixabay)

Chi ha un cane in casa sa quanto possono essere divertenti i nostri amici a quattro zampe. Spesso i loro comportamenti ‘fuori dagli schemi’ ci fanno restare a bocca aperta: è il caso del tipico movimento della carriola, ovvero quando il cane striscia il sedere a terra. E’ piuttosto comune in questi animali, tuttavia è bene andare a fondo se l’atteggiamento si ripete. Infatti potrebbe rivelarsi u segnale importante per qualche problema di salute di Fido, che dovremmo approfondire. Tutto quello che c’è da sapere sulle cause e rimedi quando il cane striscia il sedere a terra.

Che cos’è ‘la carriola’?

cane
Cane in strada (Foto Pixabay)

Il cosiddetto ‘movimento della carriola’ è un atteggiamento tipico canino: Fido poggia il sedere a terra e si porta in avanti muovendo il bacino e le zampe anteriori. Spesso si tratta di un caso isolato e potrebbe essere tradotto con una sorta di ‘grattatina’ momentanea. Tuttavia, qualora il comportamento fosse ripetuto e il cane mostrasse sofferenza nel farlo, bisognerà andare a fondo e consultare il parere dell’esperto.

Ma siamo certi che il cane stia strusciando il sedere? Perché in realtà con questo movimento Fido sta cercando di dare sollievo ad un’altra parte del suo corpo, ovvero le ghiandole perianali: non riuscendo a raggiungerle con la zampa, adotterà questa soluzione alternativa (Leggi qui: Ghiandole perianali: infiammazione e terapia). Queste sacche perianali potrebbero essere piene o infiammate: esse producono una secrezione maleodorante che ammorbidisce le feci e serve al cane per marcare il territorio.

Se le ghiandole perianali fanno male

Sharpei
Sharpei (Foto Pixabay)

Quando queste ‘sacche’ sono piene perché non si sono svuotate con la precedente evacuazione, il cane potrebbe avvertire fastidio. Tra l’altro è proprio questa la secrezione che il cane annusa quando avvicina il muso all’ano dei suoi simili. Quando dunque queste ghiandole sono piene il cane cerca di eliminare le secrezioni interne strofinandole a terra. Infatti se questa sostanza dovesse accumularsi all’interno delle sacche potrebbe provocare gravi infiammazioni, che possono facilmente evolvere in infezioni vere e proprie.

Cos’è che ostruisce il confluire all’esterno di queste sostanze? Solitamente l’accumulo di batteri. Questa mancata fuoriuscita della secrezione costringe il corpo a reagire a questi batteri con ascessi e fistole. Quando il cane avverte questa dolorosa sensazione non solo striscia il sedere a terra, ma cerca anche di mordere la zona sotto la coda, ha difficoltà a sedersi e assume la tipica posizione di quando deve evacuare (sebbene non ci riesca).

L’operazione di svuotamento delle ghiandole potrebbe essere eseguita anche manualmente dal padrone ma, trattandosi di un ‘operazione delicata per il cane, sarebbe meglio seguire l’esempio del veterinario almeno per le prime volte.

Il cane striscia il sedere a terra: tutte le cause

Quando il comportamento è ripetuto e non si tratta di un caso isolato, bisogna andare a fondo nello scoprire le cause di questo fastidio. Abbiamo già visto che queste sacche perianali possono infiammarsi a causa del mancato svuotamento al momento dell’evacuazione. Altri problemi invece possono riguardare parassiti intestinali, diarrea e prurito: vediamole singolarmente.

  • Parassiti intestinali: il più comune è la tenia, molto simile al ‘verme solitario’ umano (Leggi qui: Parassiti del cane in primavera: la natura è in fiore!). Dato che il cane mangia, lecca e annusa escrementi, è facile che possa entrarvi in contatto; per questo è importante seguire il calendario delle vaccinazioni e sottoporre il cane a periodici trattamenti antiparassitari. La tenia è il parassita responsabile delle malattie trasmesse da cane a gatto e viceversa; esso viene trasportato dalle pulci. Infatti se il cane ingerisce una pulce già infettata dalla tenia, si svilupperà all’interno del corpo un’infestazione, i cui segni saranno visibili nelle feci del cane (si noteranno delle parti bianche, grandi quanto chicchi di riso). Quando il cane è affetto da tenia soffrirà probabilmente anche di diarrea, episodi di vomito e conseguente disidratazione e dimagrimento. Solo un esame delle feci potrà evidenziare la presenza certa di questo parassita, per poi procedere ad una cura specifica.
  • Diarrea: se il cane ne soffre, è probabile che non riesca ad espellere tutte le feci in una sola evacuazione. Ciò significa che dei residui potrebbero rimanere nelle ghiandole perianali e il solo modo per eliminarli è appunto strisciare il sedere a terra. Potremmo aiutarlo, alla fine di ogni evacuazione, pulendogli il sedere con delle salviettine umidificate, simili a quelle che si usano per il cambio del pannolino ai bambini.
  • Prurito: quando il cane gioca nell’erba o nel terreno, alcuni fili di erba, insetti o altro possono restare attaccati al suo sedere. Soprattutto quando si siedono per fare i loro bisogni è probabile che si attacchino ad alcuni residui in strada.

Infine tra le cause possibili alcuni veterinari indicano anche dermatiti allergiche e dolore agli arti posteriori.

Come aiutare un cane che strofina il sedere a terra

Il cane striscia il sedere a terra
Il cane striscia il sedere a terra: i rimedi più efficaci (Foto Pixabay)

Vedere Fido che soffre di questo fastidio non è certo piacevole, quindi dovremmo chiedere al veterinario quali sono i trattamenti consigliati in base al caso specifico. Insieme alla pillola antiparassitaria, potremmo adottare anche dei cambiamenti nella dieta del cane, ad esempio aggiungendo delle fibre agli alimenti. Sebbene non sia un’operazione piacevole né per il padrone né per il cane è necessario fare un controllo alle zone intime del cane, per escludere la presenza di residui o principi di infiammazione. Prestiamo sempre molta attenzione ai segnali che ci invia il corpo del cane, perché se li tralasciamo potremmo non riuscire a frenare in tempo un’infezione (leggi qui: Sintomi di infezione nel cane: come capire se Fido ha un problema).

Potrebbe interessarti anche:

F.C.