Home Gatti Il gatto resta a bocca aperta: non si tratta di stupore

Il gatto resta a bocca aperta: non si tratta di stupore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:26
CONDIVIDI

Ci sarà capitato di vedere un gatto che resta a bocca aperta, ma sappiamo perché fa così? Ecco quello che può nascondere questa strana espressione.

Il gatto resta a bocca aperta
Il gatto resta a bocca aperta: perché lo fa (Foto AdobeStock)

I gatti sono maestri nel sorprendere, ma a volte loro stessi sembrano assumere un’espressione di stupore. Quando notiamo che il micio ha la bocca aperta, gli occhi bene aperti e il labbro superiore più vicino al naso, è ovvio chiedersi che cosa stia pensando in quel momento. Potrebbe sembrare solo stupore, e se invece fosse qualcosa che nasconde una patologia e qualcosa di più grave? Meglio conoscere tutti i motivi per cui un gatto resta a bocca aperta e in che modo tradurre questa sua smorfia così divertente.

La smorfia o sorriso di Flehmen: cos’è

Micio
Micio che fa l’occhiolino (Foto AdobeStock)

Anche detta ‘posizione o reazione di Flehmen’, essa si traduce con il mostrare l’arcata superiore dentale. In che modo? Inarcando il labbro superiore. E’ tipica di alcuni mammiferi, tra cui i felidi. Non si tratta di stupore, bensì di una serie di contrazioni per far sì che l’organo di Jacobson (vomeronasale) possa accogliere feromoni. Questo organo appunto è situato nel palato del micio, e porta il nome dello scienziato che lo studiò nel primo Ottocento.

Si tratta di una ghiandola collegata alla cavità nasale attraverso i condotti vomerali. In realtà non è prerogativa del gatto, ma anche dell’essere umano appena nato: solo verso i nove mesi di vita però tende a sparire, perché l’evoluzione dell’uomo utilizza altri mezzi per comunicare. Il gatto se ne serve invece per assimilare e interpretare i feromoni rilasciati nell’ambiente, soprattutto in alcuni momenti della vita come il periodo di calore (Leggi qui: Calore del gatto: arriva la stagione dell’amore) e per marcare il territorio (Leggi qui: Feromoni per gatti: cosa sono e come vengono percepiti).

Il gatto resta a bocca aperta: ecco perché lo fa

Il gatto resta a bocca aperta
Il gatto resta a bocca aperta: le cause (Foto AdobeStock)

Quando il proprietario vede il gatto assumere quella strana espressione probabilmente penserà che anche lui, come l’essere umano, reagisce in quel modo per mostrarsi stupefatto. Ma non è così! In realtà quando il micio resta fermo con la bocca aperta sta solo cercando di concentrarsi su una traccia olfattiva. Il linguaggio dei feromoni risulta assolutamente incomprensibile per l’uomo, e poi non dimentichiamo che l’olfatto del gatto è assolutamente superiore rispetto a quello umano.

L’organo di Jacobson contiene circa 200 milioni di cellule sensoriali, predisposte appunto a sentire i feromoni lasciati dai gatti precedentemente. E’ il modo utilizzato dai felini per comunicare tra loro, per far capire a tutti che si è predisposti all’accoppiamento o magari che quel territorio è già di loro proprietà. Per inalare meglio i feromoni il gatto apre la bocca e porta la lingua verso il palato. I messaggi odorosi in questo modo arriveranno al cervello.

E se il gatto non sta bene?

Micio
Micio (Foto Pixabay)

E se il gatto che resta a bocca aperta nascondesse in realtà un problema di salute? Infatti un’espressione del genere potrebbe svelare una difficoltà respiratoria, come la dispnea e tachipnea felina. La prima è una condizione di fatica respiratoria che si verifica sia sotto sforzo sia a riposo; la seconda è una respirazione faticosa. Naturalmente bisognerà notare in lui anche altri sintomi, per poter diagnosticarle. Vediamo se il gatto soffre anche di: rumori durante la respirazione, letargia, inappetenza, tosse, gengive bluastre. Se notiamo tutti questi segnali sarà opportuno chiamare il veterinario e fissare un appuntamento per una visita.

Potrebbe interessarti anche:

F.C.