Home Gatti Il riflesso perineale nel gattino: che cos’è e a cosa serve

Il riflesso perineale nel gattino: che cos’è e a cosa serve

Il riflesso perineale è fondamentale per la sopravvivenza del gattino appena nato: ma che cos’è? E qual è la sua funzione? Scopriamolo insieme.

Il riflesso perineale nel gattino
(Foto Adobe Stock)

Il riflesso perineale è uno degli automatismi che assicurano la sopravvivenza del gattino appena nato, aiutandolo a superare i primissimi giorni di vita. Ma in che cosa consiste? E qual è la sua funzione? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Riflesso perineale nel gattino

I più esperti molto probabilmente sapranno già che cos’è il riflesso perineale del gattino; altri ancora sanno in che cosa consiste l’automatismo, ignorando tuttavia che è denominato in questo modo.

gattino abbandonato campana vetro
(Foto Pixabay)

Chi non ha mai avuto animali domestici, o comunque è alle prime armi, potrebbe non sapere in che cosa consiste il riflesso perineale; cosa molto importante da conoscere, soprattutto laddove ci troviamo a dover accudire un gattino orfano.

Nei primissimi giorni di vita, il piccolo non è in grado di espellere urine e feci in autonomia; è proprio la mamma a stimolare la minzione, leccando l’orifizio anale ed uretrale. In tal modo mamma gatto attiverà l’automatismo noto appunto come riflesso perineale, che consentirà al cucciolo al gattino di evacuare.

Potrebbe interessarti anche: Il riflesso labiale nel gatto: che cos’è e quando si manifesta

I sensi del gatto

Il gattino avrà bisogno del riflesso perineale soltanto per poche settimane, ovvero fino a quando non potrà espellere feci ed urina in piena autonomia.

Gattino nella mano di un bambino
(Foto Pixabay)

D’altronde nei primissimi giorni di vita il piccolo è assistito da una serie di automatismi, che ne consentono la sopravvivenza, in attesa che i suoi sensi si sviluppino velocemente.

Appena nato, infatti, il piccolo è totalmente indifeso, non potendo contare né sulla vista, né sull’olfatto né tantomeno l’udito. Quest’ultimo è il senso più sviluppato del nostro amico a quattro zampe: il felino è in grado di percepire vibrazioni che giungono fino a 50000 Hz; gli esseri umani avvertono a malapena suoni fino ai 20000.

Potrebbe interessarti anche: Come dar da mangiare ad un gattino con il biberon

L’olfatto del gatto, pur non raggiugendo le doti di eccellenza che contraddistingue quello canino, rimane un senso dai poteri straordinari; ed anche la vista del felino ha grandi peculiarità, consentendogli un’ottimale visione durante le ore notturne.

In poco tempo, il gattino diventerà un essere dalle doti straordinarie; bastano in fondo poche settimane, durante le quali, in attesa che i suoi sensi si sviluppino, sarà protetto dalla mamma e da alcuni automatismi, come appunto il riflesso perineale.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

A. S.