Home Curiosita Perché il gatto sembra che ha sempre la luna storta? Possibili cause...

Perché il gatto sembra che ha sempre la luna storta? Possibili cause e consigli

Capitano le giornate no, a noi quanto agli animali, ma se ci fosse una spiegazione? Perché il gatto sembra che ha sempre la luna storta?

Perché il gatto ha sempre la luna storta
(Foto da Pixabay)

A tutti è capitato di svegliarsi una mattina e non voler aver a che fare con niente e nessuno. Mica è una regola avere già il sorriso stampato quando suona la sveglia? Questo capita anche ai nostri amici animali; il gatto, poi, spesso la notte la passa in bianco e, anche se subito viene ad arruffianarsi, sembra sempre che abbia la luna storta, ma perché?

Ma Micio ce l’ha con noi?

Spesso proprio non capiamo: i croccantini suoi preferiti, i giochi lasciati dove vuole lui ed il divano sempre a disposizione, eppure? Sembra che non voglia nemmeno che lo guardiamo.

Il gatto ci guarda strano
(Foto da Pixabay)

Indubbiamente ci dovrà essere una spiegazione. Il comportamento di un gatto non è mai casuale: seppur sapesse parlare non servirebbero le parole perché ogni suo gesto, movimento o sguardo ha un preciso significato.

Potrebbe avere un problema con noi e dobbiamo cercare di capire la causa:

  • Magari, senza accorgercene, abbiamo invaso i suoi spazi pensando solo di spostargli la lettiera per pulire meglio la zona.
  • Dipende da un attacco di gelosia del gatto: abbiamo permesso forse che il gatto dell’amica che ci è venuta a trovare giocasse coi suoi topolini di stoffa? O siamo stati noi a coccolare troppo il gatto dell’amica, non considerando tanto Micio?
  • Il gatto ci sta imitando: succede che a volte vogliamo starcene per conto nostro e pazienza se risultiamo antipatici. Beh, Micio sta facendo lo stesso con noi.
  • Il gatto ha un problema di salute: l’indole felina porta il gatto a non mostrarsi mai debole ma sempre forte e padrone della situazione. Così quando sta male può succedere che si comporti strano ed appaia scontroso nei nostri confronti. In realtà potrebbe aver cambiato il suo comportamento perché avverte dolore: uno studio in Svezia ha dimostrato che se il gatto tende a tenere le distanze dal padrone ed è irrequieto potrebbe soffrire di osteoartrite.
  • Il carattere è influenzato anche dalla razza del gatto: un randagino che ha sofferto per tanto tempo in strada sarà più restio a fidarsi ed apparirà spesso sulle sue, ma sta soltanto studiando bene l’ambiente, per valutare se conviene o no affidarsi a noi. D’altronde ci sta mettendo alla prova e fa bene, mica ci conosce?
  • Il gatto è stressato: forse riceviamo troppe visite in casa, che per lui sono estranei, o forse deve convivere con altri animali arrivati molto dopo di lui.
  • Non esce spesso di casa: questa condizione porta ad un accumulo di ansia che può tradursi in indifferenza ma anche in aggressività in casa. Di fatto Micio prova una noia mortale a stare con noi e bisogna farci due domande.
  • Semplicemente gli stiamo antipatici: i gatti vanno a pelle; magari proprio non gli andiamo giù e potrebbe succedere quando, ad esempio, subentriamo dopo il suo precedente padrone: di prove bisogna superarne prima che un gatto ci consideri!
  • Il gatto ha paura di un qualcosa che associa a noi: capita che il nostro Micio abbia paura per cose che mai avremmo pensato. Il maglione che usiamo spesso in casa, il nostro profumo, la suoneria del nuovo cellulare oppure la nostra stessa ombra possono indurlo a non darci confidenza fino a reagire se si sentisse alle strette.
  • Forse le fasi lunari influenzano il gatto.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto ha paura di me: perchè succede e come rimediare?

Effetti della luna piena sul gatto

Pare davvero che, secondo studi scientifici che hanno messo in correlazione le fasi lunari con i comportamenti di gatti e cani, la luna incida molto sull’umore dei nostri animali quanto sul nostro.

Luna piena
(Foto da Pixabay)

Spesso la nonna ci diceva che, in base alla luna, avrebbe raccolto le verdure dall’orto o la gatta avrebbe partorito. Sembravano credenze popolari, invece poi abbiamo studiato che effettivamente le maree ne sono influenzate.

