Home Gatti Salute dei Gatti Cinetosi nel gatto: causa,sintomi, trattamento e prevenzione

Cinetosi nel gatto: causa,sintomi, trattamento e prevenzione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:13
CONDIVIDI

Il gatto presenta gli stessi sintomi del mal d’auto che ha anche l’uomo. Occorrerà identificare però se si tratta di stress, ansia oppure di cinetosi nel gatto.

gatto in auto
Cinetosi nel gatto.(Foto Pixabay)

Il gatto in genere è un animale che non ama gli spostamenti e in particolare viaggiare in automobile. A questo è associato un motivo, purtroppo come l’uomo, il felino durante il viaggio più o meno lungo che sia, può soffrire di cinetosi nel gatto, il cosiddetto mal d’auto.

Causa della cinetosi nel gatto

Morbo di Bowen
Cinetosi nel gatto.(Foto Pixabay)

Negli animali la cinetosi si verifica come nelle persone: ha a che fare con l’equilibrio che abbiamo nell’orecchio. I gattini hanno maggiori probabilità di soffrire di vertigini, poiché  le orecchie del felino non sono completamente formate.

Sebbene, si verifichi anche negli adulti (sia umani che animali), ma meno frequentemente. Una probabile causa di cinetosi nel gatto, può essere sicuramente emotiva (comportamentale), legata a una brutta esperienza di viaggio avuta nei primi anni di vita o anche al fatto che i gatti non viaggiano spesso in auto e questo comporta la mancanza di abitudine e quindi il disagio.

Sintomi della cinetosi nel gatto

I principali sintomi della cinetosi nel gatto sono: vomito e diarrea. (Foto Pixabay)

Il gatto in questa situazione, mostra il suo disagio in vari modi. I primi sintomi di cinetosi nel gatto possono essere:

  • sbavare eccessivamente;
  • miagolare insistentemente;
  • restare immobile o agire con paura di muoversi;
  • vomito o rigurgito;
  • ansia e stress nel gatto;
  • angoscia;
  • urinare o defecare.

Diagnosi e trattamento

gatto a controllo
Il veterinario proporrà un piano di trattamento in linea con le esigenze.(Foto iStock)

La diagnosi è presto fatta, il veterinario una volta indagato sulla storia pregressa del gatto, messo da parte le considerazioni di una problematica neurologica, comportamentale e di altro tipo di vomito, potrà individuare la causa della cinetosi nel gatto. Il trattamento di questa problematica consiste nel far familiarizzare il gatto con le uscite in auto.

Se ciò non dovesse bastare a risolvere il problema, il veterinario potrà prescrivere determinati farmaci per aiutare a superare la situazione. Ad esempio: gli antistaminici (ad es. Difenidramina) eseguono un’azione sedativa per calmare leggermente l’animale durante il viaggio e per ridurre la sbavatura.

Altri farmaci da banco (OTC) che possono dare sollievo, includono meclizina e dimenidrinato. Questi farmaci non mettono in sedazione l’animale, ma possono ridurre la nausea e il vomitodel gatto. Inoltre in commercio si trovano prodotti specifici che limitano la nausea con effetti rilassanti a base di sostanze naturali come estratti di zenzero, lichene islandico e passiflora.

In alcuni casi si può tentare di far calmare il gatto usando uno spray ai feromoni da vaporizzare direttamente sul trasportino per infondere maggior fiducia e relax.

Prevenzione della cinetosi nel gatto

cura gatto medicine
I farmaci per il gatto (Foto iStock)

Nel caso del gatto, prova ad associare l’auto a cose positive. All’inizio è bene fare brevi passeggiate in auto e poi uscire a fare un giro o fare qualcosa di divertente. Man mano che il gatto si abitua a questa associazione di auto = divertimento, le vertigini da stress scompaiono gradualmente. Ecco alcuni consigli:

  • innanzitutto rivolgersi al veterinario, il quale può suggerire farmaci sicuri ed efficaci per garantire che il viaggio proceda senza intoppi ogni volta;
  • fa viaggiare il gatto a stomaco vuoto;
  • se viaggi in treno o aereo, trova il posto giusto per metterlo al sicuro e che gli dia serenità;
  • aiutati con la terapia floreale, con una formulazione specifica per il viaggio. Quando si tratta di vertigini dovute allo stress, dovrà essere conseguita una formulazione personalizzata poiché ogni gatto dovrà gestire emozioni diverse.
  • si possono utilizzare alcune gocce di olio di lavanda sparse per l’auto, ma non applicarlo mai direttamente sul loro corpo del gatto. Questo metodo può risultare rilassante ed efficace per loro e per noi.

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche i seguenti link: