Home Curiosita Gatto viene arrestato in Tailandia: ha trasgredito alle norme sul Covid-19

Gatto viene arrestato in Tailandia: ha trasgredito alle norme sul Covid-19

Le norme per evitare il contagio da Covid-19 sono molto restrittive, anche in Tailandia, e ciò ha portato un gatto, a causa del suo comportamento, ad essere arrestato dalle autorità

gatto arrestato
Gatto arrestato (Foto Facebook)

Le norme per contenere la diffusione del Coronavirus sono severe e devono essere rispettate da tutti. La questione è presa molto seriamente anche in Tailandia dove le forze dell’ordine sono costantemente impegnate nel far rispettare le prescrizioni e a individuare eventuali trasgressori.

I controlli della polizia vengono effettuati in lungo e largo, senza sosta, il loro fine è quello di far rispettare rigorosamente il “coprifuoco” fissato dalle autorità il tre di Aprile.
Il governo tailandese ha stabilito che dalla 22:00 alle 4:00 del mattino è severamente proibito uscire dalle proprie abitazioni. E chiunque trasgredisca la direttiva imposta viene accusato di aver violato la legge e punito con condanne penali.

Gli agenti di polizia tailandese sono estremamente ligi al loro lavoro e riescono, in molti casi, a localizzare i trasgressori e a punirli per i loro reati. Il cinque Aprile, ad esempio, un gruppo di quattro contravventori è stato scoperto. I trasgressori sono stati arrestati e condannato a pagare una multa salata e a scontare quindici giorni di carcere.

Il gatto trasgressore viene arrestato

gattino
Gatto arrestato (Foto Facebook)

Ma se anche questi interventi non fossero sufficienti a far comprendere la gravità della situazione, la polizia tailandese ha mostrato che non verranno fatti sconti…neanche agli animali!

Proprio così cari lettori, le autorità hanno infatti arrestato, condotto in caserma un gatto che era stato sorpreso in giro per strada, nell’orario non consentito.
Al povero micetto è stata fatta anche una foto segnaletica, che è stata pubblicata sulla pagina Facebook di TCNN Networks (Thai Chicken Noodle News) con tanto di cartello (adatto alle sue dimensioni) che recita così: “Ho lasciato la mia abitazione dopo le 22.00 in violazione alle norme”.

Probabilmente il fine degli agenti è quello di dimostrare la severità dei provvedimenti e la conseguenza per gli inottemperanti e, forse, eseguire un arresto così eclatante da farlo diventare virale.
Noi, comunque, ci auguriamo che il povero gattino ritorni presto in liberà.

Se, invece, volete conoscere la quarantena dal punto di vista del vostro micio potete leggere:#iorestoacasa: cosa pensa il gatto della quarantena? Gli esperti rispondono

Potrebbe interessarti anche:

M. L.