Home Gatti Salute dei Gatti La sindrome del gatto solo: cosa succede se Micio non vive con...

La sindrome del gatto solo: cosa succede se Micio non vive con altri gatti

Sai che se il tuo Micio non vive con altri felini potrebbe soffrire della sindrome del gatto solo? Vediamo insieme di cosa si tratta.

Gatto solo
Gatto solo sul letto (Canva)

Adottare un animale è un gesto davvero amorevole verso questo mondo fantastico. Quando si decide di adottare un felino, molto spesso ci si domanda se quest’ultimo possa soffrire la mancanza di un altro gatto oppure no.

Nel seguente articolo tratteremo un argomento che forse poche persone conoscono, ossia la sindrome del gatto solo. Vediamo insieme di cosa si tratta e cosa possiamo fare per aiutare il Micio.

Sindrome del gatto solo: di cosa si tratta

Scegliere di adottare un felino può essere una scelta importante per qualcuno, ma scegliere di adottarne due potrebbe essere molto importante per un singolo gattino.

Comportamento del gatto che vive solo
Gatto morde la mano (Pexels)

Infatti sebbene i gatti siano animali indipendenti e a volte solitari, quando sono piccoli è molto importante, affinché crescano bene, che vivano insieme ad altri gattini.

Non per forza i due gatti adottati debbano far parte della stessa cucciolata, ma sarebbe opportuno che abbiano la stessa età. Ciò perché, in assenza di un altro gatto, il gattino adottato potrebbe soffrire della sindrome del gatto solo.

Ma in cosa consiste tale sindrome? I gattini che vengono adottati da soli e crescono da soli possono facilmente sviluppare problemi comportamentali, come:

Inoltre i felini che presentano la sindrome del gatto solo, tendono a dipendere molto dalle persone. Un gatto che vive da solo e non insieme ad altri gatti può anche giocare in modo aggressivo.

Per quanta attenzione e amore possa un essere umano offrire ad un amico a quattro zampe, per far sì che il gattino presenti una buona socializzazione e un comportamento adeguato è necessario che condivida la sua vita insieme ad un altro gattino.

Quindi se avete deciso di adottare un gattino sappiate che sarebbe opportuno per il suo bene adottarne due, ma anche tre, d’altronde tre è il numero perfetto.

Potrebbe interessarti anche: Gatto aggressivo con altri gatti: perché lo fa e come risolvere il problema

Adozione di due gattini: i vantaggi

Come abbiamo potuto vedere nel paragrafo precedente un gatto che vive da solo può presentare diversi comportamenti inadeguati.

Vantaggio di adottare due gatti
Due gattini che giocano (Pexels)

Ma quali sono i vantaggi di adottare due gatti? In primis i gattini vivendo con altri simili possono imparare ad interagire con questi ultimi, un insegnamento che sicuramente il gatto non può apprendere da una persona.

Inoltre la convivenza di un gatto con un altro gattino può essere utile a comprendere quali sono i limiti dell’utilizzo degli artigli e dei denti. Ciò perché giocando tra di loro, mordendosi e graffiandosi, possono capire quando bisogna fermarsi con l’intensità del morso o del graffio.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto non vuole mangiare da solo: perché e cosa fare a riguardo

Infine adottare una coppia di gattini rende facile sia un’eventuale trasloco in una casa nuova, quindi una situazione che potrebbe causare stress nel felino, sia l’aggiunta di un nuovo membro nella famiglia, che sia un cane o un gatto.