Home Gatti Il gatto non cammina bene: cosa è fondamentale sapere su micio

Il gatto non cammina bene: cosa è fondamentale sapere su micio

Il gatto non cammina bene e perde sempre l’equilibrio? Potrebbe essere un segnale di qualche problema nell’animale domestico. Vediamo cosa occorre sapere per proteggere il proprio peloso.

Il gatto non cammina bene
(Foto Pixabay)

Si è sempre molto attenti alla sicurezza e al benessere del proprio felino domestico. A volte, però, possono presentarsi dei comportamenti improvvisi che indicano la presenza di un problema in lui. Senza allarmarsi troppo, è bene osservare l’animale e approfondire la sua condizione per poterla migliorare. Oggi, vediamo perché il gatto non cammina bene.

Il gatto non cammina bene: le possibili cause

Se notiamo che il gatto non cammina più bene, perde l’equilibrio e zoppica, dietro il suo andamento incerto e sofferente si nasconde, probabilmente, un problema che va portato alla luce e approfondito. Ecco quali potrebbero essere le cause delle sue difficoltà motorie.

Il felino cammina male
(Foto Pexels)

Il micio di casa è portato, per sua natura, a vivere seguendo il suo istinto, tra avventure all’esterno e anche lunghi momenti in cui sente il bisogno di allontanarsi dalla famiglia da famoso solitario qual è. Indipendente e curioso, il felino trascorre molto tempo lontano dai nostri occhi e dalla nostra protezione.

Può capitare che ritorni a casa dopo lunghe ore e presentarsi malconcio e sofferente. É normalissimo essere in apprensione per il felino, soprattutto se si iniziano a notare dei movimenti strani o se si nota che il gatto non cammina bene.

Se il gatto zoppica e non poggia bene una zampa e barcolla quando cammina, pensiamo subito che possa trattarsi di un problema doloroso che gli impedisce di appoggiarsi a terra normalmente. Ci sono delle cause scatenanti varie, come:

  • Artrosi nel gatto: un problema comune nei felini della terza età, che li porta a camminare di meno, a evitare di salire le scale e a smettere di saltare. Può verificarsi anche il caso di zoppia da artrosi, quando micio è stato sdraiato molto e vuole rialzarsi.
  • Se il gatto non riesce a saltare in alto, la causa molto probabilmente è un problema alla spina dorsale o alle zampe posteriori. Se, invece, il peloso non riesce a saltare giù soffre alle zampe anteriori.
  • Un altro problema comune nel micio anziano è l’unghia cresciuta troppo che scava nel cuscinetto; così come una ferita o un taglio possono recare dolore al gatto quando poggia la zampa per terra. Per il dolore, il pelosetto tende a leccarsi spesso nella zona.
  • L’infezione è un’altra causa possibile: una ferita o un morso di altri mici può causargli infezione. Alcuni sintomi correlati sono febbre, inappetenza nel gatto, apatia.

Altre cause per cui il felino zoppica

Micio può barcollare e camminare dolorante per un problema ai muscoli e ai tendini. Durante i giochi e le attività motorie, può succedere che si ferisca: mettersi in una brutta posizione o cadere male saltando potrebbero provocargli anche fratture e lussazioni.

Problemi respiratori e calcivirus nel gatto possono causare forte dolore e zoppia nel proprio compagno domestico.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto cammina attaccato alla parete: perché lo fa e come interpretarlo

Il micio cammina male: cosa fare e consigli utili

I rimedi e le cure da fornire al gatto che non riesce a camminare bene dipendono dal problema che ha causato questa difficoltà. Vediamo come ci si può comportare per aiutare il nostro felino sofferente senza commettere errori.

I movimenti del felino
(Foto Unsplash)

Per poter escludere qualsiasi patologia seria o trauma nel felino, è assolutamente consigliato agire subito e rivolgersi al medico esperto per ricevere il parere migliore riguardo la sua condizione e verificare la presenza del problema preciso per combatterlo.

É prevista, in questi casi, una diagnosi accurata per l’animale. In alcuni casi, può trattarsi di un’incidente domestico, come una caduta e la cura migliore sarebbe il riposo per recuperare la funzionalità della zampa o della zona colpita, insieme all’energia perduta.

Se siamo ancora soli, in attesa dell’arrivo del medico, possiamo osservare attentamente le zampe e i cuscinetti, per controllare che non vi sia un oggetto incastrato e che nessuna zona si sia gonfiata.

Se oltre alle difficoltà motorie, micio manifesta altri sintomi come quelli sopra citati, febbre, perdita di appetito, debolezza e lamenti continui, l’intervento del veterinario deve essere immediato. Insieme a lui si valuterà la cura più adatta.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G