Home Curiosita Perché le lucertole stanno spesso al sole? 3 Motivi importanti

Perché le lucertole stanno spesso al sole? 3 Motivi importanti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:20
CONDIVIDI

Vi siete mai chiesti come mai le lucertole stanno sempre ferme al sole? Vedremo qui di seguito 3 motivi principali per cui questi rettili amano stare al sole.

perché le lucertole stanno spesso al sole
Perché le lucertole stanno spesso al sole? 3 Motivi importanti (Foto Adobe Stock)

L’estate è alle porte e chi non ama prendere il sole sulla spiaggia? A questo proposito avete mai sentito dire ”stai al sole come le lucertole’’?

Sapete perché si dice così? Proprio perché nelle belle giornate di sole è possibile notare le lucertole al sole per molto tempo sia sui muri che sui sassi.

Ovviamente voi lo fate per abbronzarvi, ma le lucertole come mai amano stare al sole? Qui di seguito vi diremo ben 3 motivi molto importanti per cui questo rettile sta spesso al sole.

Potrebbe interessarti anche: La lucertola perde la coda: cause e spiegazioni

La lucertola sta al sole: ecco 3 motivi principali

lucertola al sole
La lucertola sta al sole: ecco 3 motivi principali (Foto Adobe Stock)

Regolazione della temperatura corporea

Come tutti i membri della classe dei rettili, le lucertole sono a sangue freddo. Ciò significa che il loro corpo non genera temperature interne stabili come quelle di uccelli e mammiferi, che sono animali a sangue caldo.

Il controllo della temperatura corporea degli animali a sangue freddo dipende dall’ambiente che li circonda. Le lucertole si crogiolano al sole del mattino per aumentare la temperatura interna del loro corpo e stimolare il loro metabolismo.

Posizionano il loro corpo per assorbire al massimo la luce del sole, infatti si distendono completamente. Quando la loro temperatura interna si riscalda, i loro muscoli diventano più agili, il che è fondamentale per la caccia e la fuga dai predatori. Se una lucertola si scalda troppo, si sposta in un punto ombreggiato o scava un cunicolo in un terreno fresco.

Produzione di vitamina D

Come tutte le creature viventi, i rettili hanno bisogno di vitamina D per costruire un sistema immunitario sano, ossa e muscoli forti e per promuovere l’assorbimento del calcio e di altri minerali.

Come gli uccelli e i mammiferi, le lucertole al sole convertono i raggi ultravioletti B in vitamina D3. Alcuni ricercatori, che hanno fatto il collegamento tra l’esposizione al sole dei rettili e la produzione di vitamina D, sospettano che un sensore nel cervello della lucertola inneschi l’esposizione al sole istintiva quando il livello di vitamina D è basso.

Caccia al cibo

Dopo il raffreddamento durante la notte, le lucertole si sdraiano al sole del mattino per riscaldarsi abbastanza per una battuta di caccia mattutina. Le lucertole hanno due metodi di caccia principali.

Alcune specie di lucertole stanno sedute in un unico punto in attesa che la preda si avvicini, rapendo rapidamente la preda con la lingua. Altre specie cacciano attivamente, cercando prede da inseguire e catturare.

Entrambe le tecniche richiedono che i muscoli della lucertola siano sufficientemente caldi per una risposta rapida. Il crogiolarsi al sole al mattino prepara la lucertola a trovare il cibo prima che il sole diventi troppo caldo.

Potrebbe interessarti anche: Allevare una lucertola: come prendersi cura di questo rettile in casa

Vantaggi di essere animali a sangue freddo

Allevare una lucertola in casa
Allevare una lucertola in casa: cosa mangia (Foto Pixabay)

Essere animali a sangue freddo dà ai rettili alcuni vantaggi rispetto agli animali a sangue caldo. Questi ultimi hanno un metabolismo molto più elevato rispetto ai rettili e hanno bisogno di mangiare molto più frequentemente per sopravvivere.

Se il cibo è scarso, le lucertole mantengono bassa la loro temperatura corporea restando al riparo dal sole. Questo permette loro di sopravvivere più a lungo senza cibo.

Un altro vantaggio dell’essere a sangue freddo è il minor rischio di infezione da batteri o virus. In quanto tali organismi hanno difficoltà a sopravvivere in un animale con drastiche oscillazioni della temperatura corporea.

Marianna Durante