Home Gatti Cura dell’American Curl Longhair: igiene e pulizia della razza

Cura dell’American Curl Longhair: igiene e pulizia della razza

Ecco cosa sapere sulla cura dell’American Curl Longhair: come mantenere il suo pelo lucido e pulito e come occuparsi della sua pulizia.

cura american curl longhair
(Foto Adobe Stock)

Hai adottato un American Curl Longhair e vuoi sapere come prenderti cura al meglio del tuo amico a quattro zampe? Vediamo ogni quanto spazzolare il suo mantello, come pulire orecchie e denti, lavare il micio e tutti gli altri accorgimenti per la sua igiene.

Cura del pelo dell’American Curl Longhair

Oltre alle sue peculiari orecchie arricciate, a rendere incantevole l’aspetto di questo micio ci pensa il suo mantello morbido e lungo. Come prenderci cura del pelo dell’American Curl Longhair?

american curl
(Foto Adobe Stock)

A differenza della variante shorthair, che risultano meno impegnativi per via del manto più corto, gli esemplari di questa razza necessitano di essere spazzolati almeno due o tre volte a settimana.

Si tratta di un’operazione essenziale per rimuovere lo strato di peli morti e per rendere il mantello del micio morbido e lucente, evitando la formazione di nodi e boli.

In ogni caso, l’American Curl Longhair tende a perdere poco pelo anche durante il periodo di muta.

Quale strumento adottare per pettinarlo? L’ideale è una spazzola a denti larghi per districare il manto, utilizzata insieme ad uno slanatore, che ci aiuti a rimuovere il pelo in eccesso e a prevenire la formazione di pelo infeltrito.

Lavare il gatto sì o no? Come sappiamo, i felini domestici sono animali molto puliti e attenti alla propria igiene personale. Per questo, si tratta di un’operazione che dovrebbe essere effettuata di rado, solo qualora ce ne sia l’effettiva necessità.

Se, invece, desideriamo semplicemente rendere più lucente il mantello del nostro amico a quattro zampe, non dobbiamo sottovalutare l’importanza dei cibi che gli somministriamo.

Una dieta sana e bilanciata, infatti, non solo assicura al gatto un manto splendente e morbido, ma previene anche problemi di salute. Per scoprire tutto quello che c’è da sapere sull’alimentazione ideale dell’American Curl Longhair, consulta questo articolo.

Infine, se sei alla ricerca di un semplice trucchetto fai da te per rendere luminoso il pelo del tuo amico a quattro zampe, basterà tamponarlo con una soluzione a base di acqua e aceto.

Potrebbe interessarti anche: Posso lavare il gatto se è malato? Scopriamolo insieme

Igiene e pulizia dell’American Curl Longhair

Ora che abbiamo visto come prenderci cura al meglio del folto mantello dell’American Curl Longhair, esploriamo tutto ciò che riguarda la pulizia di unghie, denti, occhi e orecchie.

american curl
(Foto Adobe Stock)

È davvero indispensabile tagliare le unghie al micio? La risposta, in questo caso, è no. L’americano dalle orecchie arricciate, infatti, è un micio molto attivo e giocoso, che necessita di spazi ampi in cui correre, divertirsi e arrampicarsi.

Per questo, che si tratti di tiragraffi, alberi o – ahinoi – poltrone del salotto, questo quattro zampe provvederà autonomamente a limare i suoi artigli.

La cura dell’American Curl Longhair passa anche per l’igiene dei suoi denti. È fondamentale, infatti, prevenire l’accumulo di tartaro attraverso l’uso di prodotti specifici, come creme pulenti o spazzolino per gatti.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto ha paura del phon: i motivi e cosa fare per aiutarlo

Per quanto riguarda gli occhi del micio, è sufficiente igienizzarli esclusivamente qualora presentino incrostazioni e secrezioni oculari, ricorrendo a una garza sterile leggermente inumidita con acqua tiepida.

Infine, è importantissimo dedicarsi all’ispezione e alla pulizia regolare delle orecchie dell’American Curl Longhair.

Esse, infatti, tendono a secernere una copiosa quantità di cerume che, se non rimossa, potrebbe causare problemi di salute al micio, come otite e altre infezioni.

Laura Bellucci