Home Gatti Salute dei Gatti Rogna nei gatti: cause, sintomi, cura e rimedi naturali

Rogna nei gatti: cause, sintomi, cura e rimedi naturali

CONDIVIDI

La rogna, o scabbia, è una malattia della pelle che colpisce i gatti: scopriamone insieme le cause, i sintomi e le migliori cure e rimedi naturali per sconfiggerla.

parassiti del gatto

La rogna nei gatti si manifesta a causa di un’infestazione di acari che provocano al nostro amico felino prurito e irritazione che spesso portano alla formazione di croste e ferite sulla pelle.

La rogna è molto più frequente nei cani rispetto a quanto accade per i gatti e può essere curata con successo a patto di riconoscerla in tempo: per questo motivo, è fondamentale conoscere le cause, i sintomi e le modalità di contagio in modo da rivolgersi tempestivamente al veterinario in caso di necessità.

Potrebbe interessarti anche >>> La rogna nei cani: tutto quello che c’è da sapere

Cause e contagio della rogna nel gatto

Come accennato, a causare la rogna nei gatti sono gli acari e in particolare l’acaro Notoedris Cati.
Questa malattia della pelle è estremamente contagiosa e può essere causata dal contatto con un altro gatto o animale già infetto.
La rogna può attaccare anche gli esseri umani e va pertanto curata prima possibile.

Sintomi della rogna nei gatti

La malattia spesso compare in maniera localizzata a partire da collo, testa e orecchie per poi diffondersi nel resto del corpo. Per i gatti, la scabbia si caratterizza per una serie di sintomi ben precisi:

  • prurito molto intenso, che portano il gatto a graffiarsi e mordersi da solo;
  • irritazione e infiammazione sulla pelle,
  • perdita di peso,
  • cattivo odore della pelle,
  • cattivo umore e ansia,
  • comparsa di croste nelle aree colpite.

Cure e rimedi naturali per la rogna

tigro gatto milionario

Se il tuo gatto si ammala di rogna dovrai prima di tutto isolarlo da altri animali finché non sarà completamente guarito: il processo di guarigione potrebbe durare settimane o mesi.

In caso di rogna è fondamentale curare ancora di più l’igiene del gatto: puliscilo bene prima di iniziare la cura e lava anche tutti i suoi oggetti (lettiera, coperte, lettino, giochi, ciotole, collare). Quando tocchi il gatto o le sue cose, assicurati di indossare i guanti in lattice.

La rogna nei gatti può essere combattuta con alcuni rimedi naturali casalinghi che, pur non curandola del tutto, aiutano ad alleviarne i sintomi:

  • Oli essenziali di oliva, mandorla e lavanda possono essere massaggiati delicatamente sulle zone colpite per calmare l’irritazione e ridurre il prurito;
  • L’olio di mais attacca e sconfigge gli acari della rogna e va massaggiato quotidianamente per 15 giorni;
  • Il sapone di zolfo ha proprietà antibatteriche e antifungine ottime per aiutare il gatto con la rogna. Va utilizzato per fare il bagno al gatto due volte al giorno;
  • Pulisci le orecchie e le zone maggiormente colpite con una soluzione di acqua e acido borico, noto per le proprietà antisettiche;
  • Mischia aceto bianco e acqua, poi utilizza questa soluzione con un contagocce per applicarlo al gatto facendo attenzione a non versarla su ferite aperte.

Questi rimedi, seppur utili per far stare meglio il tuo amico a quattro zampe, non sono efficaci se non sei sicuro della diagnosi di rogna per il tuo gatto: rivolgiti sempre al veterinario prima di mettere in atto qualsiasi tipo di trattamento.

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI