Home News Cane poliziotto ferito a colpi di pistola: “E’ un miracolo che sia...

Cane poliziotto ferito a colpi di pistola: “E’ un miracolo che sia vivo”

Cane poliziotto ferito a colpi di pistola è stato operato urgentemente in una clinica veterinaria. La probabilità di salvarsi era al 60%

Cane in primo piano (Foto Pixabay)
Cane in primo piano (Foto Pixabay)

Un clamoroso errore che rischiava di finire nel peggiore dei modi. La vittima del grave incidente, un pastore tedesco, ferito dai colleghi di polizia nel corso di un’operazione di inseguimento. Il quattro zampe si chiama Arlo ed è il cane sceriffo della contea di Thurston, negli Stati Uniti. La sua vita era appesa ad un filo.

Potrebbe interessarti anche: Liebe, il cane ferito in autostrada adottato da una coppia

Cane poliziotto ferito a colpi di pistola, una situazione drammatica

Sguardo del pastore tedesco (foto Pixabay)
Sguardo del pastore tedesco (foto Pixabay)

 

Sembrava non ci fosse più nulla da fare per il cane poliziotto, che ha tragicamente ricevuto un colpo di arma da fuoco mentre in compagnia dei suoi compagni di lavoro, era alle prese con un inseguimento. Al momento dell’impatto, le sue condizioni di salute erano disperate. Il proiettile che avrebbe potuto rivelarsi fatale ha mancato l’arteria di un millimetro. “E’ stato sfortunato ma fortunato nello stesso tempo. La vertebra C6 è stata praticamente distrutta. E’ un miracolo che sia ancora vivo” ha affermato Jen Warnock il medico che l’ha operato.

Potrebbe interessarti anche: Trovato cane ferito da arma da fuoco: le sue condizioni

Arlo ha dovuto affrontare un intervento chirurgico molto delicato..i medici hanno affermato che la probabilità di sopravvivenza del cane si attestava al 60 %. Una possibilità molto piccola che non lasciava un grande margine di speranza. Nonostante ciò, l’equipe dei veterinari della Newaukum Valley a Chenalis non si è arresa e ha tentato tutto il possibile per salvarlo. Qui è stato tolto il primo proiettile alla gamba ad eccezione del secondo che era troppo vicino alla spina dorsale.

Poi, quando è stato portato nella clinica veterinaria dell’Università di Oregon i medici si sono accorti che il proiettile, purtroppo, aveva creato dei danni anche alla schiena. Tale aspetto gli ha fatto prendere la decisione di unire le due vertebre, avvalendosi di  sei viti e del cemento chirurgico. L’intervento non è stato semplice da affrontare e nonostante la buona riuscita, si riporterà dei danni causati dalla sparatoria. Il quattro zampe dovrà soffrire di artrite, una patologia che non gli consentirà di tornare in servizio attivo sul campo.

Una situazione molto triste per il pelosetto. Ciò che conta però è che l’operazione sia andata bene e il cane sia vivo.

Auguriamo ad Arlo una pronta guarigione, sperando che abbia a disposizione tanta forza per affrontare il periodo del post intervento.

 

Benedicta Felice