Home Gatti Sistema di termoregolazione nel gatto: come il micio disperde il calore

Sistema di termoregolazione nel gatto: come il micio disperde il calore

I felini possono sudare? Scopriamo come disperdono il calore corporeo: ecco cosa sapere sul sistema di termoregolazione del gatto.

Sistema termoregolazione gatto
(Foto Pixabay)

Negli animali a sangue caldo, l’organismo è in grado di mantenere costante la temperatura corporea, indipendentemente dalle condizioni climatiche esterne. Gli esseri umani ci riescono principalmente attraverso il sudore; come fanno i mici? Scopriamo come funziona il sistema di termoregolazione del gatto.

Sistema di termoregolazione del gatto: come funziona?

Quali sono le strategie a cui l’organismo felino ricorre per non soccombere al caldo?

gatto al sole
La miglior fonte di calore è sempre il sole.(Foto AdobeStock)

In primo luogo, occorre precisare che, in virtù delle loro origini, i mici sono in grado di sopportare temperature elevate.

Non dobbiamo dimenticare, infatti, che questi animali derivano dal progenitore selvatico Felis Lybica, da cui hanno ereditato la predisposizione a resistere al caldo.

Ci sono una serie di tecniche che fanno sì che il quattro zampe riesca a disperdere il calore: scopriamole tutte.

Potrebbe interessarti anche: Colpo di calore nel gatto: sintomi, cosa fare, conseguenze

Sudore

Ebbene sì, sebbene i nostri amici a quattro zampe non emettano l’odore sgradevole che rischiamo di emanare dopo essere usciti dalla palestra, anche i gatti sudano.

Colpo di calore nel gatto
(Foto Pixabay)

A differenza nostra, però, lo fanno in maniera molto più discreta ed elegante. In particolare, le ghiandole sudoripare dei mici sono disposte in specifiche aree del loro corpo:

  • Labbra;
  • Mento;
  • Pelle intorno all’ano;
  • Cuscinetti.

Vi state chiedendo come mai non avete mai visto il vostro pelosetto sudare? Si tratta di goccioline di sudore davvero impercettibili, che tendono ad evaporare rapidamente subito dopo essere state secrete.

Potrebbe interessarti anche: Rinfrescare il gatto in estate: consigli e accessori per il benessere del micio

Grooming

Un’altra tecnica che rende così efficiente il sistema di termoregolazione del gatto è la toeletta.

Micio
(Foto Pixabay)

I mici dedicano molto tempo alla loro pulizia. Questa pratica, però, non è esclusivamente legata a una questione igienica.

Infatti, leccando il mantello agevolano l’evaporazione del sudore e abbassano la temperatura corporea, rinfrescandosi dalla calura estiva.

Alla ricerca di superfici fredde

Avete mai notato che in estate i gatti amano starsene sotto a mobili, letti e tavoli?

gatto dorme a pancia all'aria
(Foto Pixabay)

Non è un caso: sulle superfici più fresche trovano ristoro dal caldo. Per questa ragione, l’uso di un tappetino refrigerante per il micio può rappresentare un ottimo ausilio per aiutare il pelosetto a rinfrescarsi senza alcuno sforzo.

Sonno

Un’ultima tecnica che permette al felino di mantenere sotto controllo la temperatura interna è il riposo.

gatto dorme
(Foto Pexels)

Quando fa molto caldo, ma anche in condizioni climatiche particolarmente rigide, il pelosetto tende a trascorrere la maggior parte della propria giornata dormendo.

La ragione è che durante il sonno la temperatura del corpo si abbassa, facendo sì che un bel pisolino si trasformi in una vincente strategia anti-caldo.