Home Cani Come convincere i genitori a prendere un cane: la guida a colpo...

Come convincere i genitori a prendere un cane: la guida a colpo sicuro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:03
CONDIVIDI

Come vorremmo un cagnolino in casa, ma mamma e papà non vogliono. Come convincere i genitori a prendere un cane e iniziare una vita di gioia con Fido?

Come convincere i genitori a prendere un cane: la guida a colpo sicuro
Come convincere i genitori a prendere un cane: la guida a colpo sicuro (Foto Unsplash)

Un bambino o una bambina (ma anche i ragazzi e ragazze più grandi) hanno solitamente un grande sogno: avere un cucciolo. Un animale domestico, soprattutto un cane, è di sicuro un amico fedele che li accompagnerà per tanti anni di amore. Ma solitamente c’è un grande scoglio da superare. Mamma e papà, solitamente restii. E allora, come fare? Come convincere i genitori a prendere un cane? Premesso che i capricci infiniti e il martellamento continuo con una domanda ripetuta tutto il giorno non servono a molto, scopriamo la migliore guida per risolvere questo annoso problema.

Il metodo migliore per convincerli

Prendere un cucciolo in affido
Il metodo migliore per convincere i genitori a prendere un cane? (Foto Unsplash)

Un vecchio detto di Winston Pendelton, diceva che il miglior modo che ha un bambino per avere un cucciolo, è chiedere un fratellino ai suoi genitori. Si accorderanno di certo per un cucciolo. In realtà, ci sono migliori strategie di questa, da usare quando vogliamo perorare la causa di un piccolo amico peloso in casa.

Per convincere i genitori a prendere un cane dobbiamo prima di tutto metterci nei loro panni. Noi diciamo “cane” e loro probabilmente capiscono “tempo, spese, orari sballottati, molto lavoro in più in casa, possibile distruzione dei mobili e degli oggetti in casa”, e chissà quanti altri pensieri negativi ma – purtroppo – pratici e realistici.

La cosa migliore è rispondere alle loro preoccupazioni, evidenziando al contempo le parti migliori della proprietà di un cane. Ma non possiamo semplicemente parlare, dobbiamo dimostrare che siamo pronti ad avere un cane con i fatti. Dobbiamo far capire di poter essere un padrone responsabile, in pratica.

Pianifichiamo una routine quotidiana

Che si prenda un nuovo cucciolo o un cane adulto, avrà comunque bisogno di cibo, passeggiate, esercizio fisico, toelettatura e addestramento. Creando un elenco di attività quotidiane, stiamo dimostrando ai nostri genitori che capiamo quanto tempo e sforzo sono necessari, per allevare un animale domestico felice, sano e ben adattato.

Mostriamo loro come intendiamo applicare questa routine

Prendere un cucciolo in affido
Dimostriamo responsabilità. (Foto Unsplash)

Ci alzeremo prima per dare da mangiare e portare a spasso il cane? Siamo disposti a rinunciare ad alcune attività doposcuola, per tornare a casa e prenderci cura del nostro amichetto a quattro zampe? Puliremo dopo che avrà fatto i suoi bisognini? Siamo disposti a contribuire alle spese per questo nuovo arrivo in famiglia? Troppo spesso, le famiglie prendono un cane “per i bambini”, ma mamma e papà finiscono per fare tutto il lavoro. Dobbiamo mostrare loro che siamo impazienti di assumerci molte responsabilità.

Dimostriamo di essere responsabili

Iniziamo completando tutte le attività domestiche, senza che siano i genitori ad assillarci per farlo. Facciamo il letto, rimettiamo a posto la nostra camera, portiamo fuori la spazzatura e laviamo i piatti. Potresti anche ottenere una paghetta extra per l’assunzione di ulteriori compiti.

Facciamo ricerche

Ogni razza è diversa, dalle dimensioni e dall’aspetto al temperamento e alle esigenze di esercizio. Un cane carino che hai visto nel parco potrebbe non essere la razza giusta per la nostra famiglia

Ad esempio, se la nostra famiglia è atletica e desidera che un cane faccia escursioni estive, una razza del gruppo toy potrebbe non soddisfare le nostre esigenze. Se viviamo in ​​un appartamento, una grande razza potrebbe occupare troppo spazio. Spieghiamo anche le ragioni per volere una razza particolare. Dimostrerà che abbiamo fatto i nostri compiti a casa.

Aiutiamo con le spese

corgis puppy cucciolo
Un cane comporta spese. Aiutiamo la famiglia. (Foto Flickr)

Troviamo un modo per aiutare con le spese che derivano dalla proprietà del cane. Se parliamo di un/a ragazzo/a abbastanza grande, prendiamo in considerazione l’idea di trovare un lavoro part-time o offrirci di fare lavoretti nel quartiere (babysitter, pulizie, taglio dell’erba, ecc)

Possiamo anche risparmiare i soldi ricevuti in regalo per qualche festività o per un compleanno. Se vogliamo davvero mostrare ai nostri genitori che siamo pronti a prenderci cura di un cane, possiamo anche trovare un lavoretto come portare a passeggio o tenere d’occhio i compagni canini dei vicini.

Parliamo con i professionisti del settore

Possiamo chiedere informazioni ai professionisti, su come è davvero avere un cane. Ecco alcuni consigli che potremmo già inserire nel nostro elenco:

  • Possedere un cane equivale spesso a più tempo trascorso in famiglia. Passeggiate, giochi nel cortile di casa e sessioni di allenamento sono attività che l’intera famiglia può godere.
  • Passeremo più tempo all’aperto. L’aria fresca e l’attività fisica fanno bene a noi e al nostro cane.
  • Potremmo sentirci più sicuro con un cane a casa. Non c’è bisogno per forza di procurarsi un cane da guardia, ma con l’addestramento, la maggior parte delle razze può imparare chi è il benvenuto in casa e chi no. Inoltre, le famiglie con cani hanno meno probabilità di essere svaligiate.
  • La proprietà del cane insegna responsabilità. Impareremo a seguire una routine ed a portare a termine le promesse. Inoltre, proveremo la gioia di prendersi cura di un altro essere vivente.

Stipuliamo un contratto familiare

Il cucciolo di Golden Retriever (Foto Pixabay)
Ne varrà la pena per un cucciolo. (Foto Pixabay)

Specifichiamo quali attività dovremo intraprendere personalmente. Ciò potrebbe significare portare a spasso il cane due volte al giorno o ripulire eventuali incidenti che accadono in casa. Questo è il momento di avere una conversazione aperta e onesta con i nostri genitori. Tutti possono firmarlo, per indicare quanto si impegnano a fare sul serio.

Affrontiamo le preoccupazioni dei genitori 

Forse mamma o papà sono allergici ai cani. Potremmo sempre presentar loro un elenco di razze ipoallergeniche. Se sono preoccupati per i voti a scuola o eventuali attività extracurriculari, non c’è bisogno di mettersi sulla difensiva. Ascoltiamoli e rispondiamo onestamente. Quindi, diamo loro il tempo di pensare alla nostra proposta.

Possedere un cane può essere una delle più grandi gioie della vita, ma comporta molte responsabilità. Se riusciamo a dimostrare ai nostri genitori che siamo disposti e in grado di assumerci quella responsabilità, potremmo essere riusciti ad assicurarci un migliore amico a quattro zampe.

Potrebbe interessarti anche:

Fabrizio Burriello