Home Gatti Salute dei Gatti Come trattare i morsi del cane sul gatto: i vari consigli

Come trattare i morsi del cane sul gatto: i vari consigli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:59
CONDIVIDI

Il vostro felino è uscito per una passeggiata e al suo ritorno presenta un morso di un cane randagio e non sapete cosa fare? Ecco come trattare i morsi del cane sul gatto.

Come trattare i morsi del cane sul gatto
Come trattare i morsi del cane sul gatto: i vari consigli (Foto Adobe Stock)

E’ risaputo che i gatti amano la libertà e facilmente, quando possono, ”scappano” di casa per poi ritornare quando vogliono. Molto spesso però può capitare che il vostro felino possa fare sgraditi incontri e tornare a casa con il morso di qualche cane randagio.

Può anche capitare che chi convive con entrambi gli amici pelosi, questi ultimi possano avere qualche ”litigio” e Fido potrebbe mordere micio. Ma qualunque sia il modo in cui micio si è procurato tale ferita, cosa bisogna fare a riguardo? Vediamo insieme come trattare i morsi del cane sul gatto.

Potrebbe interessarti anche: Punture di insetti nel gatto: come comportarsi e quali rischi ci sono

Il cane ha morso il gatto: ecco cosa fare

cane gatto animali domestici
(Getty Images)

I gatti sono animali indipendenti e molto spesso scappano di casa per poi ritornare in giornata o dopo giorni. Può capitare durante questo tempo che il proprio micio si faccia del male, soprattutto che venga morso da un cane randagio.

La prima cosa da fare quando il proprio micio viene morso da un cane, sia domestico che randagio, è necessario controllare se la ferita che gli ha provocato sanguina. In quanto i morsi dei cani nonostante possano essere piccoli possono provocare emorragie.

Quindi con una garza sterile, e non con un fazzoletto o della carta igienica che possono presentare batteri, fate pressione sulla ferita e fermate il sanguinamento. Potrebbe essere necessario l’aiuto di un’altra persona in quanto sappiamo bene che i felini quando hanno paura si nascondono.

Fatto ciò ispezionate il corpo del vostro micio, per evidenziare altre eventuali ferite che possono non sanguinare ma vanno comunque pulite. Dopodiché procedete nella pulizia delle ferite, utilizzando una soluzione antisettica, in mancanza di quest’ultima potreste utilizzare della semplice acqua.

Se volete inoltre potete preparare una soluzione salina, facendo bollire mezzo litro d’acqua e immergendo al suo interno un cucchiaino di sale, una volta raffreddato utilizzatela per la pulizia delle ferite. E’ importante ricordare che una ferita sul gatto dovuta ad un morso di un cane se trascurata può trasformarsi in qualcosa di più grave, come un ascesso nel micio.

Per questo motivo è necessario che ogni ferita anche quella che potrebbe sembrarvi insignificante, debba essere controllata da un veterinario. Quest’ultimo sarà capace di darvi il trattamento giusto a seconda della gravità della ferita che il vostro gatto ha subito.

Prendersi cura del gatto a casa

Frattura della zampa del gatto
(Foto Adobe Stock)

Qualsiasi sia la cura che abbia prescritto il veterinario per il vostro amico a quattro zampe, la ferita del vostro felino verrà sicuramente fasciata e a seconda delle indicazioni del veterinario rispettate i vari giorni di cambiamento della fasciatura. Inoltre è necessario tenere il gatto sempre sotto controllo, per evitare che si gratti, si morda o si lecchi la ferita.

Nel caso in cui siano stati applicati dei punti di sutura al vostro micio, è necessario prendere un appuntamento con il veterinario per la loro rimozione. Generalmente dovrebbero passare dai 10 ai 12 giorni.

Infine è importante prevenire tali incidenti in futuro. Nel caso in cui a mordere il vostro gatto sia stato il vostro cane, è necessario tenere distanti questi due affinché non risultino entrambi calmi. Nel caso in cui l’aggressione è avvenuta all’esterno delle vostra mura, dovreste fare attenzione a dove il vostro gatto va, limitando magari le uscite solitarie.

Marianna Durante