Home Cani Trasloco con il cane: le regole d’oro per un cambio casa senza...

Trasloco con il cane: le regole d’oro per un cambio casa senza stress

CONDIVIDI

Cambi casa ma temi che il tuo cane possa risentire del trasloco? Ecco tutti i consigli per lasciare la casa vecchia senza troppo stress.

Trasloco con il cane
Trasloco con il cane: come organizzare il trasloco passo per passo

I cani riescono ad adattarsi ad ogni inconveniente, anche quelli legati ad un trasloco. Esattamente come per l’umano, anche per Fido il cambio di casa può rappresentare un trauma non indifferente. Anzi non è escluso che proprio il nostro atteggiamento ansioso e preoccupato possa influenzare quello del nostro amato amico a 4 zampe. Ecco quindi come gestire la situazione del trasloco e in che modo renderlo più semplice possibile per cane e padrone.

Trasloco col cane: perché è uno stress per Fido

Come nel caso del trasloco col gatto, il cane non ama cambiare i suoi spazi essendo un animale particolarmente abitudinario e territoriale. Dovrà riappropriarsi di nuovi spazi, sentirli suoi e renderli di sua proprietà. Oltre al fatti di cambiare ‘habitat’, vedere scatoloni e operai in casa è una situazione particolarmente stressante per il nostro cane: in fondo non capisce il perché di tutta quella agitazione. Il cane potrebbe apparire nervoso e anche timido nel conoscere la nuova realtà.

Trasloco col cane: cosa fare prima del trasloco

Se la nuova casa non è così distante dalla prima, può essere molto utile fargli prendere confidenza con il nuovo ambiente, il nuovo quartiere e i nuovi vicini, compresi i cani e gli altri animali del vicinato. Può essere una buona idea fare il tragitto a piedi, in modo che il cane riconosca lo spostamento e lo avverta, così come una volta si muoveva in branco con i suoi simili.

E’ utile far indossare al cane una targhetta per evitare che si perda o che possa sfuggirvi, magari nell’intento di ritornare verso la vecchia casa da solo. Sulla targhetta è utile scrivere anche il nuovo indirizzo, in modo che se dovesse perdersi saprebbero dove riportarlo. Quando organizziamo gli scatoloni non laviamo i suoi oggetti personali: potrebbe essere utile ritrovare i suoi odori e i suoi umori nella nuova casa, che ancora non ha tracce del ‘suo passaggio’. Grazie agli odori riaffioreranno i ricordi nella sua mente e questo potrebbe dargli di certo conforto.

Al momento della preparazione dei pacchi inoltre non impediamo a Fido di curiosare all’interno degli scatoloni e se vorrà giocarci un po’, riserviamone uno che non utilizzeremo per farglielo ‘distruggere’. La sua routine non deve cambiare: ricordiamoci delle sue esigenze alimentari e delle passeggiate, anche se questo potrebbe costarci qualche sacrifico in più.

Trasloco col cane: cosa fare durante il cambio casa

Avere in casa persone estranee che si muovono e che toccano le nostre cose potrebbe indispettire il nostro cane: e chi vorrebbe lavorare e concentrarsi per non dimenticare nulla con il continuo abbaiare del cane? Se ne abbiamo la possibilità lasciamolo  casa di un amico, di un familiare o di un conoscente per evitargli questo stress. In alternativa chiudiamolo in una stanza della casa da solo, accertandoci che nessuno entri a disturbarlo.

Se non abbiamo la possibilità di una stanza vuota dove può stare tranquillo, rendiamolo partecipe distraendolo. Lasciamolo giocare con le sue cose e magari con una nostra coperta accanto da annusare per tenerlo buono mentre riempiamo scatoloni.

Trasloco col cane: cosa fare arrivati nella nuova casa

Innanzitutto non entriamo subito nella nuova abitazione, ma portiamo prima Fido a fare un primo giro del quartiere. Facciamo in modo che prenda confidenza con i nuovi animali del vicinato: anche conoscere il nuovo veterinario fa parte della prima fase di ambientazione nel nuovo posto.

Cerchiamo di non lasciare il cane da solo mentre scarichiamo gli scatoloni: potrebbe avvertirlo come un abbandono e sentirsi solo in una casa completamente estranea. Accompagniamolo nell’esplorazione dei nuovi ambienti, magari rendendo il tutto più ludico: spargiamo degli snack oppure i suoi giocattoli preferiti in giro per casa, così da stimolarlo a cercarli.

Lasciamolo annusare tutto: magari prima con un panno pregno dei suoi odori strofiniamo porte e mobilio. Questo è uno dei modi più efficaci per lasciare che il cane prenda confidenza con il nuovo ambiente. E’ bene stabilire fin da subito quali sono i luoghi a lui ‘vietati’, in modo che sappia dove non può accedere.

La sistemazione della cuccia è fondamentale affinché lui si adatti: lasciate che sia lui a decidere il luogo, di certo sarà il migliore! Inoltre è fondamentale preparargli un giaciglio in un posto tranquillo, lontano dai rumori della strada e dal caos del riordino di mobili e accessori: così potrà avere sempre un po’ di serenità quando la desidera.

Trasloco col cane: come non traumatizzare Fido

Anche se ci spostiamo di pochi metri per il nostro cane sarà sempre un cambiamento importante. Quindi almeno per i primi tempi è fondamentale che tutto gli sembri il più possibile ‘uguale a prima’: stessi orari dei pasti e della passeggiata, insomma la sua routine. Non è assolutamente il momento di fare cambiamenti nella sua alimentazione o cambiare la marca della pappa, oppure comprare dei nuovi accessori. Troppi cambiamenti insieme non faranno altro che destabilizzarlo.

LEGGI ANCHE: Cambiano casa e abbandonano il cane anziano

F.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI