Home Curiosita Differenza tra l’American Shorthair e il British Shorthair

Differenza tra l’American Shorthair e il British Shorthair

Differenza tra l’American Shorthair e il British Shorthair, due razze simili eppur diverse. Vediamo cosa le accomuna e cosa no.

due American Shorthair
(Foto AdobeStock)

Grazie agli antichi romani e ai fondatori d’America, nel mondo felino esistono due razze imparentate tra loro, molto simili eppur diverse.

Queste due razze sono l’American Shorthair e il British Shorthair, due gatti molto popolari in tutto il mondo.

Entrambi molto resistenti, con una salute di ferro e dal punto di vista della toelettatura poco impegnativi.

Sono tante le similitudini tra queste due razze ma sono anche tante le differenze tra l’American Shorthair e il British Shorthair.

In questo articolo impareremo a distinguerli per caratteristiche fisiche e caratteriali.

Somiglianze tra queste due razze

L’American Shorthair e il British Shorthair sono due razze di gatto imparentate tra loro con tante somiglianze. Scopriamole insieme.

I colori del pelo del gatto
(Foto Pixabay)

Ciò che accomuna queste due razze è l’aspetto, per il quale spesso vengono confuse tra loro, di conseguenza anche la cura di questi gatti è simile.

Le somiglianze fisiche e di salute fra queste due razze consistono in:

  • il pelo: entrambe le razze sono a pelo corto come si può dedurre dal nome. Inoltre è denso e fitto;
  • la taglia: sia l’American Shorthair che il British Shorthair sono gatti di taglia media il cui peso può arrivare per un maschio anche a 8 kg;
  • le orecchie: non sono particolarmente grandi, sono ben distanziate fra loro e presentano un leggero arrotondamento in punta;
  • sono predisposte ad ingrassare;
  • la salute: queste due razze hanno una resistenza fisica molto forte e godono entrambi di ottima salute, per cui difficilmente soffrono di qualche patologia. Le uniche patologie che più potrebbero colpire queste due razze sono: la cardiomiopatia ipertrofica felina che causa ispessimento del muscolo cardiaco è una patologia molto presente per questa razza; il rene policistico, una malattia che provoca lo sviluppo di cisti che impediscono il normale funzionamento del rene.

Dal punto di vista caratteriale l’American Shorthair e il British Shorthair risultano pressoché simili, ad esempio entrambe le razze sono:

  • amanti delle coccole;
  • con temperamento paziente e tranquillo;
  • sono giocherelloni;
  • socievoli, si adattano con facilità agli sconosciuti;
  • poco loquaci.

Inoltre sono entrambi indipendenti e possono trascorrere molto tempo senza contatto con il padrone, addirittura fino a 8 ore. Questo atteggiamento rende le due razze, ideali per le persone con poco tempo per il loro animale domestico.

Se vuoi sapere di più sulla cura del gatto American Shorthair, in questo articolo troverai un approfondimento completo.

Potrebbe interessarti anche: Le malattie dell’American Shorthair: tutte le comuni patologie

Differenza tra l’American Shorthair e il British Shorthair

Per quanto possano somigliarsi, esistono in ogni caso tanti aspetti differenti tra queste due razze.

American shorthair
(Foto AdobeStock)

Per poter essere certi tra le due razze quale è quella che più fa al caso nostro, occorre imparare a conoscerle quanto più a fondo possibile, sia per la loro somiglianza che per la differenza tra l’American Shorthair e il British Shorthair.

Non dimentichiamo che i gatti hanno un bel caratterino e potremmo essere noi quelli non scelti da loro, magari per incompatibilità di carattere o diverso stile di vita.

Essendo ormai chiaro che si tratta di due razze di gatto ben distinte e separate tra loro, è necessario sottolineare anche le differenti origini dei due gatti.

Perciò, l’American Shorthair ha origini americane, come il nome stesso lascia intendere, venne trasportato negli Stati Uniti dalla nave Mayflower, sulla quale aveva il compito di proteggere il cibo, uccidendo i topi e gli altri roditori.

Il British Shorthair invece è il discendente dei gatti portati in Gran Bretagna dai Romani e che poi furono successivamente incrociati con i gatti selvatici nativi.

Un’altra differenza tra l’American Shorthair e il British Shorthair di sicuro è da trovare nell’aspetto fisico, dove più caratteristiche risultano diverse, ovvero:

  • l’American Shorthair ha un corpo atletico e robusto, ossatura media e le zampe, ben proporzionate; il British Shorthair ha un corpo maestoso e potente.
  • il colore del pelo del gatto American Shorthair, può essere nero, blu, rosso, crema, bianco, argento, oro. In genere, tutti i colori sono accettati tranne quelli dal motivo colourpoint; mentre il colore del pelo del British può essere: nero, bianco, cioccolato, rosso, cannella, tutte le gradazioni di grigio/blu, lilla, crema, cervo, ecc: tutti i colori e le varietà di mantello sono accettate negli standard per questa razza, anche se il colore blu è più ricercato da adottare.
  • testa larga e un muso quadrato per l’americano; testa rotonda e aspetto da orsacchiotto per il British;
  • occhi tondi e un po’ inclinati, piuttosto distanti tra loro per l’American; il British occhi grandi e ben distanziati tra loro, il che lo rende subito riconoscibile tra altri gatti;
  • il colore degli occhi dell’American in genere sono in tinta con il mantello; mentre per il British il colore degli occhi può essere: blu acquamarina, oro giallo, verde, eterocromatico.

Potrebbe interessarti anche: Adottare un American Shorthair: tutti i motivi e qual è il suo padrone ideale

Caratterialmente la differenza tra l’American Shorthair e il British Shorthair.

L’American Shorthair è più socievole che indipendente, mentre il British Shorthair apprezza la compagnia di tutti i membri della famiglia, ma ha bisogno di un po’ di tempo per familiarizzare con una persona estranea al proprio gruppo familiare.

L’American Shorthair è un gatto che si adatta bene a quasi tutti gli ambienti ed è per questo che sono in tanti ad apprezzare questa razza.

Non è per niente esigente a differenza del British Shorthair, a cui come abbiam già spiegato piace essere più indipendente e ad esser lui a scegliere se venire da te o restarsene da solo.

L’American Shorthair è un gatto con una durata di vita di circa 14 anni, mentre il British può vivere all’incirca 15 anni.

Se ora hai il quadro ben più chiaro per quanto riguarda la differenza tra l’American Shorthair e il British Shorthair, potrai finalmente decidere per quale razza optare, soprattutto perché ora hai un’idea di quale può fare al caso tuo per compatibilità di carattere e stile di vita.

Sa poi ti dovesse servire un approfondimento sull’argomento, in questo articolo potrai le risposte sul perché adottare un American Shorthair.

Raffaella Lauretta