Home Gatti Alimentazione Gatti Alimentazione del gatto anemico: cosa cambia nella sua dieta

Alimentazione del gatto anemico: cosa cambia nella sua dieta

Alimentazione del gatto anemico, una dieta specifica e necessaria per la sua situazione patologica. Vediamo quali sono gli alimenti consigliati per un micio in questa condizione, soffermandoci anche sui sintomi.

Alimentazione del gatto anemico
(Foto Pixabay)

Per vivere bene ed essere sempre vivace e scattante, il nostro peloso domestico ha dei fabbisogni nutrizionali a cui prestare sempre attenzione, ogni giorno. Non sempre, però, micio sembra avere le energie giuste e può attraversare dei momenti in cui si sente stanco e sofferente. Tra le carenze di cui può soffrire c’è anche l’anemia e, in questo caso, il felino deve necessariamente modificare la sua dieta per combattere questa carenza. Vediamo in che consiste l’alimentazione del gatto anemico e quali sono i sintomi che si presentano.

Alimentazione del gatto anemico: i cibi migliori per lui

Se il proprio gatto è anemico significa che ha carenza di ferro, minerale indispensabile per la salute del suo organismo. L’anemia felina è abbastanza diffusa nell’animale ma sia in natura che in commercio esistono molti cibi ricchi di ferro che possono aiutarlo. Scopriamo insieme quali sono gli alimenti consigliati per lui.

Micio anemico e la dieta
(Foto Pexels)

Un’alimentazione equilibrata e completa è il pilastro della salute del gatto. Anche se all’inizio sembra non esserci nessun problema e non si notano in micio comportamenti o sintomi strani, una dieta scorretta a lungo andare può causare carenze e disturbi anche gravi.

Soprattutto se il felino segue una dieta per lo più casalinga, c’è il rischio che manchi spesso qualcosa al suo fabbisogno nutrizionale. Il mancato apporto delle giuste quantità di vitamine, proteine e minerali può condizionare negativamente la sua salute. Così micio può iniziare a soffrire di anemia e, allora, bisogna correre ai ripari e cambiare la sua dieta.

Sono molti i cibi a disposizione per il gatto anemico e, quando la sua condizione è grave, si prevede l’utilizzo di integratori di ferro, reperibili in negozi specializzati o all’interno di centri veterinari.

Sulla nostra tavola possiamo trovare gli alimenti ideali per il micio che soffre di anemia, quali: carne rossa, molto ricca di ferro e adatta al felino. Si consiglia di cucinarla un po’ prima di offrirla al peloso, poiché la carne cruda può essere pericolosa.

Altri alimenti utili per il peloso anemico

Il gatto può mangiare il fegato, anch’esso alimento con una buona quantità di ferro, ma con degli accorgimenti per evitare danni alla sua salute. Altro cibo pieno di ferro e molto apprezzato dal felino è il pesce; anche qui si consiglia la cottura, sempre per non procurare conseguenze spiacevoli per l’animale. Cereali integrali e foglie verdi, inoltre, possono contribuire ad apportare ferro nel micio.

Questa alimentazione del gatto anemico è bene portarla avanti per qualche mese, sempre sotto il controllo del proprio medico veterinario. Il suo parere è fondamentale, poiché nel felino anemico si presentano dei sintomi che vanno individuati e diagnosticati. Leggiamo più avanti nell’articolo.

Potrebbe interessarti anche: Anemia da carenza di ferro nel gatto: causa, sintomi e trattamento

Micio è anemico: possibili cause e sintomi

Quando il micio inizia a soffrire di anemia, bisogna apportare dei cambiamenti nella sua vita e nella sua alimentazione, come abbiamo visto. Ma quali possono essere le cause? E i sintomi tipici? Vediamo cosa occorre sapere sulla sua condizione.

Felino anemico e la dieta ideale
(Foto Unsplash)

Nella maggior parte dei casi, l’anemia nel gatto si verifica per una dieta quotidiana scorretta basata quasi esclusivamente sul cibo casalingo come, ad esempio, la dieta BARF per il gatto.

Se si fa seguire una dieta prettamente casalinga al proprio micio, è necessario effettuare degli esami per verificare, prima, il suo stato di salute e prevenire possibili carenze nutrizionali e patologie.

Una carenza di ferro può essere provocata anche da ascaridi nel gatto. Micio anemico ha un bisogno costante di rifornirsi di globuli rossi, per combattere la presenza di emorragie interne, come ulcere o tipi di cancro, ed emorragie esterne, come le ferite.

Il micio anemico manifesta dei sintomi tipici e comuni a quelli dell’anemia, come:

Per qualsiasi dubbio sulla sua condizione fisica, è opportuno contattare il veterinario di fiducia e sottoporre l’animale a tutti i controlli necessari per intervenire in suo aiuto.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G