Home Curiosita Per un’estate serena: conosciamo i principali pericoli estivi per il gatto

Per un’estate serena: conosciamo i principali pericoli estivi per il gatto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:55
CONDIVIDI

In estate, il nostro gatto potrebbe trovarsi di fronte a una serie di problematiche che dobbiamo conoscere per evitare. Ecco i principali pericoli estivi per il micio.

Salvaguardare il gatto dai pericoli estivi
Salvaguardare il gatto dai pericoli estivi (Foto Pexels)

Se siamo in inverno, probabilmente pensiamo solo a quanto ci manca l’estate. Il sole, il caldo, la voglia di uscire di casa e divertirci. E quasi sicuramente anche per il nostro gatto è lo stesso. Le minacce alla salute del nostro micio, specialmente quelle fuori casa, sono in agguato tutto l’anno. Ma d’estate, ovviamente l’esposizione è maggiore, perché spesso lasciamo uscire di più i nostri mici. E allora impariamo a conoscere i pericoli estivi che possono essere un problema per il nostro gatto, per evitarli e vivere un’estate senza preoccupazioni.

Potrebbe interessarti anche: Come tenere il gatto attivo questa estate e al fresco: tante idee

La perdita di pelo

Come avvicinare un gatto sconosciuto e presentarsi in tutta sicurezza
I nostri gatti in estate perdono molto più pelo del solito. (Foto Pinterest)

Quando la temperatura sale, il nostro gatto inizia a perdere il suo morbido pelo invernale, per cambiarlo con uno estivo più leggero.

E ovviamente questo si traduce in palle di pelo, maggiore spargimento in casa, e anche qualche tipo di problema che potrebbe preoccuparci di più.

I gatti infatti, possono ingerire anche fino a un terzo del pelo che perdono

Questo porta a boli di pelo, vomito, o anche a blocchi intestinali molto pericolosi, tanto da richiedere cure veterinarie.

Ma una giusta toelettatura a intervalli regolari, la corretta routine di pettinare e bagni per il nostro gatto, potrà evitare che si formino boli o che il gatto ingerisca il pelo perso.

E se stiamo pensando di tosare il nostro gatto, o di accorciare il suo pelo, non dobbiamo credere che sia utile o necessario.

I gatti che vivono all’interno, con una temperatura controllata, non hanno bisogno che il loro pelo venga tagliato

L’importante è spazzolarli regolarmente per ridurre la perdita di pelo e i grovigli, così come una corretta routine di bagni, che evita che possano surriscaldarsi.

Se un gatto ha un pelo molto arruffato, o se ha una tendenza a problemi di pelo, potrebbe essere necessario un taglio del pelo, ma solo nel caso il nostro veterinario lo consigli.

In ogni caso, è sempre bene affidarsi a un toelettatore professionista, che saprà anche aiutarci a prevenire problemi con la sua esperienza.

In occasione di questi cambi di stagione, infatti, la spazzolatura regolare del nostro micio deve essere una priorità assoluta.

Cliccate su successivo per scoprire il resto dell’articolo