Home Gatti Salute dei Gatti Salute del gatto Siamese: quali sono le malattie più comuni

Salute del gatto Siamese: quali sono le malattie più comuni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:25
CONDIVIDI

Alla scoperta del Siamese: vediamo quali sono le malattie più comuni di questa razza e come proteggere la salute del nostro amico a quattro zampe.

siamese malattie comuni
Salute del gatto Siamese: quali sono le malattie più comuni (Foto Adobe Stock)

Tendenzialmente, questi splendidi esemplari dagli occhi magnetici godono di ottima salute. Tuttavia, i mici di questa razza sono maggiormente predisposti all’insorgenza di patologie genetiche. Scopriamo l’elenco delle malattie comuni nel Siamese, per capire come intervenire tempestivamente e tutelare il benessere del nostro amico a quattro zampe.

Potrebbe interessarti anche: vivere con un siamese: tutto quello che devi sapere prima di adottarlo

Malattie comuni nel gatto Siamese

siamese
Il Siamese è un micio delicato e al tempo stesso straordinariamente longevo (Foto Pixabay)

Il Siamese appartiene alle razze di gatti che vivono più a lungo: la durata media della vita di questi splendidi felini, infatti, è compresa tra i 16 e i 20 anni. Nei casi più eccezionali, questi longevi animali possono raggiungere anche i 25 anni di età.

Naturalmente, è essenziale sottoporre il micio a visite periodiche dal veterinario per monitorare il suo stato di salute. Allo stesso modo, al momento dell’adozione sarà opportuno affidarsi ad un allevatore serio, che abbia testato mamma e papà Siamese per eventuali patologie ereditarie, che potrebbero essere trasmesse ai cuccioli.

Scopriamo nel dettaglio quali sono le malattie più comuni nel Siamese.

Strabismo

Gatti ideali per i bambini
Tra le malattie comuni del Siamese ci sono i disturbi oculari  (Foto Unsplash)

Il gatto Siamese tende a soffrire di patologie oculari o particolari condizioni, come lo strabismo. Nonostante gli occhi non siano correttamente allineati e non risultino rivolti verso la stessa direzione, la vista del micio non è affatto compromessa.

Un’ulteriore alterazione oculare che il gatto potrebbe presentare è il nistagmo. Ciò significa che si verifica un’oscillazione involontaria degli occhi. Essi si muovono, in maniera rapida e ripetitiva, dall’alto verso il basso o da destra a sinistra.

Fai attenzione: questa condizione potrebbe indicare che il micio è affetto da patologie renali o cardiache.

Idrocefalo

siamese malattie comuni (Foto Adobe Stock)
Un’alterazione genetica può provocare un accumulo anomalo di liquido nel cervello, causando gravi danni (Foto Adobe Stock)

Tra le malattie più comuni nel Siamese c’è l’idrocefalo. Si tratta di una patologia ereditaria nel micio, causata dall’alterazione del gene hy. Essa provoca un accumulo di liquido cefalorachidiano. Questo fluido è normalmente presente all’interno del cervello e ha funzione protettiva.

Tuttavia, un eccesso di liquido causa l’aumento della pressione intracranica e può provocare danni cerebrali irreparabili. I sintomi di questa patologia variano a seconda dell’età dell’animale e del tessuto cerebrale compromesso. Tra le manifestazioni più frequenti ci sono:

  • Alterazioni del comportamento
  • Convulsioni
  • Perdita della vista
  • Deficit motori

Potrebbe interessarti anche: Il gatto è strabico: le cause e cosa sapere sullo strabismo del micio

Cardiomiopatia ipertrofica

Vivere con un siamese
Tra le malattie ereditarie più comuni nel gatto Siamese c’è la cardiomiopatia ipertrofica (Foto Unsplash)

La cardiomiopatia ipertrofica nel gatto è una delle malattie più comuni nel Siamese. Si tratta di una patologia cardiaca di natura genetica, che comporta l’ispessimento del ventricolo sinistro. Di conseguenza, la sua capacità di contenimento si riduce e il cuore pompa una ridotta quantità di sangue.

Ciò altera la normale circolazione sanguigna e determina la comparsa di una serie di sintomi, come:

  • Difficoltà respiratorie
  • Inappetenza
  • Debolezza e letargia
  • Depressione

Adenocarcinoma mammario

Vivere con un siamese
Il tumore alla mammella è molto aggressivo: solitamente, l’aspettativa di vita del micio non supera 1 anno (Foto Unsplash)

Tra le malattie più comuni nel Siamese rientra il tumore alla mammella. Nell’85% dei casi, si tratta di una forma maligna e molto aggressiva. L’adenocarcinoma mammario è il cancro più frequente in questi animali, dopo il tumore della pelle del gatto e quello ematopoietico.

Le femmine risultano maggiormente colpite rispetto ai maschi, a causa degli ormoni prodotti dalle ovaie. Per tale ragione, se non si desidera far riprodurre il proprio amico a quattro zampe, è opportuno sottoporlo alla procedura di sterilizzazione.

Tra gli altri fattori che aumentano il rischio di cancro alla mammella ci sono:

  • Predisposizione genetica
  • Età avanzata
  • Obesità
  • Fumo passivo
  • Somministrazione di farmaci

Sfortunatamente, la prognosi è infausta: il micio ha un’aspettativa di vita non superiore a 1 anno.

Laura Bellucci