Home Gatti Smart working con il gatto: come lavorare senza distrazioni

Smart working con il gatto: come lavorare senza distrazioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:28
CONDIVIDI

In questo particolare momento delle nostre vite, lo smart working sta sempre più prendendo piede: è possibile lavorare da casa col gatto?

Smart working con il gatto
Smart working con il gatto (Foto Adobe Stock)

Come “sopravvivere” allo smart working con il gatto, senza rischiare di diventare preda dei sensi di colpa ed evitando le distrazioni? Lavorare da casa con Fuffi accanto può comportare notevoli benefici, a patto che si seguano alcune semplici regole. Scopriamo quali sono e come metterle in pratica.

Potrebbe interessarti anche: I benefici di avere un gatto: come i mici migliorano la nostra vita

Smart working con il gatto: le regole fondamentali per lavorare da casa con Fuffi

padrone gatto computer
Lavorare da casa con il gatto è possibile? (Foto AdobeStock)

Molte persone che godono della compagnia di un gatto potrebbero riscontrare problemi nella gestione di Fuffi durante la propria giornata lavorativa. Tra le principali difficoltà a cui far fronte, c’è quella di lasciare il gatto solo in casa, in balia della noia.

Per questo, lo smart working potrebbe profilarsi come un’ottima soluzione per tutti i proprietari di gatti. Naturalmente, in questo caso occorre coniugare le esigenze dell’animale con le proprie.

Come trovare il giusto compromesso tra i bisogni del gatto e i nostri, durante lo smart working? Lavorare da casa con Fuffi è possibile: basta seguire alcuni accorgimenti.

Uno studio a misura di due e quattro zampe

Perchè il gatto dorme sui nostri vestiti? Cosa lo attira tanto dei nostri abiti
Uno studio a misura di bipede e quattro zampe? Scrivania e comodo cuscino (Foto Pexels)

Lo sappiamo bene: un ambiente adeguato è fondamentale per favorire concentrazione e produttività durante il lavoro da casa. Se lo smart working è con il gatto, però, occorrerà tenere conto anche delle sue esigenze.

Per questo, all’interno del nostro studio bisognerà progettare un angolino appositamente adibito per Fuffi e le sue importanti mansioni professionali: sonnecchiare, sgranocchiare qualche snack e rilassarsi.

Collocate un cuscino o una cuccia per gatti in un punto tranquillo della stanza. La posizione ideale? Davanti alla finestra. Il micio, infatti, ama osservare cosa accade fuori, mentre è comodamente sdraiato nel suo confortevole giaciglio.

Smart working con il gatto: giochi e attività per Fuffi

L'importanza del gioco per il gatto
Lasciate sfogare Fuffi durante il giorno: altrimenti non vi lascerà dormire nelle ore notturne! (Foto Adobe Stock)

Cosa fare per tenere impegnato e attivo il gatto durante lo smart working, senza che possa disturbarvi? Si potrà optare per attività e giochi di intelligenza che allontanino la noia.

Se non adeguatamente stimolato, infatti, il felino potrebbe sfogare le sue energie accumulate nel cuore della notte, impedendovi di dormire. Tra i migliori passatempi per Fuffi ci sono:

  • Tiragraffi per gatti: le attività preferite dal micio? Farsi le unghie e cercare di acciuffare oggetti penzolanti. Perché non acquistare un accessorio che coniughi entrambe le cose? In questo modo, Fuffi sarà occupato e non cercherà di attirare la vostra attenzione, magari salendo sulla tastiera del pc durante una riunione importante;
  • Giochi interattivi e di attivazione mentale, che fanno sì che il gatto non si annoi e accresca le sue abilità cognitive;
  • Palline, topini con carica a molla, gomitoli di lana: ogni giocattolo è ammesso; purché, naturalmente, non sia troppo rumoroso.

Potrebbe interessarti anche: Come riconoscere un gatto annoiato: 6 segnali inconfondibili

L’importanza delle pause durante il lavoro da casa

Il gatto si lecca quando lo accarezzo
Recuperare il buonumore durante una giornata lavorativa particolarmente stressante? Ci pensa Fuffi (Foto AdobeStock)

Prima di cominciare con lo smart working, sarebbe una buona norma iniziare la giornata dedicando attenzioni e coccole al gatto. Se l’animale apprezza, potrete portarlo a passeggio, rigorosamente munito di pettorina per gatti.

Lavorando da casa, infatti, si risparmia del tempo prezioso che altrimenti impieghereste per raggiungere il vostro ufficio. Come trascorrerlo al meglio, se non dedicandolo a Fuffi e al suo benessere?

Inoltre, concedetevi delle pause in cui riposare la vista e recuperare le energie. Durante questi intervalli, il vostro amico a quattro zampe saprà farvi tornare il buonumore, anche nelle giornate più impegnative e stressanti.

Come mantenere la concentrazione durante lo smart working con il gatto

Il gatto al pc (Foto Pixabay)
Il micio potrebbe cercare di attirare la vostra attenzione in tutti i modi: non dategliela vinta! (Foto Pixabay)

Lo smart working con il gatto, evitando di provare i sensi di colpa, è possibile? A volte, soprattutto all’inizio, il micio potrebbe non capire perché, nonostante la vostra presenza in casa, non gli dedichiate costanti attenzioni.

L’importante, in questa fase, è riuscire a resistere a miagolii e insistenze varie. L’animale, infatti, deve capire e rispettare i vostri spazi, imparando a godere dei momenti che vi ritagliate insieme a lui, anche grazie alla flessibilità del lavoro da casa.

Le regole per un perfetto smart working con il gatto? Una corretta pianificazione della giornata, a base di giochi con Fuffi e coccole, ma anche lavoro senza distrazioni ed inflessibilità, per aiutare il felino ad abituarsi presto a questa nuova routine.

Laura Bellucci