Home Gatti Alimentazione Gatti Il gatto può mangiare i carciofi? Benefici o svantaggi

Il gatto può mangiare i carciofi? Benefici o svantaggi

Il gatto può mangiare i carciofi? Vediamo quali gli eventuali benefici o rischi che sono legati al consumo di questa verdura.

il gatto può mangiare i carciofi
(Foto AdobeStock)

Molti sono i prodotti alimentari che ci piacerebbe condividere con il nostro animale domestico. Ma come ben sappiamo non tutti gli alimenti possono essere di giovamento per la salute del nostro gatto.

In merito a ciò, proprio perché sappiamo bene che in ogni categoria alimentare esistono prodotti che possono essere o non essere idonei per l’alimentazione del nostro gatto, oggi cercheremo di capire se i carciofi, appartenenti alla categoria verdura, possono essere o non essere somministrati al nostro micio.

Scopriamolo nei prossimi paragrafi, se il gatto può mangiare i carciofi, se e quali sono gli eventuali benefici o svantaggi di questa verdura e in che quantità possono essere somministrati al nostro micio.

La verdura al gatto

verdure al gatto
(Foto AdobeStock)

Alla base di una buona salute e una lunga vita di ogni essere umano e in questo caso del gatto, c’è sempre una buona e sana alimentazione.

Fornire all’animale il giusto apporto di tutto ciò di cui necessita per la sua salute è essenziale e vitale. Un’alimentazione varia, sana ed equilibrata comprende: lipidi, proteine, sali minerali, vitamine e acqua.

Senza dimenticare che il gatto nasce come animale carnivoro ma nel tempo con il passaggio da gatto selvatico a gatto domestico è riuscito ad accettare anche degli alimenti di origine vegetale.

Quest’accettazione riesce particolarmente bene se l’animale viene abituato fin da cucciolo soprattutto se abituato fin da cucciolo subito dopo lo svezzamento, ad un regime di alimentazione che possa comprendere un po’ tutti gli alimenti sani e nutrienti.

In questo articolo tratteremo di un alimento appartenente alla categoria verdure, ovvero i carciofi. Le verdure per il gatto generano diversi benefici al corpo dell’animale come ad esempio: un corretto funzionamento del tratto gastroenterico, favoriscono la sua capacità di idratazione, la velocità di transito degli alimenti e la funzionalità del tubo digerente.

Non dimentichiamo però che le verdure devono essere solo un’aggiunta ad una dieta felina bilanciata e che non tutte le verdure sono idonee al nostro gatto.

Perciò come in tutti gli alimenti ci sono determinate verdure che sono tossiche per il gatto e vanno assolutamente evitate, ad esempio: cipolla, aglio, pomodori verdi, patate crude o acerbe, scalogno e porri.

E i carciofi? Il gatto può mangiare i carciofi? Scopriamolo nel prossimo paragrafo.

Il gatto può mangiare i carciofi?

A prescindere se il gatto possa o meno mangiare i carciofi, occorre innanzitutto rivolgersi al proprio veterinario per sapere nello specifico se il vostro di gatto può mangiare carciofi.

Come ben sappiamo ogni animale, ogni individuo è differente da un altro e nasconde le sue allergie e intolleranza e chi meglio del veterinario conosce il nostro gatto.

Il medico sicuramente ci consiglierà di concedere un pezzetto piccolo di qualsiasi prodotto alimentare nuovo per l’animale, in modo tale che lo possa assaporare e possa concedere a noi di vederne gli effetti di un’eventuale intolleranza.

Nel caso dei carciofi si tratta di un prodotto con pochissime calorie, grassi e sodio. Forniscono anche una buona dose di vitamine C e K ma sfortunatamente solo all’uomo.

La fibra a base vegetale, infatti è una buona cosa ma solo per la digestione umana, mentre può essere causa di diarrea nel gatto. Il sistema digestivo di un gatto non è adatto a trattare o distruggere la materia vegetale.

Eccessivi carboidrati a base di piante sono un potenziale rischio per la salute per i gatti.

Detto ciò seppur a piccolissime dosi, il gatto può assaggiare i carciofi cotti e senza arricchirli di condimenti, in quanto si tratta di un alimento benefico e ricco di: fonte di fibre; sali minerali; fonte di ferro; proprietà depurative; proprietà rimineralizzanti; antiossidanti e flavonoidi; fonte di betacarotene e Vitamina C.

Perciò senza lasciarsi prendere da un eccesso ma solo in rare occasioni e a piccole dosi possiamo regalare un assaggio di carciofi al gatto senza danneggiargli la salute.

Rischi

In merito ai rischi, come abbiamo precedentemente accennato non bisogna esagerare con le dosi. E per quanto sia vero che contengono nutrienti e tanti benefici per l’uomo come anche per il gatto, l’abuso o comunque l’eccesso può causare diarrea nel gatto.

Inoltre l’assunzione dei carciofi da parte del gatto, può generare anche un altro pericolo e cioè che mangino la crosta. La crosta dei carciofi ovvero le foglie più esterne sono molto dure e quando il gatto le schiaccia con i denti i detriti possono rimanere tra di essi e causare carie nella bocca del gatto.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto può mangiare fagioli, piselli e lenticchie? Ecco i benefici

Raffaella Lauretta