Home Gatti Salute dei Gatti Occlusione intestinale del gatto: cause, sintomi e trattamento

Occlusione intestinale del gatto: cause, sintomi e trattamento

CONDIVIDI

Il mio gatto ha ingoiato un oggetto, rischia l’occlusione intestinale? Quali sono i sintomi e come trattarli? Dobbiamo intervenire chirurgicamente? Riconosciamo i sintomi, le cause e la cura dell’occlusione intestinale nel gatto. 

gatto
Gatto che ingoia (Foto da Pixabay)

L’occlusione intestinale è un disturbo quasi meccanico che consiste nella chiusura totale o parziale del passaggio di alimenti, nell’intestino del gatto.

L’occlusione può essere:

  • Occlusione intestinale totale
  • Occlusione parziale dell’intestino

Occlusione intestinale totale

Il gatto starnutisce: cause e rimedi (foto Pixabay)
Il gatto ingoia palle del suo pelo(foto Pixabay)

L’occlusione intestinale totale è spesso causata da boli di pelo del gatto che si formano nello stomaco del gatto e rimangono bloccati nell’intestino tenue quando le loro dimensioni diventano troppo grandi. Può anche essere causato dall’ingestione di un corpo estraneo (un osso, uno straccio, una spugna, un pezzo di plastica, una corda o una palla) che non riesce a passare attraverso l’intestino.

Altre cause sono anche possono essere generare occlusione sono:

  • Un tumore nel gatto che si sviluppa nell’intestino
  • Un’ernia ombelicale contenente una porzione dell’intestino
  • Contaminazione dell’intestino con vermi come i nematodi (parassiti frequenti nel gatto)
  • Costipazione che può portare a coprostasi (traffico fecale lento): accumulo di feci voluminose nell’intestino

L’occlusione intestinale parziale

gatto sofferente
gatto sofferente (Foto da Pixabay)

In caso di occlusione intestinale parziale, vi è un’ostruzione incompleta del tratto digestivo, vale a dire, il transito intestinale è notevolmente rallentato ma è ancora raggiunto. Questo è indicato come sub-occlusione intestinale.

I sintomi di occlusione intestinale totale nei gatti

soffio cuore gatto
Il gatto dal veterinario (Foto fonte Pixabay)

I sintomi osservati sono:

  • Vomito del gatto
  • Il gatto è debole e disidratato
  • Eventuali piccole quantità di feci molli, liquide e sanguinanti, se presenti. Ma il più delle volte non ci sono feci
  • Dolore addominale (in alcuni casi si può osservare una distensione localizzata della pancia). Questo dolore è aggravato se riusciamo a visitare il gatto, effettuando una palpazione della zona addominale. Il gatto adotta spesso una posizione di “preghiera” per alleviare il dolore in se stesso.
  • possibilmente febbre del gatto (la temperatura normale di un gatto è compresa tra 38 ° C e 39 ° C).
  • Fai attenzione, il gatto può produrre una tosse particolare se cerca di rigurgitare i peli senza riuscirci.

Attenzione! L’occlusione intestinale può causare lesioni nell’intestino tenue del gatto: necrosi, perforazione dell’intestino. In caso di sintomi, è quindi consigliabile consultare rapidamente un veterinario per evitare complicazioni.

Sintomi di occlusione parziale dell’intestino

visita veterinario
visita veterinario

I sintomi sono quasi gli stessi dell’occlusione intestinale totale:

  • Diminuzione della forma, appetito e possibile vomito.
  • Interruzione quasi completa delle feci e / o costipazione.
  • gonfiore e disturbi del gatto alla palpazione addominale.
  • Una postura che attutisce il dolore: il gatto modifica le sue posizione (in “preghiera”) per cercare di ridurre il dolore provato.

Maggiore è l’occlusione intestinale (all’inizio del tratto digestivo) del gatto, più intensi saranno i sintomi e la rapida evoluzione. Quando l’ostruzione intestinale è molto bassa (verso la fine del tratto digestivo), il gatto si peggiora lentamente.

Attenzione! Il tratto digestivo inizia in bocca! Qualsiasi eccessiva salivazione del tuo gatto può essere indicativa di un corpo estraneo bloccato dietro il palato molle o bloccato in bocca.

Diagnosi di occlusione intestinale nei gatti

Denti del gatto
Gatto sottoposto a visita

Dopo un esame clinico completo del gatto, inclusa una palpazione dell’addome, la diagnosi di ostruzione intestinale parziale, come quella dell’ostruzione intestinale totale, generalmente utilizza l’ecografia che consente di valutare il trattamento appropriato:

  • Una semplice radiografia dell’apparato digerente del gatto.

