Home Cronaca Morta Pasquina, il pastore maremmano trovato ferito a Fiumicino

Morta Pasquina, il pastore maremmano trovato ferito a Fiumicino

CONDIVIDI

Pasquina non ce l’ha fatta, la cagnolona trovata ferita a Fiumicino è stata soppressa ed è morta: lo straziante addio al pastore maremmano.

Pasquina
(foto Animalisti Italiani)

Non ce l’ha fatta Pasquina, un pastore maremmano di ben 52 chili, trovata gravemente ferita, a fine marzo, nei pressi dell’aeroporto di Fiumicino. La sua vicenda era diventata di dominio pubblico nelle scorse settimane. Dopo essere stata trovata con diversi pallini di piombo nel corpo, Pasquina è stata portata al canile sanitario della Muratella quindi proprio nel giorno di Pasqua presa in affidamento dalla onlus Animalisti Italiani.

Potrebbe anche interessarti –> Maggie, il cane sparato 17 volte: oggi non è più in pericolo – VIDEO

L’odissea di Pasquina: hanno provato a salvarle la vita

Ha subito un delicato intervento chirurgico e le sue condizioni sembravano essere sulla via del miglioramento: le cure del veterinario, Paolo Selleri, presidente della sezione romana dell’Ente nazionale protezione animali, sembravano funzionare. Resta intanto ancora aperta la caccia al responsabile o ai responsabili di un comportamento così grave e crudele. Pasquina, peraltro, era stata anche investita da un’automobile, dopo essere stata colpita da una fucilata. I volontari di Animalisti Italiani nei giorni scorsi avevano poi segnalato “il repentino peggioramento nell’ultima settimana a causa di tumori diffusi in varie parti del corpo”.

Condizioni troppo gravi, dunque, per la povera Pasquina, che è stata perciò soppressa: “È con un dolore lancinante che comunichiamo di aver preso la decisione di porre fine alla sua immane sofferenza. Il medico ci ha comunicato che sta soffrendo e che non ci sono speranze di ripresa, così come confermato da ortopedici e neurologi”. L’ultimo addio è straziante: “La tua voglia di vivere e il tuo esempio resteranno per sempre nei nostri cuori. Oggi ti saluteremo per l’ultima volta con la certezza di aver fatto tutto il possibile per restituirti il dono più prezioso che esista al mondo. Con la coscienza a posto. Con la consapevolezza che chi ti ha fatto del male non saprà mai cosa significhi amare. Sarà devastante lasciarti andare. Ma potremo guardarti negli occhi fino all’ultimo respiro. Senza dover abbassare i nostri per la vergogna”.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI