Home News Appello del piccolo Antonio: “Aiuto, la mia gallina è scomparsa”-VIDEO

Appello del piccolo Antonio: “Aiuto, la mia gallina è scomparsa”-VIDEO

Non solo cani e gatti. Da Racale, nel leccese, un bimbo rivolge un appello alla comunità del paese per ritrovare la sua gallina scomparsa dal nome bizzarro e fantasioso.

gallina scomparsa
“Mazinga Z è scomparsa” (Screenshoot YT)

Siamo abituati a vedere, in giro per le strade del quartiere o del Paese, volantini di gente che cerca disperatamente il suo cane o il suo gatto scomparso, più raramente di uccellini e pappagalli. Ma quella che vi raccontiamo in questo articolo è un appello e un “grido” d’aiuto fatto con volantini disegnati a matita e di un servizio in diretta durante un telegiornale regionale.

Antonio e la sua gallina scomparsa: volantini e appello al tg

volantino antonio
Antonio mostra il suo volantino (Screenshoot YT)

La storia è stata raccontata in diretta su Antenna Sud, emittente locale pugliese e poi condivisa su Facebook. Al centro della Piazza di Racale, piccolo comune in provincia di Lecce, si vedono il giornalista, un bimbo di 5 anni e quello che dovrebbe essere il suo papà. “Interrompiamo le trasmissioni per una comunicazione importante che ci deve fare Antonio – esordisce il cronista passando il microfono (a distanza di sicurezza per il distanziamento imposto dalle misure sul Coronavirus) – Allora Antonio, hai perso cosa?“.

La mia gallina – risponde il piccolo che ha tra le mani un foglio – si chiama Mazinga Z“. Nome del robot protagonista del manga Mazinger Z.

La dobbiamo trovare – rimarca il giornalista – la vogliamo far vedere?”, Antonio mostra così il suo annuncio cartaceo di scomparsa dell’animale auto – prodotto: si vede il disegno di una gallina, l’animale domestico, il suo nome e l’indirizzo di casa. “Se qualcuno ha trovato la mia gallina – dice Antonio – la deve riportare a casa perché è mia. Chi ha trovato la mia gallina me la porti a casa“.  “A chi trova la tua gallina cosa diamo?” chiede il cronista e Antonio risponde senza indugiare “Una ricompensa!”

La storia però nasconde un retroscena triste, diciamo una bugia a fin di bene, svelato dal “Quotidiano di Puglia” che ha raccolto la testimonianza della mamma del piccolo Antonio. La signora ha raccontato “La gallina era di mio figlio, ha voluto fare le locandine e noi lo abbiamo accontentato ma in realtà ce l’hanno rubata. Al bambino abbiamo detto che era scomparsa”.

Il video condiviso dall’emittente su Fb

Potrebbe interessarti anche:

S.C.