Home Gatti Salute dei Gatti Displasia dell’anca nel gatto: cos’è, quali sono i sintomi, come si cura

Displasia dell’anca nel gatto: cos’è, quali sono i sintomi, come si cura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:23
CONDIVIDI

La displasia dell’anca è una patologia che può colpire il gatto e ha cause principalmente genetiche. Scopriamo tutto su questa malattia.

displasia anca gatto
Displasia dell’anca nel gatto (Foto Adobe Stock)

La displasia dell’anca è una malattia molto frequente nel cane, che può manifestarsi anche nel gatto. Di cosa si tratta, come individuarla in tempo e a quali cure sottoporre il micio? Capiamo insieme tutto ciò che c’è da sapere per proteggere la salute del nostro amico a quattro zampe.

Potrebbe interessarti anche: Gatti e malattie genetiche: tutte le principali patologie feline

Cos’è la displasia nell’anca del gatto

gatto malato
La displasia dell’anca nel micio provoca una crescita anormale della cartilagine di questa articolazione (Foto Adobe Stock)

La displasia dell’anca è una malattia che colpisce l’articolazione che si incastra nella testa del femore del gatto. Questa patologia provoca una degenerazione della cartilagine del micio in questa zona.

Riducendosi di spessore, essa può causare microfratture e l’aumento di produzione del tessuto osseo, provocando una crescita anomala dell’articolazione dell’anca. Quali sono le cause di questo disturbo?

Nella maggior parte dei casi si tratta di una malattia di natura ereditaria. Le razze di gatto maggiormente predisposte all’insorgenza della displasia dell’anca sono:

In tal caso, sono sconsigliati accoppiamento e riproduzione tra i felini affetti da questa malattia, per impedirne la trasmissione genetica. Tra le altre cause che potrebbero provocare la comparsa di questa patologia ci sono:

  • Traumi
  • Alimentazione scorretta
  • Attività fisica eccessiva
  • Sovrappeso e obesità

Potrebbe interessarti anche: Adottare un Maine Coon: 7 buone ragioni per volere questo bel gattone

Segni clinici della patologia

gatto malato
Il gatto prova dolore, cammina poco e con un’andatura saltellante? Potrebbe essere affetto da displasia dell’anca (Foto Pixabay)

Come si manifesta la displasia dell’anca nel gatto? Vediamo quali sono i principali sintomi di questa patologia:

  • Andatura anomala e difficoltà nella deambulazione
  • Diminuzione di movimento e attività fisica
  • Tendenza all’isolamento
  • Dolore localizzato nella parte bassa della schiena
  • Eccessivo sviluppo dei muscoli delle spalle e inarcamento della schiena
  • Il gatto non usa la lettiera

Se il micio manifesta uno o più sintomi elencati, è fondamentale rivolgersi tempestivamente al veterinario.

Diagnosi e cure della displasia nell’anca del gatto

micio veterinario
Nei casi più gravi, il micio dovrà essere sottoposto a un intervento chirurgico (Foto Adobe Stock)

Per diagnosticare la displasia dell’anca nel gatto, il veterinario dovrà sottoporre il micio ad una accurata visita agli arti e all’esame radiologico del bacino. Inoltre potrebbe essere necessario effettuare ulteriori test come analisi del sangue ed esami delle urine.

Purtroppo, ad oggi non esiste una cura risolutiva per la displasia dell’anca. A seconda dello stadio di questa patologia, però, il veterinario potrà individuare una terapia per alleviare il dolore del micio e rallentare la progressione della malattia.

Se la situazione non è grave, si potrà ricorrere alla somministrazione di farmaci antinfiammatori e a sedute di fisioterapia, volte a rafforzare muscoli ed articolazioni. Nel caso in cui la malattia sia in fase avanza, occorrerà sottoporre il gatto ad una operazione chirurgica.

La prognosi è buona: il micio potrà parzialmente recuperare la sua libertà di movimento e la sua qualità della vita sarà  soddisfacente.

Laura Bellucci