Home Gatti Razze di gatti particolari: i 10 esemplari più eccezionali al mondo

Razze di gatti particolari: i 10 esemplari più eccezionali al mondo

Al mondo esistono così tante razze di gatti particolari che conoscerle tutte è impossibile: queste le 10 razze più eccezionali scelte per voi.

razze di gatti particolari
(Foto Pinterest)

Chi ama l’affascinante mondo felino si chiederà spesso quanti mici popolano il mondo. Numerosi sono gli studi che approssimativamente hanno dato una stima in merito: i ricercatori dell’Ecology Global Network affermano che sono 600 milioni i gatti presenti sul nostro pianeta.

Tutti bellissimi, ma tutti diversi tra loro in base alla razza di appartenenza. Ed anche su questa questione il dibattito non si ferma: ci sono associazioni che ne riconoscono 42, altre invece che ne registrano 71.

Difficile, dunque, stabilire questi numeri con esattezza e conoscere tutte le tipologie di mici al mondo, ma sicuramente possiamo ammettere che sono tutte affascinanti e diverse tra loro: ognuna con caratteristiche peculiari ed uniche.

Esistono razze di gatti più intelligenti di altre, quelle meno socievoli, ed anche quelle che spiccano per la loro particolarità. Scopriamo le 10 razze di gatti più particolari al mondo, scelte da noi per voi tra le tantissime esistenti sul pianeta.

Razze di gatti particolari: 10 esemplari

Scegliere è stato difficile, perché sono infiniti e tutti meravigliosi gli esemplari felini: ma questa è la nostra personalissima selezione dei mici più eccezionali al mondo.

razze di gatti particolari cuccioli di Blu di Russia
(Foto Pinterest)

Queste, le nostre 10 razze di gatti particolari.

Exotic Shorthair

Questo meraviglio felino è sicuramente particolare per l’espressione del suo viso: a volte può sembrare triste, ma sicuramente trasmette dolcezza e tenerezza.

Exotic Shorthair
(Foto Pinterest)

L’Exotic Shorthair vede il suo ingresso nel mondo felino grazie all’incrocio tra un American Shorthair e un British Shorthair. Di corporatura molto massiccia ma addolcita da forme tondeggianti, ricorda il gatto Persiano ma con il pelo più corto.

Il suo corpo molto compatto è caratterizzato da una struttura forte: le zampe sono corte così come lo è il suo collo. Il suo volto tondo e tenero presenta dei grandi occhi, il naso è schiacciato e piccolo così come le orecchie. Il manto è denso e corto e non tende a cadere in grosse quantità.

Fedele al suo padrone e dal carattere tranquillo ed affettuoso, ama trascorrere il suo tempo in famiglia. Molto attivo, curioso e giocherellone ha bisogno di dedicarsi ad attività che stimolino la sua reattività e l’intelligenza, ottimo come compagno di giochi per i bambini.

Un’altra delle sue particolarità? Miagola in modo strano, specialmente quando è arrivata l’ora della pappa.

Gatto Himalayano

Frutto di un incrocio tra il gatto Siamese e quello Persiano, vede la sua particolarità nel colore del suo manto.

gatto Himalayano
(Foto Pinterest)

Il gatto Himalayano sembra che indossi una mascherina: su quasi tutto il corpo il pelo è chiaro (di varie sfumature) ma sul muso è evidenziata una colorazione più scura dove spiccano dei meravigliosi occhi azzurri, grandi e rotondi.

Anche la coda e le zampe sono di colore più scuro. Il suo manto setoso e fluente è tra i più lunghi al mondo e riveste un corpo ampio, con zampe corte ed una lunga e piena coda. Il muso, meraviglioso, tende ad essere schiacciato e largo.

Tranquillo e fedele, socievole e chiacchierone, ama giocare con il suo padrone, mostrando comunque il suo lato più docile e poco invadente.

Potrebbe interessarti: Differenza tra Persiano e Himalayano: come riconoscere le due razze

Blu di Russia

La sua particolarità? Risiede nell’incantevole raffinatezza, che lo rende anche uno dei gatti più belli al mondo.

gatto Blu di Russia
(Foto Pinterest)

Il Blu di Russia a volte viene confuso con il Certosino, ma è stato dimostrato che queste due razze non hanno legami di parentela.
Longilineo, fine ed elegante, il suo passo racchiude una sinuosità mai vista.

Il corpo è magro ma muscoloso ed il suo viso piccolo, ma con orecchie grandi, vede emergere degli occhi sorprendenti: a mandorla e di un intenso colore verde. Il tutto definito da un manto morbido e setoso completamente blu. Ecco perché viene chiamato “Blu” di Russia.

Il suo carattere rispecchia in pieno la sua forma: riservato e discreto, affettuoso e molto sensibile.

Maine Coon

Particolare si, ed anche la razza felina più grande al mondo e la più antica d’America (del Maine, precisamente).

Maine Coon
(Foto Pinterest)

Il Maine Coon ha suscitato sempre tanto interesse per via della sua fisicità così particolare, e molte sono le strane leggende a noi tramandate sulla sua origine.

Quella più diffusa lo vede come il frutto di un incrocio tra una lince, per via delle sue orecchie grandi, pelose e con all’estremità un ciuffetto, e un orsetto lavatore, per via della coda lunga, grossa e folta.

