Home Curiosita Il nostro gattino è cresciuto: come accettarlo e vivere insieme

Il nostro gattino è cresciuto: come accettarlo e vivere insieme

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:45
CONDIVIDI

Il tuo gattino è cresciuto e questo ti rattrista. Il piccolo cucciolo ormai è un gatto adulto: come riuscire ad accettarlo.

il gattino è ormai cresciuto
(Foto Adobe Stock)

Avere un gattino è bellissimo: una piccola pallina di pelo che ama saltare e rotolarsi sul tappeto. Ma prima o poi, tutti i cuccioli crescono, ed ora il nostro micio è un gatto adulto. Potrebbe renderci un po’ triste, perché anche se amiamo il nostro gatto, da cucciolo era ancora più carino. Come superare questo momento di passaggio?

Il passaggio da gattino a gatto adulto

Amiamo il nostro gatto, e se da cucciolo era adorabile e divertente, forse da adulto ci può sembrare meno carino. Ma anche questa nuova parte della sua vita sarà felice insieme.

gattino gatto
(Foto Adobe Stock)

Gli americani la chiamano “la tristezza del post-gattino”, cioè quella malinconia che assale un padrone di gatti quando da cucciolo cresce e diventa adulto.

Certo, ci spiace perdere quella pallina di pelo che sembra quasi un peluche, e che vuole sempre giocare con noi. Ma il gatto adulto che è diventato ci darà altrettanto amore.

I gattini esplorano il mondo, imparano a conoscerlo pian piano. Da adulti, stabiliscono i rapporti con le persone e con l’ambiente in cui vivono, e sviluppano la loro personalità.

Ci sono molti modi per evitare che questo momento di passaggio sia traumatico per noi padroni: non rattristiamoci perché il nostro gattino è cresciuto, ma apprezziamo il nostro nuovo gatto adulto!

Creare un buon rapporto con il gatto

Uno dei modi migliori per continuare ad avere un ottimo e stretto legame con il nostro gatto da adulto, è stabilire un rapporto amorevole quando è ancora cucciolo.

il gatto non riesce a saltare
(Foto Adobe Stock)

Si tratta di socializzare il gattino con tutte le persone in casa, per iniziare. E mentre il micio esplora questo mondo, cerchiamo di fare attenzione a cosa attira la sua curiosità.

A cosa risponde il gattino? Magari ama giocare con una pallina rincorrendola per casa, o battere una bacchetta di legno per ore e ore. Impariamo cosa gli/le piace.

O magari il nostro gatto ama guardare fuori dalla finestra, ad esempio mentre riposa su un posatoio, o si diverte ad arrampicarsi sui piani più alti o sulle strutture che trova.

Assicuriamoci che il nostro micio abbia sempre a disposizione quello che ama usare e con cui passare del tempo, e che abbia molto spazio in cui muoversi.

I gatti hanno bisogno di spazi, per sentirsi a loro agio in casa. Senza questa sensazione di comodità, il rapporto con noi padroni non si riuscirà a formare bene.

Se non c’è arricchimento ambientale, il gatto potrebbe anche allontanarsi e nascondersi nelle sole zone della casa in cui si sente tranquillo. Ciò non aiuta certo il nostro rapporto.

Altri gatti invece amano giocare anche da adulti, rimanendo un po’ cuccioli anche da grandi. Se il nostro gatto ama giocare, è bene incoraggiarlo, stimolando la sua mente in tutti i modi.

Un altro modo per relazionarsi con il nostro gatto è parlare con lui/lei: non c’è un vero e proprio studio che ne dimostri i lati positivi, ma sembra funzioni. E non facciamoci caso, se il gatto ci ignora.

Accettare il nostro gatto

Se abbiamo stabilito un buon rapporto con il nostro gatto, non dobbiamo pensare che sia finita lì: il micio potrebbe avere dei cambiamenti mentre cresce da gattino ad adulto.

(Foto Adobe Stock)

Un gatto sviluppa la sua personalità da cucciolo, ed ogni gatto è a sé. Magari un gatto ama andare in giro per la casa, un altro invece preferisce sonnecchiare in una sola stanza.

Un po’ come succede anche a noi umani, i gatti potrebbero cambiare carattere e personalità con l’avanzare dell’età: un micio giocherellone e coccolone da adulto potrebbe diventare più chiuso.

Cerchiamo sempre di non costringere il micio ad essere quello che vogliamo noi, ma di lasciarlo libero di esprimere la sua personalità: dobbiamo accettarla.

Dobbiamo continuare a soddisfare le sue necessità anche se cambieranno nel tempo. Rispettiamo i suoi modi e i suoi tempi, o non apprezzerà il nostro tentativo di obbligarlo a essere chi non è.

Potrebbe interessarti anche: Età del gatto in anni umani: come si calcola?

Costruire giochi e strutture per il gatto

Se ne siamo capaci, potremmo intraprendere qualche progetto per migliorare la casa in vista delle esigenze del nostro gatto, con oggetti utili per il suo divertimento: giochi e strutture.

gatto in casa
(Foto Adobe Stock)

Un posatoio, un patio per gatti, un tiragraffi: sono tutte ottime idee per gli amanti del fai da te che vogliono creare qualcosa per i loro amici a quattro zampe.

Abbiamo già parlato in passato di come costruire dei giochi per gatti fatti in casa, se vogliamo approfondire l’idea.

Il vantaggio è che il nostro pelosetto sarà felice e a suo agio in casa, così che possa sentirsi libero di essere quello che sente. 

E potrebbe anche farci capire che il nostro micio ha ancora bisogno di noi, anche se ci sembra essere ormai indipendente rispetto a quando era cucciolo.

Potrebbe interessarti anche: Riconoscere nel cucciolo il carattere di un gatto adulto

F. B.