Home Gatti Salute dei Gatti Dolore neuropatico nel gatto: cause, sintomi e trattamento

Dolore neuropatico nel gatto: cause, sintomi e trattamento

Il dolore neuropatico nel gatto, è un’infiammazione diffusa nell’intero sistema nervoso centrale dell’animale. Vediamo cause, sintomi e cura.

gatto malato
(Foto AdobeStock)

L’origine del dolore neuropatico nel gatto è data da una lesione o una malattia relativa ai nervi del corpo e al modo in cui funzionano, o all’interno del midollo spinale stesso.

Tale condizione è difficile da individuare nel felino, ancor più difficile delle altre malattie che il gatto tende a nasconderci.

Chi vive con uno di questi splendidi animali, sa benissimo quanto sono schivi e quanto grande è la loro difficoltà nel dimostrarsi vulnerabili.

La loro indole selvatica, tende a prevalere, cercando di mostrarsi sempre forti per non cedere ai predatori.

Un atteggiamento questo ancora presente seppure oramai addomesticati.

Per tale motivo, sarà maggiormente complicato riuscire a capire precocemente la presenza di un dolore neuropatico nel gatto.

In questo articolo cercheremo di far luce sulle cause, i sintomi e la cura di questa condizione nel micio.

Cause del dolore neuropatico nel gatto

Le cause del dolore neuropatico nel gatto possono essere diverse e derivanti dalla condizione del midollo.

gatto malato
(Foto AdobeStock)

La causa più comune è il diabete mellito che provoca debolezza alle zampe posteriori (derivata dai danni ai nervi causati da livelli costantemente elevati di zucchero nel sangue) e debolezza, con formicolio e intorpidimento agli arti.

Un’altra causa è l’amputazione di un arto, dove il dolore dell’arto mancante provoca l’impressione di dolore proveniente da una gamba che è stata rimossa chirurgicamente.

 Infine il dolore può avere origine anche dalla malattia del disco intervertebrale ( IVDD ), che può causare dolore in diverse aree del corpo, a seconda di quale parte del midollo è interessata.

Sintomi

Il dolore neuropatico nel gatto ovvero i danni ai tessuti del corpo e ai nervi che creano un dolore costante (cronico) hanno origine all’interno del midollo spinale e generano sintomi, come:

  • atrofia muscolare;
  • autolesionismo nella zona interessata;
  • incontinenza;
  • mancanza di appetito;
  • miagolii intensi;
  • scuotimento o contrazioni della pelle;
  • trascinamento dell’arto;
  • zoppicamento.

Si tratta di segnali generati da un leggero tocco sulla zona interessata e/o da un’accresciuta percezione del dolore nell’animale.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto anziano ha dolore alle zampe: le spiegazioni e cosa fare

Diagnosi e trattamento del dolore neuropatico nel gatto

Per poter effettuare una diagnosi il veterinario dovrà essere informato sulla storia medica e comportamentale del gatto e sulla comparsa dei sintomi che hanno portato a questa condizione.

Dopodiché, eseguirà un esame fisico sul gatto, il test dei riflessi per valutare il sistema nervoso, insieme ad altri esami diagnostici, quali:

  • esami del sangue;
  • test della glicemia (aiuteranno a determinare se il gatto è diabetico);
  • raggi X e l’ecografia speciale (per cercare eventuali tumori nell’osso o nel midollo spinale).

Stabilita la diagnosi, come terapia iniziale per il dolore neuropatico, il veterinario prescriverà farmaci analgesici e antidolorifici (fino a quando non viene trovato quello che dona sollievo al gatto).

Grazie all’aiuto degli analgesici, la qualità della vita del gatto, può essere dignitosa, a patto che la condizione sottostante che causa il dolore venga tenuta sotto controllo dal veterinario.