L’esame radiografico dell’apparato digerente del gatto può rivelare la presenza visibile del corpo estraneo se è radioattivo (ad esempio la cucitura dell’ago ma se si tratta di una ciocca di capelli, non sarà visibile su una semplice radiografia) o una forte stitichezza del gatto  o la presenza di gas importanti.

  • Raggi X con materiale di contrasto (o transito di bario) del tratto digestivo del gatto.

Diverse radiografie vengono prese prima e dopo l’ingestione da parte del gatto di un mezzo di contrasto radiopaco (barite). Questo aiuta a localizzare la sub-occlusione e valutarne l’intensità. L’anestesia può essere necessaria per praticare questo test.

  • Un’ecografia addominale del gatto.

Un’ecografia dell’addome può anche essere utile per diagnosticare l’ostruzione intestinale nei gatti.

Trattamento dell’occlusione intestinale nei gatti

pulire orecchie gatto
Gatto in cura (Foto fonte iStock)

La chirurgia viene generalmente eseguita in caso di ostruzione intestinale totale da gastrostomia: apertura dello stomaco o enterotomia: apertura dell’intestino.

Quest’ultimo è l’unico modo per risolvere la condizione a meno che il corpo estraneo non sia vulnerabile (che fa male) ed è nella parte superiore del tratto digestivo (stomaco, intestino tenue precoce) e può essere estratto in endoscopia: un’esplorazione che utilizza un endoscopio per visualizzare l’interno del tratto digestivo e che richiede un anestetico generale.

La terapia farmacologica verrà aggiunta all’intervento chirurgico e un’infusione per reidratare il gatto. La ripresa dell’alimentazione del gatto sarà graduale ma precoce con un alimento adatto per il gatto (di solito il patè) prescritto dal veterinario.

Attenzione! Gli oggetti estranei lineari come le stringhe sono particolarmente pericolosi. Possono tagliare l’intestino lungo la sua lunghezza e causare lesioni in modo tale che se il trattamento non viene eseguito in tempo, può essere necessaria un’enterectomia (rimozione di una porzione di intestino).

Trattamento dell’occlusione parziale dell’intestino

Il gatto mangia frutta e verdura
Il gatto mangia sano

Quando le condizioni generali del gatto sono soddisfacenti (questo è ad esempio il caso in cui i sintomi sono recenti o se l’ostruzione è debole o quando il corpo estraneo è relativamente malleabile), il veterinario inizierà con il prescrivere un trattamento farmacologico, a base di lubrificanti e / o vari prodotti che facilitino il transito, per cercare di liberare il tratto digestivo.

Attenzione, contrariamente a una falsa credenza, gli oli commestibili non lubrificano l’apparato digerente, alcuni sono raccomandati per la loro capacità in acidi grassi essenziali che hanno un’azione sulla bellezza dei capelli e sull’ecosistema della pelle.

Solo l’olio di paraffina non viene digerito e assorbito dall’intestino e può quindi facilitare il transito, si consiglia di somministrarlo nel gatto sotto forma di una pasta alimentare appetibile. La forma liquida può portare a una falsa via del prodotto (rischio di polmonite associata) soprattutto se il gatto non è d’accordo!

In genere è necessaria, per il gatto, una dieta specifica più ricca di fibre o una costipazione speciale per alimenti dietetici. Chiedi consiglio al tuo veterinario. Quando il caso lo richiede, il veterinario potrebbe dover reidratare il gatto e iniziare un trattamento antibiotico.

Prognosi dell’ostruzione intestinale nei gatti

gatto anziano
Gatto anziano e stanco (Foto fonte iStock)

La prognosi dell’occlusione intestinale nei gatti è in gran parte influenzata dalla natura delle lesioni digestive associate e dalla sua localizzazione digestiva (come abbiamo detto, un’alta occlusione, vale a dire all’inizio del tratto digestivo, è più pericoloso per la vita di una bassa occlusione, cioè alla fine). In caso di vomito frequente acuto, consultare immediatamente un veterinario, poiché la prognosi è migliore tanto prima viene fatta la diagnosi. La terapia appropriata può essere avviata il più presto possibile

Prevenzione dell’ostruzione intestinale nei gatti

Ci sono alcuni fattori di rischio che generano occlusione intestinale nei gatti come:

