Il gatto ci morde le orecchie: perché lo fa e cosa significa

Foto dell'autore

By Antonio D

Gatti

Perché mai il gatto ci morde le orecchie? Potrebbe sembrare un gesto aggressivo ma meglio indagare: cosa significa questo suo gesto.

Il gatto ci morde le orecchie
(Foto AdobeStock)

Alle volte capita di pensare: ‘Perché si comporta così? Lo abbiamo ferito o cosa abbiamo fatto per infastidirlo?’. In realtà i comportamenti dei nostri amati felini domestici non sono sempre così chiari per noi padroni, per questo è importante saperne qualcosa in più. Ad esempio perché il gatto ci morde le orecchie? Quando lo fa e che significato assume questo suo gesto apparentemente ‘aggressivo’.

Il gatto ci morde le orecchie: contestualizziamo!

Non sempre è facile interpretare gesti e comportamenti dei nostri amici felini, ma è sicuramente importante contestualizzarlo nel luogo e nel tempo. Cosa stavamo facendo quando il gatto ha iniziato a morderci le orecchie?

Gatti che si mordono tra loro
(Foto Pixabay)

Se infatti siamo in un contesto di gioco, in un momento di relax ludico, allora è normale che il felino ‘aggredisca’ le nostre povere orecchie. D’altra parte se è stato abituato così fin da piccolo, non capirebbe perché smettere quando glielo chiediamo una volta che è adulto.

Quando siamo completamente rilassati (e magari anche distratti) e il nostro gatto si avvicina solo per morderci le orecchie, allora la questione potrebbe essere diversa.

Perché il micio ci morde le orecchie: le cause possibili

I nostri amici a quattro zampe possono adottare dei comportamenti non molto chiari, almeno all’inizio, come appunto quello di mordere. Ecco dunque perché un micio potrebbe comportarsi così:

Il gatto si morde la coda
(Foto Pixabay)
  • per gioco,
  • per attirare l’attenzione,
  • perché non sta bene,
  • non è stato educato a non farlo,
  • per esprimere disagio.

Potrebbe interessarti anche: Scopri qui perché il gatto morde i piedi: tutte le cause e quando preoccuparsi

Il gatto ci morde le orecchie: i rimedi da adottare

Non è detto che però le cose non possano cambiare! Se un comportamento del nostro felino non ci sta bene, possiamo sicuramente ‘rieducarlo’ oppure fargli capire che come si comporta non va bene.

Di certo educare un gattino fin da piccolo a fargli capire quando è il momento di giocare e come condurre il gioco è un’ottima idea. Ma se ormai il micio si è fatto grande e le sue abitudini non sono cambiate, dobbiamo fargli capire che il suo comportamento deve cambiare.

Se siamo dunque nel corso di una sessione di gioco dobbiamo immediatamente allontanarci e lasciarlo solo: in questo modo capirà che il suo gesto non ci piace ed è per noi un segnale di ‘stop’.

Potrebbe interessarti anche: Ecco perché il gatto morde e graffia senza motivo: cause e consigli (Video)

Errori da evitare

Un errore da non commettere è quello di ignorare il suo gesto o di non dargli il giusto peso: infatti potrebbe anche essere una richiesta di aiuto da parte del felino. Potrebbe non stare bene e voler attirare per questo la nostra attenzione.

Assicuriamoci che il micio sta bene, sottoponendolo a visita dal nostro veterinario di fiducia. Potrebbe anche essere un segnale di un disagio dovuto al cambiamento della sua routine: in questo caso diamogli il tempo di ambientarsi e di accettare le nuove condizioni. Ci vorrà magari un po’ di tempo, ma non perdiamo la pazienza e diamogli tutto il tempo necessario.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Antonio D’Agostino

Gestione cookie