Home Gatti Alimentazione Gatti Alimentazione dell’Asian Shorthair: cibo, dosi e frequenza dei pasti

Alimentazione dell’Asian Shorthair: cibo, dosi e frequenza dei pasti

Ecco quali nutrienti non possono mancare nell’alimentazione perfetta dell’Asian Shorthair, per far sì che questo micio sia sempre sano.

alimentazione asian shorthair
(Foto Instagram)

Il primo passo per fare in modo che il proprio amico a quattro zampe sia in salute ed energico è curare attentamente la sua dieta. Quale cibo scegliere per il gatto? Quali sono le dosi ottimali? Ogni quanto dargli da mangiare? Rispondiamo a queste ed altre domande scoprendo tutto sull’alimentazione ideale dell’Asian Shorthair, anche noto come gatto malese.

Alimentazione ideale dell’Asian Shorthair: dosi e frequenza

Per pianificare un’alimentazione idonea a soddisfare il bisogno nutrizionale dell’Asian Shorthair, senza il rischio di farlo ingrassare, è fondamentare sulle quantità di cibo da somministrare a questo micio.

asian shorthair
(Foto Instagram)

Il miglior consiglio è quello di chiedere consiglio al veterinario. A seconda dell’età del gatto, del suo stile di vita e delle sue condizioni di salute, infatti, l’esperto saprà individuare le dosi più idonee.

In linea di massima, la quantità di mangime umido per il quattro zampe dovrebbe essere pari a 40 grammi per ogni kg di peso corporeo dell’animale.

Una volta ottenuta la cifra, basterà dividerla per tre per calcolare la dose di crocchette da somministrare al quattro zampe.

Ogni quanto dare da mangiare al gatto? L’ideale sarebbe farlo due volte al giorno, una al mattino e una alla sera.

Alcuni mici, però, amano fare dei piccoli spuntini durante il giorno.

In questo caso, si può suddividere la razione quotidiana destinata al gatto in piccole dosi, da dare al pelosetto nel corso della giornata.

In questo modo non solo lo accontenteremo, ma manterremo sempre stabili i suoi livelli di energia.

Potrebbe interessarti anche: Quanta acqua deve bere il gatto ogni giorno? Quantità e come regolarsi

Cosa dare da mangiare al gatto malese?

Quali sono i cibi che non possono mancare nell’alimentazione dell’Asian Shorthair?

gatto burmese
(Foto Adobe Stock)

La dieta di questo micio, come nel caso di tutti gli altri felini domestici, deve essere basata sulla somministrazione di proteine di origine animale.

Per questo, dovremo dare da mangiare regolarmente al micio della carne, in particolare di pollo, tacchino, manzo e coniglio.

Meno frequentemente, il gatto potrà assumere anche del pesce, come alici, sogliola e salmone.

Attenzione alla dose di grassi e carboidrati, che il micio dovrebbe introdurre in maniera molto limitata tramite la dieta. Il rischio, infatti, è quello di compromettere la sua salute.

A completare l’alimentazione perfetta per il gatto malese ci sono vitamine, sali minerali e acqua.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione casalinga del gatto: vantaggi, svantaggi, tabelle e ricette

Alimentazione casalinga o industriale per l’Asian Shorthair?

Infine, non ci resta che rispondere a un’ultima domanda: è meglio un’alimentazione casalinga o industriale per l’Asian Shorthair?

Razze di gatti più tolleranti verso altri animali: il burmese europeo
(Foto AdobeStock)

La risposta, in realtà, non è univoca. Molto, infatti, dipende dal tempo e dalla voglia che si ha di preparare da sé i pasti per il proprio pelosetto.

La prima opzione, infatti, prevede di occuparsi interamente della loro realizzazione, a partire dalla selezione degli ingredienti fino alla loro cottura.

Non c’è dubbio: questa modalità comporta numerosi benefici, tra cui la qualità delle materie prime e la possibilità di sapere tutti i processi che hanno portato alla preparazione del cibo destinato al gatto.

Tuttavia, è essenziale che questo tipo di alimentazione venga pianificato insieme al veterinario.

Il rischio, infatti, è che i pasti del micio siano sprovvisti di tutti i nutrienti necessari al suo benessere. Questo, potrebbe provocare l’insorgenza di spiacevoli disturbi nel gatto.

Per scoprire tutto sulla salute dell’Asian Shorthair, consulta questo articolo.

I mangimi industriali reperibili nei supermercati e nei negozi specializzati, invece, sono completi e bilanciati.

Tuttavia, in questo caso è indispensabile prendere visione della tabella nutrizionale riportata sul retro della confezione, per accertarsi della qualità degli ingredienti utilizzati.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Laura Bellucci