Home Cani Razze di cani Lagotto Romagnolo: razza, caratteristiche, carattere e salute

Lagotto Romagnolo: razza, caratteristiche, carattere e salute

CONDIVIDI

DESCRIZIONE

Il Lagotto Romagnolo è un cane legato al padrone, solare con tutti e all’inizio diffidente con chi non conosce bene. Giocherellone con i più piccoli e ottimo compagno di vita per gli adulti. Attivo ed energico per gli sportivi che gli permettono sport o ricerca per raffinare il suo olfatto. E’ l’unico cane utilizzato per la ricerca dei tartufi ed è italiano. Vigoroso nel lavoro, tranquillo in casa. La sua forza non è adatta per i sedentari o gli anziani. Vuole essere parte integrante della famiglia e non gli piace essere messo da parte. Docile, obbediente e facile da addestrare e può essere adottato dagli inesperti.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego: Cane da caccia e da tartufo
  • Taglia: Media
  • Vita Media:15-17 anni
  • Altezza maschio:43-48 cm
  • Altezza femmina:41-46 cm
  • Peso maschio:13-16 Kg
  • Peso femmina:11-14 Kg
  • Riconoscimento:ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Le caratteristiche caratteriali del cane romagnolo sono la dolcezza, la solarità, l’allegria, l’essere giocherellone, l’energia, la vivacità, l’equilibrio di gestire le situazioni e l’intelligenza. Non risulta un cane aggressivo, infatti per fare da guardiano usa il suo abbaiare così avverte il padrone dell’intruso, però se deve è capace di mettere in fuga i malintenzionati. Non è diffidente con gli estrani, anzi è simpatico con tutti. Una delle poche cose che lo spaventano sono i fuochi d’artificio. Preferisce fare parte della famiglia e non vuole sentirsi escluso. All’inizio era un cane da caccia alla selvaggia, in particolare per il riporto d’acqua, infatti ama nuotare ed è tra i migliori nuotatori. Con i cambiamenti delle paludi in colline è diventato un cane dall’olfatto sublime per ricercare i tartufi. È l’unica razza al mondo riconosciuta dalla FCI e Enci, qualificata per la raccolta dei tartufi. L’intelligenza gli permette di capire subito cosa richiede il padrone. Dato che non ha più il forte istinto della caccia è difficile che tende a scappare per seguire una pista. Riesce a coabitare con i suoi simili grazie al suo essere socievole. Anche vivere sotto lo stesso tetto con i felini non sarà un rischio. I cambiamenti climatici in estate non sono un problema essendo un cane da riporto d’acqua, anche in inverno non ha problemi in quanto preferisce lavorare tanto da non sopportare le basse temperature. Si adegua a vivere in appartamento, ma si consiglia di farlo stare in campagna essendo un cane rustico. La soluzione cittadina potrebbe essere una casa con cortile o giardino per poter stare all’aria aperta e non chiuso in casa sul divano.

PREZZO

Il costo di questo famoso cane italiano varia in base alle origini, al sesso e all’età, ma può oscilla dai i 600 e può salire anche ai 1000 euro se si parla di un cucciolo di pedigree registrato. Possiamo trovare gli allevamenti sia in Italia che all’estero. Per il mantenimento mensile ci vuole un budget di 30 euro.