Home Gatti Alimentazione Gatti Alimentazione ideale del gatto Burmese: cibo, dosi, frequenza dei pasti

Alimentazione ideale del gatto Burmese: cibo, dosi, frequenza dei pasti

Cosa dare da mangiare al gatto Burmese, per far sì che la sua alimentazione sia ricca, nutriente ed equilibrata? Ecco cosa sapere.

alimentazione burmese
(Foto Instagram)

Il Burmese è un micio dall’importante fabbisogno nutritivo, per via del suo temperamento attivo e vivace. Allo stesso tempo, però, è anche estremamente goloso: il rischio di obesità è molto concreto. Per questo, è fondamentale pianificare la miglior alimentazione possibile per il proprio gatto Burmese. Scopriamo insieme cibi ideali, dosi e frequenza dei pasti.

Alimentazione del gatto Burmese: dosi e frequenza dei pasti

L’alimentazione ideale del gatto Burmese dovrebbe necessariamente tenere conto delle quantità di cibo da somministrare al proprio quattro zampe.

gatto burmese
(Foto Adobe Stock)

Tendenzialmente, il micio dovrebbe mangiare intorno ai 40-50 grammi di pappa per ogni chilo di peso corporeo.

In ogni caso, è preferibile consultare il veterinario per ottenere un piano nutrizionale personalizzato, che tenga conto di una serie di parametri specifici come età, peso, condizioni di salute e stile di vita del gatto.

Ogni quanto dare da mangiare al Burmese? La frequenza ideale è pari a due volte al giorno, preferibilmente al mattino e alla sera.

In questo modo, non correrete il rischio che il micio possa svegliarvi nel cuore della notte perché ha fame. Se lo preferite, potete ricorrere ad appositi dispenser di crocchette, dai quali sarà direttamente l’animale a rifornirsi.

Molti gatti, infatti, preferiscono fare dei piccoli spuntini nel corso della giornata, per riuscire a sfruttare meglio tutte le energie derivanti dall’assunzione del cibo.

Potrebbe interessarti anche: Dieta BARF per il gatto: cos’è, quali cibi, i pro e i contro per il micio

Quali alimenti inserire nella dieta del gatto

Quali cibi dovremmo somministrare al gatto Burmese, per far sì che la sua alimentazione sia davvero completa e nutriente?

Burmese
(Foto Pinterest)

In primo luogo, occorre tenere a mente che il micio è un animale carnivoro. Per cui, al fine di evitare spiacevoli problemi di salute, occorre evitare di dare al nostro amico a quattro zampe alimenti troppo ricchi di carboidrati e fibre.

Al contrario, la sua dieta dovrebbe essere basata principalmente sull’apporto di carne fresca e magra, come pollo, coniglio e manzo.

A seconda delle nostre esigenze, potremo scegliere di preparare da noi i pasti da somministrare al gatto Burmese, tramite un’alimentazione casalinga.

Potrebbe interessarti anche: Ricette per il gatto: la carne come ingrediente principale

In questo caso, via libera a frattaglie, cuore e polmoni; infatti, si tratta di alimenti molto nutrienti e ricchi di vitamina B12, essenziale per il benessere del micio.

Poiché, tuttavia, questo tipo di dieta se non pianificato accuratamente potrebbe provocare dei deficit alimentari, è opportuno rivolgersi al veterinario.

Per conoscere tutte le malattie frequenti del gatto Burmese e i problemi di salute più comuni, consulta questo articolo.

In alternativa, potremo optare per dei mangimi industriali da somministrare al nostro amico a quattro zampe. Naturalmente, occorrerà prendere visione degli ingredienti utilizzati per la loro preparazione, scegliendo alimenti freschi e di prima qualità.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.