Home Gatti Razze di gatti Gatto Munchkin: prezzo, carattere, cura, alimentazione, salute, curiosità

Gatto Munchkin: prezzo, carattere, cura, alimentazione, salute, curiosità

Scheda completa sul gatto Munchkin: ecco tutto quello che c’è da sapere su questa tenera razza di gatto dall’altezza davvero ridotta.

munchkin gatto
(Foto Adobe Stock)

Signori e signore, ecco a voi il gatto Munchkin. Si tratta di un esemplare davvero unico, considerato il suo aspetto inconfondibile. Quali altre sorprese riserva questo simpatico micio? Da origini e curiosità a salute e alimentazione, scopriamo tutto quello che c’è da sapere su questa meravigliosa razza felina.

Informazioni generali sulla razza

Apriamo la nostra scheda completa sul gatto Munchkin con una carrellata di informazioni generali su questo pelosetto.

munchkin
(Foto Adobe Stock)
  • Soprannome: gatto bassotto
  • Origine: Stati Uniti
  • Vita media: 13-20 anni
  • Dimensioni: medio-piccole
  • Peso: 2-5 kg
  • Anallergico: no
  • Tendenza a fuggire: no
  • Tendenza ad ingrassare: no
  • Tendenza a miagolare: no
  • Tendenza a soffrire la solitudine: no
  • Clima: caldo-temperato
  • Compatibile con bambini: sì
  • Compatibile con altri animali: sì

Quanto costa un gatto Munchkin

Hai deciso: vuoi accogliere nella tua vita e nel tuo cuore un esemplare di questa razza. Il costo di un gatto Munchkin è compreso tra i 500 e i 1000 euro.

La cifra precisa dipende da una serie di fattori, come l’allevamento cui ci si rivolge, oltre che l’età e il sesso del micio.

Per quanto riguarda le spese di mantenimento, si aggirano intorno ai 30 euro al mese.

Habitat e stile di vita ideale

Nonostante il suo aspetto tenero e dolce, il Munchkin è un piccolo uragano di gioia e allegria.

Questo micio ha bisogno di stimoli e attività a cui dedicarsi. Per questo, l’ideale sarebbe mettere a sua disposizione un ambiente all’aperto, in cui giocare, correre e arrampicarsi.

Fondamentale è che la zona sia recintata e posta in sicurezza. In alternativa, se non si dispone di terrazzo o giardino, si potrà allestire una zona dedicata al micio all’interno della propria casa.

L’occorrente? Tiragraffi, giochi, mensole, percorsi, tunnel e via dicendo. L’adozione del gatto Munchkin è consigliata a tutti: famiglie con bambini, anziani e anche chi trascorre alcune ore fuori casa.

Infatti, nonostante sia molto legato alla sua famiglia umana, questo felino mantiene una buona dose di indipendenza e di autonomia.

Origini e storia della razza

Da dove viene il gatto Munchkin e quali tappe hanno caratterizzato la storia di questa razza? Scopriamolo insieme.

munchkin
(Foto Adobe Stock)

Responsabile del peculiare aspetto di questo micio è una mutazione genetica, che si è diffusa spontaneamente in alcuni randagi a partire dal 1944.

Negli anni ’80, una micia di nome Blackberry ha dato alla luce cuccioli portatori del gene responsabile dell’altezza ridotta della razza.

Uno di questi fu utilizzato per la riproduzione con altri randagi, in modo da differenziare il pool genetico dei mici. Il riconoscimento ufficiale della razza è avvenuto nel 1995.

Aspetto e caratteristiche fisiche

Grazie alle sue zampette di lunghezza ridotta, che lo fanno somigliare a un Bassotto, più che a un gatto, il Munchkin ha un aspetto davvero tenero e dolce. Scopriamo cosa altro c’è da sapere sulle sue caratteristiche fisiche.

munchkin
(Foto Adobe Stock)

Corpo

Il Munchkin è un gatto di taglia medio-piccola, con un peso compreso tra i 2 e i 4 kg, per un’altezza massima di soli 23 cm.

Nonostante la sua bassa statura, il suo fisico risulta agile e scattante, al pari di qualsiasi altro felino domestico.

Testa

La testa del gatto Munchkin è tonda, dalle orecchie larghe e ampie alla base. Gli occhi possono assumere tutte le tonalità possibili.

Tra le più comuni ci sono oro, verde e giallo.

Manto

Il Munchkin Shorthair è un esemplare a pelo corto, dal manto soffice e morbido. Lo standard ammette tutti i colori del mantello, come rosso, cannella, cervo, cioccolato, blu, bianco, nero e lilla.

I motivi della pelliccia accettati sono monocolore, bicolore, tricolore, colourpoint, seppia, tigrato.

Zampe

Le zampe degli esemplari di questa razza sono di lunghezza ridotta, ma ben proporzionate rispetto al resto del corpo. In particolare, è possibile distinguere tra tre diverse varietà:

  • Standard, mici con zampe di lunghezza regolare, pari a 10 cm;
  • Super Short, esemplari con arti di lunghezza compresa tra i 7,5 e i 5 cm;
  • Rug-Hugger, gatti con zampe lunghe meno di 5 cm.

