Home Gatti Salute dei Gatti Gatto troppo magro: cause della perdita di peso e rimedi

Gatto troppo magro: cause della perdita di peso e rimedi

Il tuo gatto è troppo magro e non sai come intervenire? Ecco quali potrebbero essere le cause della magrezza e come aumentare il suo peso.

Gattino troppo magro
(Foto Pixabay)

Siamo tutti d’accordo che il micio deve tenersi in forma, supportato da una corretta e sana alimentazione e anche facendo attività fisica. Ma a volte il problema può essere l’opposto, ovvero una eccessiva magrezza che incide inevitabilmente anche sulla sua crescita. Come capire se e perché il gatto è troppo magro e come aiutarlo a tornare in forma con i consigli giusti.

Il gatto è troppo magro: sintomi della magrezza eccessiva

Capire se il gatto è troppo magro o si tratta semplicemente di un micio normopeso è abbastanza intuitivo.

Micio nell'erba
(Foto Pixabay)

Tuttavia, potrebbero presentarsi delle difficoltà, dovute al fatto che si è alle prime armi nell’approccio con un felino, o che il micio risulta sfuggente e difficilmente avvicinabile.

Per questo, è importante conoscere tutti gli indizi a cui prestare attenzione, per capire se si è realmente di fronte a un gatto troppo magro.

In questo caso, infatti, la tempestività è tutto: occorrerà intervenire immediatamente per il benessere del micio. Vediamo quali sono i sintomi della magrezza eccessiva sia nei cuccioli che nei gatti adulti.

Il cucciolo di gatto è troppo magro

Che un gattino sia piccolo è normale poiché non è ancora sviluppato e ha ovviamente una corporatura diversa rispetto ad un esemplare adulto.

Ma quando questo suo essere piccolo può definirsi ‘magrezza eccessiva’ al limite del sottopeso?

Un gattino appena nato dovrebbe pesare intorno ai 100gr, sebbene questo fattore dipende molto dalla razza (e la stazza) dei suoi genitori, ma anche le condizioni di salute di mamma gatta durante il parto e come sono stati allattati subito dopo la nascita.

Se dopo la prima settimana il peso dovrebbe essere raddoppiato, alla terza settimana dovrebbe raggiungere i 300 gr e al primo mese di vita dovrebbe essere all’incirca di mezzo kg, per sfiorare il kg dopo i primi due mesi.

Se però ti rendi conto che il peso del tuo gattino stenta a salire e in generale il suo aspetto ti appare poco in forma e sano, meglio rivolgersi ad un veterinario esperto ed esporgli il problema.

E’ probabile che ci sia stato qualche problema con l’assunzione del latte materno o è incorso in qualche infezione parassitaria a livello gastro-intestinale. Anche nell’aspetto fisico possiamo individuare dei segnali che qualcosa non va:

  • si vedono le costole,
  • si vedono le ossa,
  • puoi contare le sue ossa,
  • il corpo è piccolo e c’è poca carne,
  • il torace è prominente.

Il gatto adulto è troppo magro

Il peso medio del gatto adulto dovrebbe essere compreso tra i 3,6 e i 4,5 kg. Naturalmente, si tratta di indicazioni approssimative, poiché molto dipende dalla stazza del micio, oltre che dal sesso e dall’età.

Sfortunatamente, non esiste un indice di massa corporea per gatto, come invece avviene per gli esseri umani. Quindi il miglior modo per capire se un gatto è troppo magro è quello di osservarlo attentamente.

Sostanzialmente, senza prendere in considerazione la condizione patologica opposta, ovvero l’obesità nel micio, è possibile individuare tre tipi di silhouette del felino:

  • Peso forma, quando le costole del gatto sono percepibili solo al tatto, le anche risultano visibili ma ben piene e le vertebre non risultano visibili o percepibili al tatto;
  • Micio esile, quando è possibile sentire le vertebre al tatto;
  • Gatto troppo magro, se le costole e le vertebre sono visibili a occhio nudo, le anche risultano spigolose e lo sterno è evidente all’occhio.

Oltre all’eccessiva magrezza, un gatto sottopeso mostra un comportamento differente rispetto ai suoi simili. Vista la sua condizione, infatti, appare più debole, meno attivo e molto abbattuto, fino a sfiorare la depressione.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione del gatto: la dieta ideale, cibi sconsigliati, tutti i consigli

Il micio è sottopeso: le cause da indagare

Se il gatto non solo è troppo magro, ma non riesce ad ingrassare, allora bisogna capire qual è il problema e la migliore soluzione per far sì che questo non ostacoli la salute del felino.

Gattino e mamma gatta
(Foto Pixabay)

Il primo ambito in cui indagare è l’alimentazione: se è scarsa o costituita da prodotti di bassa qualità e poco nutrienti, non possiamo pretendere che il gatto ingrassi!

Se invece il cibo è ottimo e adatto alle sue esigenze, potrebbe essere che il micio non lo assimili bene o a sufficienza: potrebbe trattarsi dunque di un problema alla bocca (ad esempio un mal di denti o un’ulcera) oppure di un fattore emotivo.

Quando infatti si sente stressato o a disagio, lo stomaco del micio tende a chiudersi e a farlo diventare inappetente.

Purtroppo la causa potrebbe anche essere legata ad un problema di salute, perché alcune malattie hanno tra gli effetti proprio uno scarso appetito che ferma la crescita. Tra le principali patologie che determinano un’eccessiva magrezza nel gatto ci sono:

  • Diabete mellito;
  • Ipertiroidismo;
  • Stomatite;
  • Infestazioni da vermi;
  • Disturbi digestivi;
  • Insufficienza renale cronica.

Se vuoi scoprire come intervenire quali sono i possibili rimedi per aiutare un gatto troppo magro, clicca su SUCCESSIVO