Home Gatti Gli effetti terapeutici dei gatti

Gli effetti terapeutici dei gatti

CONDIVIDI
@Getty images
@Getty images

I gatti sono entrati a far parte del regno degli animali da compagnia in modo più recente rispetto al cane, preservando un lato misterioso con il quale continuano ad affascinare l’uomo. A differenza dei cani, che sono creature più spontanee e di cui conosciamo meglio il linguaggio grazie ad una relazione che dura da oltre 30mila anni laddove con i gatti la domesticazione risale a 15mila anni, il felino domestico ha dei modi propri e più riservati nel dimostrare il suo affetto (clicca qui) pur preservando la sua indipendenza (clicca qui).

Un affetto che secondo numerosi studi e il parere degli esperti porta benessere all’uomo, lo aiuta a potenziare le sue difese immunitarie e favorisce la guarigione. Insomma, il gatto come animale da compagnia è un apporto senz’altro positivo nella vita di un individuo che si riflette sulla salute. Non a caso, delle ricerche hanno mostrato come il gatto possa essere di aiuto in casi di patologie psichiche, così come per l’ipertensione arteriosa che nella prevenzione degli infarti. Il semplice osservare, accarezzare o parlare al gatto in un contesto non competitivo provoca dei benefici sulla salute dell’uomo e abbassa l’ipertensione.

Ecco allora che abbiamo individuato un articolo interessante su Wamiz con il quale scoprire i benefici che potrete riscontrare nella convivenza con i gatti, clicca  successiva