Massicci e muscolosi, gli arti non ostacolano il micio nei movimenti, né compromettono la riuscita dei suoi poderosi scatti felini.

Carattere del gatto Munchkin

Oltre al tenero aspetto, il gatto Munchkin ha in serbo un temperamento davvero magnetico e irersistibile.

munchkin
(Foto Adobe Stock)

Affettuoso e coccolone, questo micio adora ricevere attenzioni e dimostrazioni d’amore da parte della sua famiglia.

Intelligente e perspicace, ama dedicarsi ad attività di gioco ed esplorazione dell’ambiente circostante. Le sue zampette di lunghezza ridotta non costituiscono certo un ostacolo: si tratta di un felino agile, attivo e giocherellone.

Allo stesso tempo, però, il gatto Munchkin è caratterizzato da un’indole pacata ed equilibrata.

Compatibilità con bambini e altri animali

I mici di questa razza sono dei perfetti compagni di giochi per i più piccoli, a patto che la loro relazione sia basata sul rispetto reciproco.

Via libera anche alla convivenza con altri quattro zampe. Questo gatto, infatti, ha un carattere amichevole e socievole che gli permette di andare d’accordo sia con i cani che con i gatti.

Salute e cura del gatto Munchkin

Gli esemplari di questa razza sono incredibilmente longevi. Basti pensare, infatti, che la durata media della loro vita è compresa tra i 13 e i 20 anni.

gatto munchkin
(Foto Adobe Stock)

Esistono malattie comuni nel gatto Munchkin? Questi mici risultano esclusivamente a rischio di sviluppare una patologia.

Si tratta della lordosi e può colpire i gatti in forma più o meno grave. Nel caso di lordosi severa, di norma gli animali non superano le 12 settimane.

Se presente in forma lieve, invece, non compromette la durata e la qualità della vita del pelosetto.

Come prendersi cura del gatto Munckhin? Trattandosi di esemplari a pelo corto, è sufficiente spazzolarli una volta a settimana.

Le operazioni di toelettatura e spazzolatura sono decisamente semplici e veloci. Infatti, non sono noti per essere dei mici che tendono a perdere ingenti quantità di pelo.

Alimentazione ideale

Cosa dare da mangiare al gatto Munchkin, per fare in modo che la sua alimentazione contribuisca a rendere lunga e serena la vita del pelosetto?

gatto
(Foto Pixabay)

Trattandosi di un carnivoro obbligato, esattamente come gli altri membri della sua stessa specie, questo micio deve assumere principalmente proteine animali.

Via libera alla carne: pollo, manzo, coniglio e vitello sono i cibi più indicati per il pelosetto. Gli esemplari di questa razza non risultano predisposti all’accumulo di peso in eccesso.

Tuttavia, per indicazioni più specifiche è consigliabile rivolgersi al veterinario, che formulerà la dieta perfetta per il pelosetto sulla base di stile di vita, età, salute e peso dell’animale.

Riproduzione e cuccioli

Ti piacerebbe far accoppiare il tuo gatto Munchkin? Ecco cosa sapere su riproduzione e cuccioli della razza.

gatto munchkin
(Foto Adobe Stock)

Lo standard ammette l’accoppiamento tra esemplari a pelo corto e a pelo lungo. Solitamente, la gestazione delle gatte ha una durata compresa tra i 63 e i 68 giorni.

Al termine di questo arco di tempo, vengono alla luce 2-3 gattini, che assumeranno definitivamente le dimensioni adulte intorno al primo anno di vita.

Nomi per il tuo gatto Munchkin

Hai deciso di adottare un gatto Munchkin e sei alla ricerca di consigli sul nome perfetto per il tuo nuovo amico a quattro zampe?

Manchy razza Munchkin con zampe corte
(Foto Instagram)

Si tratta di una decisione importante: il nome scelto accompagnerà il tuo pelosetto per tutto il resto della sua vita.

Per questo, il miglior consiglio è di prediligere parole semplici da comprendere e da memorizzare per il gatto. Quindi, è essenziale optare per appellativi brevi, possibilmente formati dalla ripetizione di sillabe simili o uguali tra loro.

Punta tutto su una particolarità del micio, per far sì che il nome rifletta la sua unicità. Hai curiosità di sapere quali sono gli appellativi più gettonati per il Munchkin? Scopriamoli insieme.

  • Femmine: Ester e Missy;
  • Maschi: Rocky e Igor.

Curiosità sul gatto Munchkin

Infine, non ci resta che concludere la nostra scheda completa con una carrellata di imperdibili curiosità sul gatto Munchkin. Pronti a scoprirle tutte?

munckin
(Foto Pixabay)
  • Per l’incredibile somiglianza con la razza canina, a causa delle stesse zampotte corte e dell’aspetto tenero, il gatto Munchkin è soprannominato micio bassotto;
  • Gli esemplari di questa razza sono disponibili in due varianti: una a pelo corto e una Longhair;
  • Dall’incrocio con il Persiano ha avuto origine il tenero Minuet. Si tratta di un micio che sintetizza i migliori pregi dei suoi progenitori. Tra le caratteristiche ereditate dal Munchkin, naturalmente, c’è la sua bassa statura.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Laura Bellucci