Home Curiosita Differenza tra Persiano e Himalayano: come riconoscere le due razze

Differenza tra Persiano e Himalayano: come riconoscere le due razze

La differenza tra il Persiano e l’Himalayano due gatti con tantissime caratteristiche simili tra loro, per le quali nasce spesso l’equivoco.

due persiani
(Foto AdobeStock)

Da uno sguardo poco attento che osserva il gatto Persiano e l’Himalayano, tranquillamente non noterebbe la differenza tra le due razze.

Ciò che salta agli occhi è la taglia media, i lineamenti tondi, la robustezza, l’ossatura forte, la muscolatura potente e le zampe corte che accomunano i due gatti.

Tutte queste caratteristiche simili in queste due razze potrebbero confondere chiunque.

Tuttavia esistono delle differenze tra il Persiano e L’Himalayano che occorre conoscere per individuare quale dei due gatti è più adatto al nostro stile di vita.

Somiglianze tra Persiano e Himalayano

Innegabilmente il Persiano e l’Himalayano sono due razze molto simili da un punto di vista estetico.

persiano
(Foto AdobeStock)

L’incrocio tra il Persiano con il Siamese, ha dato vita da un gatto tranquillo e affettuoso ma allo stesso tempo socievole e vivace.

Stiamo parlando dell’Himalayano un gatto che nei tratti fisici ricorda a pieno il Persiano.

Ragion per cui l’aspetto dell’Himalayano è identico a quello del Persiano classico. Perciò si tratta di gatti di taglia media, il cui peso oscilla tra i 3 e 5 kg.

Altre caratteristiche similari sono:

  • corpo tozzo e massiccio;
  • ossatura forte e muscolatura potente;
  • zampe corte ma ben piazzate a terra;
  • pelo folto, lungo, brillante e soffice;
  • occhi rotondi, grandi e scintillanti;
  • orecchie piccole tipiche dei gatti;
  • coda corta e dritta;
  • piedi sono tondi e grandi.

Queste appena elencate le caratteristiche fisiche che li accomunano e di conseguenza anche la cura di questi gatti è simile.

Se vuoi sapere di più sulla cura del gatto Persiano, in questo articolo troverai un approfondimento completo.

Tuttavia non è solo il corpo ad essere simile, anche nell’aspetto caratteriale c’è molto che possono condividere, come ad esempio:

  • temperamento tranquillo;
  • apprezzano le coccole;
  • amano la routine;
  • amano giocare ma con sessioni quotidiane brevi e di intensità moderata;
  • non amano il cambiamento;
  • non amano padroni esuberanti e poco calmi.

Potrebbe interessarti anche: Cura del gatto Persiano: dall’igiene alla spazzolatura del pelo

Differenza tra Persiano e l’Himalayano

Come abbiamo potuto vedere, sebbene le somigliane che uniscono questi due gatti sono davvero tante, esistono comunque altrettante differenze tra il Persiano e l’Himalayano, che stiamo per andare a svelare.

himalayano
(Foto AdobeStock)

Ovviamente va sottolineato che si tratta di due differenti razze, ragion per cui hanno origini diverse.

In merito al Persiano, la sua nascita è da ricercarsi in Iran o in Turchia (antica Persia, da cui deriva il suo nome).

Successivamente, nel XVII secolo, arrivò in Europa e due secoli dopo furono i Britannici a farli accoppiare con altre razze europee, ottenendo così il gatto Longhair.

Per quanto riguarda invece le origini dell’Himalayano, non sono del tutto certe, essendo nato da incroci.

Negli anni ‘30 negli Stati Uniti e in Svezia ci furono le prime notizie su questo gatto, ma solo alla fine degli anni ’40, la Gran Bretagna e gli USA, crearono un programma di allevamento per ottenere l’Himalayano.

Incrociando dei Persiani neri e blu con un Siamese dal pelo semilungo.

Le differenze tra Persiano e Himalayano che riguardano l’aspetto fisico sono da cercare soprattutto nei colori del mantello:

  • il Persiano ha una colorazione con una gamma di circa 200 combinazioni di colori. Le colorazioni del manto più diffuse sono quelle a colori solidi come bianco, nero, blu, chocolate, lilac, rosso e crema;
  • l’Himalayano invece può essere blu/ grigio-ardesia, nero / seal, cioccolato, lilas / lilac, cannella, daino, rosso, bianco. Con la base del mantello è bianca, solo le estremità sono colorate (orecchie, viso, zampe, coda).

Altre differenze riguardano:

  • la testa rotonda con un naso piatto e uno stop profondo per il Persiano;
  • la testa più larga e tonda per l’Himalayano.

Potrebbe interessarti anche: Gatto Persiano: carattere, prezzo, cuccioli, salute, alimentazione

Caratterialmente la differenza tra Persiano e Himalayano è che il primo risulta più pigro ed è un gatto più adatto alla vita in appartamento.

Non necessità affatto di andare all’esterno, mentre l’Himalayano invece è più attivo ed è più amante delle passeggiate all’aperto.

Entrambi non temono gli estranei ma il Persiano sembra essere più diffidente dell’Himalayano.

Ora che abbiamo un quadro completo delle due razze e le annesse differenze e somiglianze non resta che fare la scelta.

Inoltre, in questo articolo potrai trovare tutto quello che c’è da sapere sul perché adottare un Persiano.

Raffaella Lauretta