Home Gatti Andare d’accordo con il gatto mentre #iorestoacasa: 10 consigli

Andare d’accordo con il gatto mentre #iorestoacasa: 10 consigli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:21
CONDIVIDI

Il Decreto del Presidente Conte ha imposto di stare a casa per contrastare l’emergenza Coronavirus. Ecco cosa devi fare per andare d’accordo con il gatto.

Andare accordo col gatto
Come andare d’accordo col gatto (Foto Pixabay)

L’Italia è unita nella lotta al Coronavirus e la parola d’ordine è restare a casa il più possibile e limitare le uscite solo alle necessità e alle urgenze. Molti italiani si sono quindi ritrovati a lavorare da casa e a condividere più tempo con i loro amici animali. In quest’articolo vi diciamo cosa fare per avere una convivenza felice con Micio.

Dai giochi alla lettiera: come andare d’accordo con il gatto

Andare d'accordo col gatto
Regola numero uno: non fissarlo (Foto Pixabay)

Ecco cosa devi e non devi fare con il tuo adorato amico peloso a quattro zampe.

  1. Non fissare Micio negli occhi

Gli occhi dei gatti sono espressivi e bellissimi per la loro varietà di colori, ma questi felini odiano essere fissati a lungo e potrebbero reagire con una zampata. Questo evento capita di frequente quando il gatto è appena arrivato in casa e non si è ancora instaurato un legame di fiducia tra uomo e animale. Micio infatti interpreterà il tuo fissarlo negli occhi come una minaccia o una sfida.

  1. I giocattoli

Per evitare che Micio ti graffi e ti morda mani e piedi oppure che tu possa involontariamente fare qualche movimento che lo ferisca devi farlo giocare con dei giocattoli. In commercio esiste una gran varietà di giocattoli; dovrai scoprire solo quali sono i suoi preferiti.

  1. No alla violenza

Sì alla pazienza e alla serenità, no alla violenza. Usa il rinforzo positivo ed evita quindi urla o punizioni fisiche; il gatto potrebbe reagire con graffi e mugugni e graffi.

  1. Non disturbarlo mentre sta dormendo

Il gatto (come l’uomo) non ama essere svegliato. Se vedi che Micio è appisolato e tranquillo evita di disturbarlo.

  1. Non interromperlo quando usa la lettiera

Quando il gatto fa i suoi bisogni tende a sentirsi vulnerabile e indifeso quindi resta vigile ed è molto facile che si spaventi per un rumore o per un tuo movimento. Lascialo tranquillo e non interromperlo, se lo fai comincerà a non usare più la lettiera e troverà un altro luogo della casa per fare i suoi bisogni.

  1. Non bloccarlo

Un gatto chiuso in un angolo si spaventa e si infastidisce. Motivo? Questi felini sono animali indipendenti e odiano essere imprigionati.

  1. Rispetta i suoi tempi e spazi

I gatti sono abitudinari quindi odiano sentirsi obbligati a fare qualcosa. Giocare con lui, accarezzarlo, mangiare, bere… se non vuole farlo dovrai rispettare le sue volontà, i suoi tempi e i suoi spazi. Un qualsiasi cambiamento può causare stress nell’animale.

  1. Non tirargli la coda

La coda serve al gatto per mantenere l’equilibrio e comunicare. Non devi in prima persona tirare la coda a Micio e non devi permetterlo alle altre persone, anche se sono bambini. Questo comportamento infastidisce il gatto ma è anche rischioso perché la coda potrebbe lesionarsi.

  1. Non afferrarlo dalla collottola

Forse avrai visto qualcuno prendere i cuccioli dalla parte posteriore della testa chiudendo tra il pollice e l’indice la pelle in eccesso che di accumula in questa zona. Bene, questo non si fa. Il gatto si sento a disagio, vulnerabile e indifese perché in quella posizione non è in grado di controllare i movimenti.

  1. Impara a interpretare il suo linguaggio

Col passare del tempo imparerai a conoscere il tuo amico a quattro zampe, capirai il significato della posizione della coda e avrai un tuo personale dizionario gatto-uomo.

Potrebbero interessarti anche >>> 

S.C.