Home Cani Salute dei Cani Vermi del cane: cause, sintomi e cura dei parassiti intestinali

Vermi del cane: cause, sintomi e cura dei parassiti intestinali

I vermi del cane possono causare molti disturbi per la salute di Fido. Ecco come individuare i parassiti e cosa fare per sbarazzarcene.

cane malato
(Adobe Stock)

I vermi colonizzano il tratto intestinale del cane, all’interno del quale crescono e si riproducono. L’infestazione dell’organismo di Fido da parte di questi parassiti può provocare numerosi disturbi. Scopriamo quali sono i sintomi della loro presenza e a quali cure sottoporre il nostro amico a quattro zampe per eliminarli.

Come individuare i vermi del cane: i sintomi

Come capire la presenza di vermi intestinali del cane? Non sempre individuare questi parassiti è facile.

cane triste
L’alito del cane sa di aglio? Potrebbe essere infestato da parassiti intestinali (Foto Pixabay)

Infatti, i sintomi possono variare in base al singolo animale, alla sua età e alla gravità della situazione.

In generale, un campanello di allarme dovrebbe accendersi quando notiamo la presenza dei seguenti disturbi:

  • dimagrimento nel cane;
  • diarrea;
  • vomito;
  • presenza di sangue nelle feci;
  • gonfiore addominale;
  • gengive pallide e anemia, laddove sia stato infestato da vermi intestinali che si nutrono di sangue.

Infine, una ulteriore manifestazione dell’infestazione da parassiti è l’odore dell’alito di Fido, simile a quello dell’aglio.

Vermi del cane: l’elenco dei tipi di parassiti

I parassiti intestinali che colonizzano e attaccano l’organismo di Fido possono essere diversi: vediamo quali sono i principali.

cane malato
(Foto Adobe Stock)

A seconda del tipo di verme che provoca l’infestazione nel cane, i sintomi e i disturbi causati possono essere leggermente diversi.

Per questo, è fondamentale conoscere la classificazione di questi parassiti e comprendere come agiscono. Tra le principali tipologie ci sono:

  • Nematodi, in cui rientrano gli ascaridi, gli ancilostomi, i tricuridi e gli strongili intestinali;
  • Cestodi, a cui appartengono l’Echinococcus granulosus e il Dipylidium caninum.

Nematodi

I nematodi sono vermi tondi e cilindrici che possono infestare l’intestino del cane. All’interno di questa categoria rientrano:

  • Ascaridi, particolarmente pericolosi poiché possono essere trasmessi anche all’essere umano. Vivono nell’organismo dell’animale appropriandosi di tutte le sostanze nutritive ad esso destinate;
  • Strongili intestinali, anch’essi possono infestare l’intestino delle persone e trasferirsi in altre parti del corpo, viaggiando attraverso la circolazione del sangue;
  • Ancilostomi, si cibano del sangue del proprio ospite, che può essere indistintamente rappresentato da cane, essere umano o altri animali;
  • Tricuridi, si nutrono del sangue del cane e di altri fluidi organici. Le uova prodotte dalle femmine vengono eliminate attraverso le feci. In tal modo, i parassiti sono in grado di infestare altri ospiti, persone comprese.

Cestodi

Questi parassiti, al contrario dei nematodi, sono caratterizzati da una forma appiattita e si distinguono in:

  • Echinococcus granulosus, responsabile di una patologia nota come echinococcosi, che colpisce le pareti intestinali del cane. Questi vermi possono utilizzare l’essere umano come ospite intermedio per infestare un altro animale;
  • Dipylidium caninum, meglio noti come tenie, questa tipologia di vermi del cane viene trasmessa attraverso il morso delle pulci, sia ai cani che ai gatti.

Potrebbe interessarti anche: Sverminare il cane incinta è possibile? Consigli utili

I rischi per la salute del cane

Quali pericoli comporta la presenza di vermi intestinali del cane?

allattamento
I più colpiti da verminosi sono i cuccioli, a cui i parassiti possono essere trasmessi durante la gravidanza (Foto Adobe Stock)

I vermi si nutrono delle sostanze nutritive destinate a Fido. Di conseguenza, l’infestazione provoca delle carenze alimentari.

Solitamente, ad essere più colpiti dall’infestazione da parassiti sono i cuccioli, che possono manifestare rallentamento della crescita e malnutrizione.

I cuccioli di cane, infatti, molto spesso nascono già con i vermi all’interno del proprio organismo, perché essi possono spostarsi dalla mamma al piccolo attraversando la placenta o durante l’allattamento.

In ogni caso, anche i cani adulti non sono esenti da questo rischio. È bene ricordare, infatti, che casi più gravi questa condizione può provocare la morte di Fido.

La presenza di vermi intestinali del cane può avere conseguenze anche sugli esseri umani. Alcuni parassiti possono passare da Fido alle persone, in particolare ai bambini.

I nematodi, ad esempio, sono in grado di infestare anche l’organismo umano. Quindi, presta attenzione ai bambini molto piccoli, che hanno la tendenza a mettere in bocca gli oggetti caduti a terra.

Non solo: assicurati di indossare guanti in lattice durante la pulizia degli ambienti di Fido e non portare mai le mani al volto durante questa operazione.

Potrebbe interessarti anche: La sverminazione nel cane cucciolo e adulto: cos’è, quando e come farla

Come prevenire i vermi del cane

Naturalmente, la prevenzione è fondamentale anche in questo caso. Cosa fare per ridurre la probabilità di un’infestazione da parassiti nel cane?

cane osso
Attenzione all’alimentazione di Fido: niente carne cruda o poco cotta (Foto Pixabay)

Prima di tutto, assicurati di mantenere l’ambiente di Fido igienizzato e pulito, rimuovendo i suoi escrementi giornalmente.

Altrettanto importante è evitare l’accumulo di acqua stagnante, che può portare alla proliferazione delle zanzare.

Il cane ha la tendenza a mangiare le feci? Potrebbe ingurgitare escrementi di animali affetti da parassitosi. Fai attenzione durante le vostre passeggiate!

Anche il ruolo dell’alimentazione di Fido non deve essere sottovalutato: mai dare al cane carne cruda o poco cotta. Infine, ricordati di proteggere sempre l’animale, applicando regolarmente l’antiparassitario.

Clicca su SUCCESSIVO per scoprire qual è il trattamento più adatto a cui sottoporre Fido in caso di vermi del cane