Home Curiosita Curiosità sul Persiano: tutte le imperdibili chicche su questa razza

Curiosità sul Persiano: tutte le imperdibili chicche su questa razza

Le curiosità sul Persiano e tutto ciò che vorresti conoscere su questa razza. Storie, particolari aneddoti ed esemplari famosi.

persiano gatto
(Foto AdobeStock)

Il gatto Persiano è l’emblema della bellezza felina, un esemplare elegante dall’aspetto regale.

È frutto di una serie di incroci con una razza proveniente dall’Iran (la storica Persia, da cui appunto prende il nome). Possiede gli occhi di colore verde, blu, arancio o impari, cioè uno di colore blu e uno arancio.

Le zampe sono corte e rotonde e il peso può oscillare dai 4 ai 7 kg. È dotato di pelo folto e lungo (fino a 20 centimetri), può avere fino a 200 combinazioni di colore, anche se i colori più diffusi sono il nero, il bianco, il cioccolato e il blu.

Questa razza può avere una durata di vita media di circa 20 anni ed è fra quelle più longeve.

Queste appena citate sono le principali caratteristiche di questa razza, ma andiamo a scoprire quali le curiosità sul Persiano che ancora non sapevate.

Le curiosità sul Persiano: lo sapevate che..?

gatto persiano
(Foto AdobeStock)

Il Persiano è un gatto affettuoso e docile, socievole con tutti e si adatta molto facilmente a nuove case e nuove famiglie, tollera molto bene anche la presenza di un cane.

In casa questo felino, sembra quasi una presenza invisibile, essendo di base un animale pigro e amante dei lunghi sonnellini.

Oltre al fatto che ha l’abilità si muoversi con un passo felpato da un angolo all’altro della casa.

La sua fama di gatto pigro lo precede ed è anche il motivo per cui occorre stare attenti alla sua alimentazione.

Questo è ciò che maggiormente si conosce di questa razza ma di seguito troverete alcune curiosità sul Persiano che forse ancora non conoscevate:

  • i primi Persiani furono portati in Europa nel XVII secolo dallo scrittore Pietro Della Valle e inizialmente gli fu attribuito il nome di gatto d’angora o gatto francese.
  • i gatti Persiani erano molto amati anche dalla Regina Vittoria, che ne possedeva di bellissimi dal colore blu;
  • una leggenda racconta che nelle carovane che percorrevano il deserto dell’Asia Minore e trasportavano tesori di spezie e gioielli rari, fossero nascosti dei bellissimi gatti dal lungo pelo;
  • il gatto persiano ha il mantello più lungo di tutte le razze di gatti esistenti;
  • di solito dorme almeno dalle dodici alle sedici ore al giorno;
  • questo gatto è soggetto all’obesità. Tende ad aumentare di peso, principalmente a causa della loro natura calma e del loro amore per dormire e farsi coccolare;
  • ci sono due aspetti negativi che dovremmo anche prendere in considerazione. La prima di queste curiosità è che sono gatti predisposti ad avere il rene policistico. Se vuoi sapere di più sulle malattie comuni del gatto Persiano, in questo articolo troverai un approfondimento completo. La seconda è che hanno problemi al naso e lacrimazione costante degli occhi.
  • l’attuale Persiano ha una morfologia che nasce dall’attuazione del principio enunciato da Konrad Lorenz secondo il quale l’uomo s’intenerisce quando nell’animale trovano delle sembianze infantili.

I Persiani di successo

Al mondo, esistono diversi esemplari di gatto Persiano che hanno avuto un enorme successo grazie a partecipazioni in qualche film o perché amici inseparabili di personaggi famosi, come ad esempio:

  • il gatto Persiano di Ernst Stavro Blofeld, il mitico nemico di James Bond. Sempre seduto sulla sua confortevole poltrona scura, intento ad accarezzare il suo grosso gatto bianco;
  • il persiano era presente nelle parodie ispirate ai film su James Bond. A cominciare da Austin Powers, dove il Dottor Male è in tutto e per tutto ispirato a Blofeld e anche lui accarezza il suo gatto;
  • nella serie animata “L’ispettore Gadget”, dove il dottor Boss Artiglio (nominato in Italia anche come dottor George Claw), sembra proprio Blofeld visto che di lui non viene mai mostrato il volto e che ha un grosso gatto come amico;
  • la regina Vittoria aveva molti gatti a corte ma sembra che il suo preferito fosse un persiano di nome White Heather che a Buckingham Palace era trattato come un vero e proprio principe.

Potrebbe interessarti anche: 4 curiosità sul gatto: le cose insospettabili sul tuo felino

Nomi per Persiani

Se sei appena tornato a casa con uno splendido cucciolo di gatto Persiano e non sai quale nome dargli, ti consigliamo di non dargli un nome troppo lungo (superiore a tre sillabe) ma neanche troppo corto (monosillabo).

Tuttavia ciò non toglie che possiate dare libero sfogo alla vostra fantasia. Di seguito alcuni suggerimenti relativi alla razza di gatto Persiana:

Gatti Persiani maschi:

  • Amos;
  • Aragon;
  • Ares;
  • Axel;
  • Bob;
  • Boby;
  • Bolt;
  • Brad;
  • Brandy;
  • Brigante;
  • Chico;
  • Chivas;
  • Duke;
  • Dyami;
  • Dylan;
  • Eden;
  • Eliot;
  • Elvis;
  • Gascon;
  • Giant;
  • Giove;
  • Jago;
  • Yano;
  • Larry;
  • Leo;
  • Manfred;
  • Max;
  • Oscar;
  • Omero;
  • Pepe;
  • Sax;
  • Sahilon
  • Satiro
  • Scott;
  • Tobby;
  • Tronky;
  • Yeiko.

Gatti Persiani femmine:

  • Alma;
  • Alyssa
  • Ala;
  • Angie;
  • Asia;
  • Bea;
  • Beauty;
  • Bella;
  • Canella;
  • Carol;
  • Chanel;
  • Cheope;
  • Cloe;
  • Daisy;
  • Dea;
  • Delia;
  • Diva;
  • Elba;
  • Elma;
  • Emmy;
  • Fiamma;
  • Flo;
  • Honey;
  • Hula;
  • India;
  • Karina;
  • Kira;
  • Lulu;
  • Maya;
  • Miele;
  • Molly;
  • Nube;
  • Neve;
  • Nina;
  • Sally;
  • Shiva;
  • Shakta;
  • Simba;
  • Tiara;
  • Vanille;
  • Vega;
  • Venus;
  • Zaira.

Questi alcuni dei suggerimenti ma ciò non toglie che potete dare il nome che più vi piace o si associa bene al vostro Persiano, l’importante è non eccedere.

Raffaella Lauretta