Improbabile come “storia” ma certamente spiega il perché del suo nome: Maine, la sua città d’origine, e Coon, l’abbreviazione di Raccoon, che significa orsetto lavatore.

Dal corpo robusto, lungo e muscoloso, questo esemplare è certamente uno tra i più potenti al mondo. Il pelo è lucido, resistente ed impermeabile, e non è omogeneo su tutto il corpo: più lungo sul collo, pancia, fianchi, zampe e coda, corto sulle spalle.

La coda così ampia e le orecchie molto pelose hanno precise funzioni: la prima dona calore al suo corpo quando lo avvolge, le seconde lo preservano dal freddo. Comunicativo ed intelligente, si affeziona facilmente alla sua famiglia richiedendo continue interazioni, ed adora giocare con i bambini.

Selkirk Rex

La razza felina dal manto completamente riccio, lo sono persino i baffi.

Selkirk Rex
(Foto Pinterest)

Questo affascinante, tenero e particolare micio, dal look arruffato, vede la sua origine negli Stati Uniti, dall’incrocio tra un comune gatto randagio e il Persiano. Il pelo dello Selkirk Rex, riccio e lungo, presenta una varietà di colori e di disegni: ma tutti sicuramente buffi da vedere e soffici al tatto.

Anche l’espressione del suo viso è particolare: può sembrare sempre imbronciato, ed invece, conoscendolo, si scoprirà una personalità brillante ed attiva, affettuosa e socievole.

Gatto Toyger

Toyger, la piccola tigre giocattolo. Si, le somiglia moltissimo. Questa particolarissima razza felina dal manto striato è ciò che più si avvicina ad una vera e propria tigre (ma in miniatura).

gatto Toyger
(Foto Pinterest)

Seppur ancora poco conosciuto, il Toyger sta diventando molto apprezzato tra gli appassionati felini, ed è presenza fissa nelle numerose mostre dedicate ai mici.

Il corpo piccolo ed aggraziato, ma con muscoli ben sviluppati, gli permette di essere molto agile, quasi atletico. Il manto è ciò che lo rende particolare agli occhi di tutti: corto, ma soffice e folto, è di colore arancione (molto acceso) e presenta delle strisce che rendono questa razza felina la miniatura delle tigri.

Socievole e vivace, intelligente e giocherellone: ama condividere i propri spazi e il suo tempo con la propria famiglia.

Bengala

E dopo la tigre come non parlare del leopardo, e questa è la razza Bengala: nata dall’incrocio di un leopardo e un gatto domestico.

cuccioli Bengala
(Foto Pinterest)

Particolari non solo perché ricordano questo loro selvatico antenato per via il manto, ma anche per la robustezza e la forma della testa.

L’espressione del viso così affettuosa ci è regalata dai suoi grandi e intensi occhi. Cerca costantemente l’attenzione della propria famiglia, con la quale ama giocare.

Cornish Rex

Questa razza felina trova la sua particolarità nel suo pelo: fitto e corto ma ondulato e morbido sul dorso.

Cornish Rex
(Foto Pinterest)

Questa particolare conformazione del manto, che troviamo in tanti colori, è stata causata da una mutazione genetica, in Inghilterra negli anni ’50, e Cornish (nel suo nome) richiama appunto la Cornovaglia, sua terra madre.

Piccoli, magri ma muscolosi, i Cornish Rex sono caratterizzati da un’ossatura esile, orecchie molto grandi ed una coda sottile e lunga ricoperta dal pelo riccio.

Non ama restare molto solo in casa, preferisce le attenzioni dei suoi cari e giocare con i bambini. Intelligenti, equilibrati e tranquilli amano socializzare anche con le persone che non conoscono.

Peterbald

Dall’incrocio di uno Sphynx e di un micio orientale a pelo corto è nata la razza felina Peterbald.

Peterbald
(Foto Pinterest)

Questa razza, conosciuta anche con il nome di siamese nudo, presenta un manto sottile e molto fragile, quasi fosse velluto, e in alcuni esemplari è possibile la totale assenza di pelo (appartengono a quelle razze che comunemente vengono definite nude).

I Peterbald sono anche particolari per l’interna conformazione del corpo: collo e orecchie lunghissime, così come le zampe (dalla forma ovale) e il viso triangolare.

Nell’insieme, questi gatti, risultano esili ed estremamente eleganti. A volte vengono confusi con la razza Mau (i gatti egizi) ma osservandoli attentamente noteremo la differenza: i Peterbald non hanno la pancia.

Intelligenti, attivi, docili e molto curiosi richiedono di continuo le attenzioni e l’affetto della famiglia.

Potrebbe interessarti anche: Le razze di gatto senza pelo: i mici nudi più affascinanti al mondo

Gatto Elfo

Concludiamo questa nostra personalissima selezione di razze di gatti particolari, con un esemplare davvero unico: il gatto Elfo.

gatto Elfo
(Foto Pinterest)

Facile immaginare il perché del suo nome: la somiglianza con questi esseri a noi sconosciuti è sorprendente.

Nata recentemente dall’incrocio tra un American Curl e un gatto Sphynx, questa razza felina è completamente senza pelo, ed è per questo che non può stare molte ore al sole e richiede di essere lavata più spesso. Socievole, sveglia ed intelligente: sta conquistando il cuore di molti appassionati.

Rossana Buccella