Home Gatti Salute dei Gatti Il gatto ha le zampe calde: il motivo e quando preoccuparsi

Il gatto ha le zampe calde: il motivo e quando preoccuparsi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:18
CONDIVIDI

I gatti “usano” anche questa parte del corpo per comunicare con gli altri animali e con l’uomo. Hai appena notato che il tuo gatto ha le zampe calde e non sai cosa significa? Ecco tutto quello che c’è da sapere.

zampe calde gatto
Zampe calde: quando preoccuparsi (Foto Adobe Stock)

I felini usano le zampe per pulirsi (soprattutto per arrivare nelle parti più difficili da raggiungere come orecchie, collo, viso e mento), ma gli arti servono a Micio anche per saltare e per comunicare con gli altri animali perché rilasciano feromoni. Non è tutto. I felini sudano attraverso le loro zampe, infatti proprio in queste ultime si trovano le ghiandole sudoripare. Questo sistema di raffreddamento è molto utile per evitare, soprattutto in estate, il surriscaldamento del gatto.

Potrebbe interessarti anche: Curiosità sulle zampe del gatto: 10 cose che forse non sapevi

Che faccio se le zampe del gatto sono calde?

zampe gatto
Un termometro naturale (Foto Adobe Stock)

Se sei arrivato qui, a leggere questo articolo, forse hai notato che le zampe del gatto sono più calde del solito. Devi sapere che questa parte del corpo è un vero e proprio termometro naturale. Per sapere se il tuo micio sta bene oppure no, basta toccare le sue zampette: se queste sono abbastanza calde significa che il felino presenta una temperatura alta, ebbene sì, ha la febbre.

Devi sapere che, contrariamente all’uomo, la temperatura del corpo di un gatto sano è di 38,5°C mentre quella di un gatto con la febbre supera i 39 °C. Nel caso in cui il felino presenti una febbre intorno ai 41 °C è necessario contattare immediatamente il veterinario. Il modo più semplice e diretto per sapere se il gatto ha la febbre è misurargliela con il termometro, ma se non sai come fare e se Micio non si lascia misurare la temperatura  ci sono altri sintomi che possono farti capire se Micio ha la febbre.

Oltre alle zampe calde presta attenzione a questi altri campanelli d’allarme.

Si nasconde: un gatto quando sta male tende a nascondersi per non far notare la sua vulnerabilità;
non mangia: se il digiuno dura da 24 ore contatta subito il veterinario;
dorme più del solito;
– presenta brividi, ha la respirazione rapida, il vomito, la diarrea e il gatto starnutisce

S.C.