Home Cani Alimentazione Cani Il cane può mangiare i fichi? Pro e contro della frutta ai...

Il cane può mangiare i fichi? Pro e contro della frutta ai cani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:31
CONDIVIDI

In questo periodo in cui sono di stagione è probabile che ti sarai chiesto se il cane può mangiare i fichi o è meglio non darglieli: scoprilo con noi.

fichi al cane
Posso dare da mangiare i fichi al cane? (Pixabay)

Prendersi cura di un cane significa anche e soprattutto occuparsi della sua alimentazione: i cani sono sicuramente animali dalla dieta a base carnivora, ma hanno anche bisogno di integrare un’alimentazione essenzialmente proteica con fibre, vitamine e sali minerali che assumono attraverso frutta e verdura.

Dare la frutta al cane, quindi, è concesso a patto di seguire delle regole ben precise: esistono alcune tipologie di frutta vietate al cane e in ogni caso bisogna regolarsi con le quantità. Inoltre, il cane deve mangiare frutta lavata, pulita, privata di semi e noccioli e tagliata a pezzi: tutto ciò è fondamentale per eliminare il rischio di soffocamento.

Come accennato, esistono delle varietà di frutta e verdura ammesse nella dieta del cane, mentre altre sono sostanzialmente proibite perchè potenzialmente dannose: parlando di frutta di stagione, il cane può mangiare i fichi? Scopriamolo in questo articolo.

Dare i fichi al cane è possibile? Tutto ciò che devi sapere

frutta e verdura nell'alimentazione del cane
Frutta nella dieta del cane

I fichi sono inclusi nell’elenco della frutta estiva adatta al cane: li possono mangiare e soprattutto li apprezzano molto, probabilmente per via del loro sapore dolce e succoso. Ogni tanto, quindi, possiamo dare da mangiare al cane i fichi, naturalmente rispettando alcune precauzioni.

Questi frutti sono benefici per il tuo amico a quattro zampe, grazie al loro contenuto elevato di fibre e di potassio, ma possono rappresentare un rischio: prima di tutto, vanno tagliati a pezzetti per evitare che il cane possa strozzarsi.
In secondo luogo, bisogna procedere con molta cautela nelle quantità perchè non possiamo sapere se il nostro cagnolino sia allergico o meno al fico.

La cosa migliore è dare al cane soltanto un fico a pezzetti e osservare la sua reazione nel corso della giornata: se non si presenta alcun sintomo di reazione allergica, come prurito agli occhi, tosse, eruzioni cutanee e respirazione affannosa, possiamo stare tranquilli e dargliene un po’ di tanto in tanto.

Se invece notiamo la comparsa di uno o più dei sintomi elencati durante le ore successive alla somministrazione dei fichi, dobbiamo portare immediatamente il cane dal veterinario. Attenzione anche alle foglie, che nella maggior parte dei casi possono causare dermatiti o reazioni allergiche al solo contatto con la pelle del cane.

Un discorso a parte meritano invece i fichi secchi: a causa del loro elevato contenuto di zuccheri, vanno assolutamente evitati perchè potrebbero causare problemi di diabete al cane. Ricordatevene durante le prossime feste natalizie!

Potrebbe interessarti anche:

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI