Home News Attivismo contro l’abbandono e i maltrattamenti di animali a Catania

Attivismo contro l’abbandono e i maltrattamenti di animali a Catania

Attivismo contro l’abbandono e i maltrattamenti di animali nel progetto elaborato dalla giunta comunale catanese

Cani randagi (Foto Pixabay)
Cani randagi (Foto Pixabay)

Un’esigenza che nasce dalla necessità di combattere due piaghe da sempre, purtroppo, fanno parte della società: l’abbandono e il maltrattamento di animali. Un’iniziativa promossa dal Comune di Catania che ha come obiettivo principale il benessere degli animali. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Potrebbe interessarti anche: Progetto anti-abbandono in accordo con la LAI, un bel punto di partenza

Attivismo contro l’abbandono e i maltrattamenti di animali, l’importante iniziativa da Catania 

Cane bianco alla ricerca di cibo (Foto Pixabay)
Cane bianco alla ricerca di cibo (Foto Pixabay)

Il progetto si può trovare nella sezione web della pagina istituzionale del Comune di Catania e permette di usufruire di una serie di servizi, cominciando dall’adesione all’elenco dei volontari animalisti accreditati. L’ attività menzionata si pone lo scopo di accreditare cittadini o associati che hanno il desiderio di effettuare in modo gratuito volontariato per eliminare il triste fenomeno del randagismo. Possono accedere i cittadini che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età o che appartengano ad associazioni animaliste iscritte all’albo regionale o che siano costituite con atto pubblico ma non ancora iscritte all’albo regionale.

Potrebbe interessarti anche: Campagna contro l’abbandono,l’iniziativa digitale che coinvolge i pet lovers

L’iniziativa si basa sullo svolgimento di molteplici azioni, tutte finalizzate al confort e alla sicurezza di ciascun animale. La cura, il costante monitoraggio e la cattura dei cani randagi per sottrarli ad atti di crudeltà sono gli ingredienti fondamentali del progetto in questione. La presenza di tale servizio sul sito web non fa bene soltanto ai nostri amici animali ma anche ai cittadini. In tal modo, si può creare una sana convivenza tra cittadini e animali, che mette al primo posto il rispetto di queste meravigliose creature, un valore poco considerato in epoca odierna.

Partendo da questi principi, i cittadini hanno l’occasione di presentare sul sito, segnalazioni di maltrattamenti insieme a richieste di adozioni di cani o gatti randagi. E non è tutto perché a ciò si aggiungono richieste di affidamento e dichiarazioni di ritrovamento.

Un impegno importante che insegna come da una piccola azione possano nascere grandi cose. I maltrattamenti sugli animali si devono combattere, costantemente, fino a quando cesseranno di esistere in maniera definitiva.

 

Benedicta Felice