Home Curiosita Si può usare l’ammoniaca per pulire col gatto in casa? Rischi per...

Si può usare l’ammoniaca per pulire col gatto in casa? Rischi per Micio

Bisogna tener disinfettato l’ambiente in cui viviamo. Si può usare l’ammoniaca per pulire col gatto in casa? Ci sarebbero rischi per Micio?

Usare ammoniaca con gatto in casa
(Foto da Pixabay)

Mantenere una corretta igiene in casa è d’obbligo, ma quando vi abitano anche animali cos’è meglio usare per pulire? A volte si sceglie l’ammoniaca per coprire gli odori che lascia il nostro gatto. Ma questo potrebbe comportare dei rischi per Micio?

Usare l’ammoniaca con un gatto in casa

Si sa, avere degli animali in casa è una grande gioia ma comporta, allo stesso modo, una cura costante anche dell’ambiente in cui vivono loro e viviamo anche noi.

Gatto
(Foto da Adobe Stock))

Oggi in commercio ci sono vari prodotti idonei alla pulizia della casa abitata anche dai nostri amici pelosi. Bisogna far attenzione a quale scegliere.

Il nostro gatto, specialmente se intero e non sterilizzato, sente la necessità di marcare il territorio: potremmo trovare in casa molte delle sue tracce, dunque di cattivo odore.

Ci siamo mai chiesti che cos’è il cattivo odore che si sente quando un gatto urina? Nonostante la lettiera venga tenuta pulita si avverte sempre, perché?

Beh, bisogna sapere che tra le sostanze contenute nell’urina del gatto c’è l’ammoniaca: è un gas (NH3) che, contenente una molecola di azoto, evapora soprattutto col calore ed ha un odore caratteristico.

Va da sé che in casa potrebbe essere un odore fastidioso, nonché non igienico il fatto che ci sia urina dell’animale in giro per casa. Occorre disinfettare.

Siccome molti prodotti usati generalmente contengono ammoniaca, potremmo pensare di usare gli stessi anche per togliere le tracce di Micio.

Ma l’ammoniaca potrebbe comportare rischi per il nostro gatto? La risposta è sì e per più di un motivo:

  • È un gas volatile e dunque tossico per il gatto: il fiuto del nostro gatto è molto sviluppato. Anche quando noi avessimo lavato il pavimento con l’ammoniaca e lasciato areare per farlo ben asciugare, Micio ne avvertirebbe l’odore. Questo potrebbe causare nel gatto irritazione dapprima alle mucose per poi arrivare fino a tutte le vie respiratorie. Si potrebbe avere una vera e propria intossicazione nell’animale.
  • Il gatto sarebbe disorientato: siccome l’ammoniaca è contenuta anche nell’urina dei felini, avvertirne l’odore equivarrebbe per l’animale all’avvertire l’odore di un rivale. Dunque Micio si appresta a coprirlo col proprio e rischieremmo di avere un gatto in casa che ne marca continuamente con la sua urina ogni angolo. In questo modo non solo non risolveremmo il problema della pulizia ma lo aggraveremmo; inoltre il gatto vivrebbe continuamente in ansia.

È per questo fortemente sconsigliato pulire in casa con l’ammoniaca quando vi vive anche un gatto.

Sono tanti i prodotti che potremmo scegliere in alternativa: sarebbe da preferire sempre un rimedio naturale, per scongiurare il minimo rischio per Micio.

Potrebbe interessarti anche: Come eliminare la pipì di gatto e il suo odore dai tessuti

Consigli utili

Senza dubbio è necessario tenere perfettamente pulito l’ambiente in cui viviamo, per noi e per il gatto.

Il gatto fa pipì
(Foto da Pixabay)

La pulizia è alla base anche di una corretta prevenzione da malattie dovute alla proliferazione di microbi più o meno dannosi.

Tuttavia bisogna sempre considerare, ad esempio prima di pulire il pavimento con prodotti troppo forti, che il nostro gatto può inalarli più facilmente di noi.

Un avvelenamento da contatto per Micio potrebbe causargli problemi abbastanza seri: occorre portarlo eventualmente subito dal veterinario per ovviare al peggio.

È sempre meglio optare per prodotti a base naturale oppure che siano detergenti specifici consigliatici dal medico stesso.

Uno dei rimedi della nonna era l’uso di aceto e bicarbonato: praticamente è un rimedio adatto un po’ a tutto ma la reazione che il bicarbonato fa con l’acido acetico dell’aceto è in effetti in grado di sgrassare bene e di disinfettare.

In alternativa, è possibile usare acido citrico e bicarbonato per eliminare la pipì del gatto: basterebbe del succo di limone spremuto sulla chiazza di urina e tamponarlo con bicarbonato per pulirla.

Se proprio amassimo lasciare in casa un’aria profumata basterebbe detergere il pavimento, in seconda battuta, con delle gocce di olio essenziale diluite in acqua.

Attenzione a non scegliere un’essenza troppo pungente: potrebbe irritare le mucose dell’animale e portare il gatto a stressarsi talmente tanto da aver paura di gironzolare libero per casa.

Proprio per il suo naso molto sensibile, odori molto forti lo farebbero letteralmente impazzire: lo ritroveremmo a fare capriole e ad eccitarsi eccessivamente.

Anche diluire una piccola quantità di alcool in acqua, che troviamo facilmente in commercio, e poi procedere alla pulizia di casa è un buon consiglio.

È un prodotto disinfettante, igienizzante, economico ed il fatto che evapora quasi immediatamente senza avere un odore dannoso per il gatto lo rende sicuro per l’utilizzo.

Soprattutto se il nostro Micio fosse anziano, sappiamo che facilmente potrebbe lasciare della pipì in casa.

È importante non traumatizzare mai il gatto, cercare una soluzione che possa essere vantaggiosa per noi e per l’animale.

A volte potremmo davvero vedere che il gatto faccia la pipì ovunque: non è semplice stargli dietro ed al contempo tenere casa ben pulita e disinfettata.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto fa pipì ovunque: cause e rimedi per farlo smettere

Tuttavia va sempre considerato il fatto che, se ben educato all’uso della lettiera e se non avesse altre problematiche di salute, il gatto difficilmente sporcherebbe eccessivamente casa.

Anche per eventuali suoi comportamenti strani dovremmo sempre trovare un perché; magari è solo geloso di noi e stressato e ce la fa sui vestiti.

S. A.