Le spiegazioni troppo scientifiche lasciamole agli astronomi (non agli astrologi!) e limitiamoci a capirne di più su questo atteggiamento curioso del nostro pelosetto.

In effetti, avete notato mai che il gatto è tranquillo durante la luna nuova mentre è iperattivo quando c’è la luna piena? Ebbene sì, avere la luna storta per il gatto si traduce in agitazione.

Pare che la luna piena:

  • Rende i gatti irrequieti, ma in generale un po’ tutti gli animali si straniscono: si sono riscontrati, secondo uno studio dell’Università del Colorado, molti più accessi in clinica veterinaria per incidenti a cani e gatti durante la luna piena. Questo deriverebbe dal fatto che il gatto è talmente agitato che scappa a destra ed a manca fino mettersi nei guai, come quello di nascondersi arrampicandosi più in alto possibile o di camminare tra le auto in corsa.
  • Provoca comparsa o aumento di fastidi all’apparato digerente del gatto.
  • Influenza il ritmo sonno veglia del gatto: innesca o peggiora l’insonnia ed il gatto si ritrova al mattino a non essere per nulla riposato, svegliandoci coi suoi miagolii, oppure la sera a non essere per nulla stanco.
  • Causa un parto prematuro: la luna piena provocherebbe agitazione a tal punto da indurre le contrazioni uterine e dunque il parto.
  • Peggiora alcune condizioni di salute, rendendo ad esempio più frequenti le crisi epilettiche.
  • Porta i gatti a scappare di casa.
  • Aumenta i litigi tra animali.

Tutto ciò sembra essere spiegato dal fatto che durante la fase di luna piena ci sia una concentrazione di campi elettromagnetici tale da rendere gli animali molto suscettibili allo stress, amplificandone gli effetti.

Potrebbe interessarti anche: I motivi che spingono il gatto ad essere aggressivo

Consigli utili

Che il comportamento strano del nostro gatto possa essere davvero dovuto ad un’influenza lunare o meno, nel dubbio, è sempre meglio parlarne col veterinario.

Gatto
(Foto da Pixabay)

Bisogna ricordarsi che, in casa, il gatto è un animale che esige rispetto e non vuole che il suo spazio venga invaso, né da noi né da chicchessia.

Dobbiamo far caso ai momenti in cui il gatto sembra avere la luna storta: se lo fosse quando è costretto a stare troppo in casa, forse sarebbe meglio farlo distrarre all’aperto. Allo stesso tempo, però, non facciamolo uscire se si mostra tanto agitato: potrebbe correre senza una meta per sfogarsi e rischiare anche di essere investito.

Di certo tante possono essere le cause di ansia e stress nel gatto e l’importante è che, quando sta in questa condizione, noi cerchiamo di calmarlo senza irritarlo ulteriormente. Ed ovviamente anche noi dobbiamo cercare di restare calmi e non trasmettergli tensione.

Se in casa ci sono altri animali è opportuno che ognuno abbia il suo angolino personale, i suoi giochi e le sue ciotole. Non bisogna mai forzarli a fare amicizia.

Se sarà il caso che potrà esserci feeling dovrà dipendere solo da loro: gli animali hanno un modo personale di convivere, basato spesso su stati gerarchici e giochi di potere ed è meglio non impicciarsi.

Certamente visite di controllo periodiche sapranno dirci se Micio ha qualche problema di salute che lo porta ad allontanarsi da noi, quasi infastidito dalla nostra presenza e da tutto quello che ha sempre fatto.

È del tutto normale, poi, che se siamo subentrati nella vita del gatto magari dopo la morte del suo vecchio padrone, a cui era tanto legato, occorrerà dare tutto il tempo di cui ha bisogno il nostro Micio per accettarci.

Si potrebbero avere episodi di comportamenti irrequieti anche se ci fosse in atto una gravidanza nel gatto: sono gli squilibri ormonali a causarli, tanto quanto capita nella donna; basterebbe chiedere a qualsiasi marito per averne un’idea.

Va bene, il nostro gatto è lunatico ma cerchiamo di migliorare questo lato del suo carattere per come possiamo. Di certo una corretta alimentazione per il gatto lo allontanerebbe dal rischio di contrarre malattie. E già questo ci rincuora.

Per il resto, in fondo in fondo, la risposta al quesito potrà essere semplicemente che al gatto siamo antipatici e finché gli dessimo da mangiare sarebbe disposto finanche a sopportarci, senza pretendere troppo. Sarà anche scontroso, ma ci dona talmente tanto amore che ci piace così com’è.

Michela