  • La mancanza di mantenimento della pelle e del pelo del gatto, specialmente se i suoi peli sono lunghi
  • Allo stesso modo, non trattarlo preventivamente contro i parassiti può portare ad un prurito in caso di infestazione da pulci. Il prurito si manifesta raschiando ma anche leccandolo, può essere portato ad ingerire i capelli in quantità maggiori.
  • Il modo di vivere del gatto. Un gatto che ha accesso all’esterno ingerirà l’erba e eliminerà più facilmente di un gatto in casa che non ha un trattamento preventivo contro l’accumulo di peli nel tratto digestivo.
  • Inoltre, la povertà negli stimoli dell’ambiente chiuso (il gatto non esce) può favorire la comparsa di uno stato ansioso che il gatto cercherà di placare leccandosi (attività di sostituzione).
  • L’inattività fisica, in contrapposizione all’attività fisica, rallenta il transito digestivo (e quindi promuove il ristagno dei capelli nel tratto digestivo) e favorisce il sovrappeso , un altro fattore che favorisce l’aspetto e la costipazione gastrointestinale.
  • La storia medica del gatto
  • Costipazione cronica o sedentarietà eccessiva correlata all’età ( osteoartrite concomitante, mancanza di attività) saranno fattori predisponenti al rallentamento del transito digestivo e quindi al rischio di occlusione intestinale
  • La dieta del gatto. I gatti sono certamente carnivori ma la mancanza di fibre alimentari nella dieta è un fattore sfavorevole al buon transito intestinale.
  • Lo stato emotivo del gatto. Una condizione ansiosa o depressiva del gatto, qualunque sia l’origine, può disturbare il comportamento di toelettatura nella direzione di un aumento che porta ad un accumulo anormale dei peli nel tratto digestivo.

Suggerimenti

Gatto beve molto
Attenzione ai cuccioli a cosa metto in bocca, preveniamo un’occlusione intestinale

Per prevenire qualsiasi rischio di occlusione intestinale nei gatti, prima di tutto si raccomanda di non lasciare che piccoli oggetti in giro e che il gatto possa ingerire accidentalmente durante il gioco:

  • Chiudi la confezione contenente spille, aghi, bottoni, bobine di filo per cucire
  • Conservare in un armadio chiuso i vari elastici e graffi per capelli.
  • Non lasciare stringhe di filo, in particolare il filo (imbevuto di sangue) attorno al roast beef: scartalo rapidamente dopo aver tagliato la carne.
  • Conservare tutti i gomitoli di lana di tutti i tipi.
  • Non lasciare sacchi della spazzatura in giro con i collegamenti.
  • Alcuni piccoli giocattoli possono anche essere ingeriti come marmi o ossa

Altri suggerimenti di base per prevenire

Per prevenire la formazione di boli di pelo (chiamati anche trichobézoards) nel tratto digestivo, inizia con spazzolare il tuo gatto quotidianamente e in modo molto frequente (almeno due o tre volte alla settimana, soprattutto se ha i capelli lunghi), fino ad arrivare a farlo ogni giorno nei particolari periodi di muta.

Puoi anche optare per una dieta specifica adatta al cambiamento del pelo e formulata anche per mantenere il peso forma del gatto. Se l’animale non ha accesso all’esterno ma ha la possibilità di ingerire oggetti e non ha però l’ erba  che lo aiuta a spurgare, bisogna somministrare prodotti speciali contro l’accumulo di peli nel tratto digestivo.

Ci sono anche pasta o compresse appetitose che aiutano ad eliminare i peli assorbiti durante la leccatura e quindi prevenire la formazione di boli di pelo o facilitarne l’evacuazione. Inoltre, tratta il tuo gatto regolarmente con antiparassitari esterni per prevenire l’infestazione da pulci .

Non dimenticare di aspirare e spazzolare regolarmente la zona notte del gatto su cui si sono accumulati i peli. Se noti leccate eccessive di alcune aree del tuo gatto senza lesioni associate o parassiti visibili, consulta il tuo veterinario per eliminare una causa comportamentale o altrimenti trattare un possibile disturbo emotivo prima che venga stabilita l’ostruzione intestinale.

Alimentazione del gatto con occlusione intestinale

Attendi all’alimentazione adeguata in caso di occlusione intestinale

Gli alimenti dietetici consigliati di seguito sono adattati alle esigenze del gatto con occlusione intestinale. Questi sono alimenti terapeutici. Un alimento terapeutico è parte integrante del trattamento del tuo gatto. Questo è prescritto dal veterinario che avrà precedentemente diagnosticato questa malattia.

A seconda dello stadio di ostruzione intestinale che il veterinario ha stabilito attraverso ulteriori esami, l’alimentazione terapeutica può avere un impatto diretto sul benessere del tuo gatto. Ecco perché è importante seguire rigorosamente le istruzioni del veterinario.

 

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche i seguenti link:

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI