Home Curiosita La differenza tra l’American Curl e lo Scottish Fold: quale adottare

La differenza tra l’American Curl e lo Scottish Fold: quale adottare

La differenza tra l’American Curl e lo Scottish Fold, due razze meravigliose, diverse ma con tantissime caratteristiche simili tra loro.

scottish fold due gattini
(Foto AdobeStock)

Ad occhi poco esperti queste due razze potrebbe sembrare uguali, in quanto si tratta di due gatti di taglia media, con il corpo muscoloso ma abbastanza agile e con la caratteristica delle orecchie ripiegate in entrambe le razze.

Perciò come possiamo imparare a distinguerli? Come possiamo capire quale delle due razze è più idonea al nostro carattere e al nostro stile di vita?

In questo articolo andremo a scoprire le differenze tra l’American Curl e lo Scottish Fold.

Somiglianze tra l’American Curl e lo Scottish Fold

Come abbiamo appena spiegato si tratta due razze ben distinte e separate che però hanno una forte somiglianza tra loro.

scottish fold
(Foto AdobeStock)

Le somiglianze fra queste due razze consistono nel:

  • pelo: l’American Curl esiste in due versioni (longhair e shorthair). Il mantello può presentare un insieme di colori, ma sono più comuni i gatti dal pelo unicolore, multicolore e marmorizzat.  Lo Scottish anche esso è dotato di un pelo che varia da lungo a corto e il colore che presenta varietà infinite, che vanno a fare abbinamento con il colore degli occhi di ogni esemplare. In entrambi i casi il pelo è morbido, denso e setoso;
  • orecchie: in questo caso non possiamo proprio parlare di differenze in quanto entrambi possiedono questa caratteristiche facilmente riconoscibile, che riguarda le orecchie con le punte ripiegate verso il basso;
  • salute: avendo in comune questa particolare conformazione delle orecchie, queste due razze sono soggette ad una pulizia costante e attenta, in quanto le orecchie del gatto possono essere soggette alla formazione di cerume che va eliminato, onde evitare di danneggiare la delicata cartilagine.

Queste appena elencate le caratteristiche fisiche che li accomunano e di conseguenza anche la cura di questi gatti è simile.

Se vuoi sapere di più sulla cura del gatto American Curl, in questo articolo troverai un approfondimento completo.

In comune queste due razze non hanno solo l’aspetto fisico, bensì anche qualche lato del carattere risulta simile, come ad esempio:

  • temperamento tranquillo;
  • amanti dele coccole;
  • amano giocare;
  • il cambiamento non li sconvolge;
  • amano essere al centro dell’attenzione.

Potrebbe interessarti anche: Le malattie dell’American Curl: patologie comuni di questo gatto

Differenza tra l’American Curl e lo Scottish Fold

Nonostante le somiglianze precedentemente citate, esistono però altrettante differenze tra l’American Curl e lo Scottish Fold che occorre saper riconoscere per poter stabilire quale delle due razze si confà al nostro stile di vita e al nostro carattere.

Queste valutazioni vanno fatte anche dal punto di vista del gatto, in quanto anche noi potremmo essere non adatti a lui.

American Curl
(Foto AdobeStock)

Essendo due razze diverse è chiaro che anche le origini sono diverse, per cui la storia dell’American Curl ha inizio nel 1981 in California, USA.

Quando un gatto a pelo lungo con delle strane orecchie si avvicinò all’abitazione di amanti proprio di gatti, Joe e Grace Ruga. Questi adottarono subito la gattina e la chiamarono Shulamith.

Oggi questa gatta è considerata la progenitrice di tutti gli American Curl.

Per quanto riguarda invece le origini dello Scottish Fold, la prima testimonianza della presenza di questo gatto in Scozia fu nel 1961.

Anche qui c’è di mezzo una gattina che venne adottata da una famiglia di allevatori, i quali notarono le strane orecchie piegate.

Questa gattina bianca venne fatta incrociare con un British Shorthair e da cui nacque il primo esemplare della razza Scottish Fold.

Altre differenze sono quelle fisiche, ovvero:

  • dimensioni e peso: l’American Curl può pesare tra i 5 kg (femmine) e i 9 kg (maschi); mentre lo Scottish Fold è di taglia media e va dai 3,5 ai 5 kg di peso;
  • testa: l’American Curl ha la testa più lunga che larga mentre lo Scottish ha la testa media e tonda, con guance paffute e mento forte.
  • naso: il naso dell’American Curl è diritto e di media lunghezza, leggermente sporgente all’altezza di occhi e fronte; mentre nello Scottish il naso è largo e piuttosto corto;
  • occhi: gli occhi del gatto dell’American Curl sono ovaleggianti sulla parte superiore e arrotondati in basso, leggermente inclinati tra la base delle orecchie e la punta del naso. Il colore è uniforme e brillante, generalmente non collegato a quello del manto; mentre nello Scottish Fold gli occhi sono grandi, spalancati, ben aperti e distanti tra loro: il colore dev’essere in armonia con il mantello;
  • coda: la coda del gatto dell’American Curl è abbastanza larga, folta e affusolata; mentre nello Scottish la lunghezza è media, è folta e portata a pennacchio.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione dell’American Curl: alimenti, dosi e frequenza

Caratterialmente la differenza tra l’American Curl e lo Scottish Fold non è marcata, entrambi sono ottimi animali da compagnia, amano le coccole e si affezionano facilmente ai loro proprietari, che tendono a seguire tutto il giorno per casa. Sono dei giocherelloni, socievole con tutti ed entrambi amano la compagnia. Tanto da mostrare sofferenza se vengono lasciti per troppo tempo soli.

Un’altra differenza tra l’American Curl e lo Scottish è che il primo è un gatto che può avere una durata di vita che oscilla tra i 13 e i 17 anni, mentre lo Scottish può vivere all’incirca 15 anni.

Pertanto, ora che ti sei fatto un’idea delle caratteristiche dei entrambe le razze con le specifiche somiglianze e differenze tra l’American Curl e lo Scottish Fold non ti resta che optare per l’una o per l’altra razza.

Inoltre, se ti occorre approfondire l’argomento, in questo articolo potrai trovare tutto quello che c’è da sapere sul perché adottare un American Curl.

Raffaella Lauretta