Home News Mangia una mela caduta in giardino: la cagnolina Hebe rischia di soffocare

Mangia una mela caduta in giardino: la cagnolina Hebe rischia di soffocare

Una cagnolina di quindici mesi di razza Cocker spaniel, di nome Hebe, ha rischiato di soffocare dopo aver mangiato una mela caduta in giardino.

Cagnetta Hebe mela soffocamento
Sulla sinistra: la cagnolina Hebe dopo l’intervento. Sulla destra: la mela che aveva in gola (Collage screenshot foto Facebook – St Peter’s Vets – Horndean)

Nella cittadina di Clanfield, nella contea dell’Hampshire nel Regno Unito, durante l’autunno raffiche di vento scuotono i rami degli alberi, facendo rotolare a terra i frutti maturi. Uno di questi, una mela, è caduto anche nel giardino della casa dei coniugi Karen e Ben Crookshank. A trovarlo per prima è stata la cagnolina di famiglia, una cucciola di quindici mesi appartenente alla razza Cocker spaniel inglese dal manto marrone scuro con striature più chiare. In genere Karen rimuove sempre foglie e frutti che cadano sul loro prato, ma questa mattina non ha fatto in tempo: Hebe, questo il nome della loro cagnetta, ha afferrato la mela ed è scappata via con il bottino.

La disavventura della cagnolina Hebe e il suo incidente con una mela

Cane Hebe mela esofago
Sulla sinistra: primo piano della cagnolina Hebe. Sulla destra: esofago di Hebe con la mela incastrata nell’immagine in alto e la mela dopo essere stata estratta in basso (Collage screenshot foto Facebook – St Peter’s Vets – Horndean)

La Cocker spaniel non ha resistito alla tentazione di mangiare la mela e l’ha ingoiata. Kate, che intanto aveva raggiunto la cagnolina, si è subito accorta che stava accadendo qualcosa. Hebe stava manifestando chiaramente problemi di deglutizione: non riusciva a ingoiare e ha iniziato a rigurgitare e sentirsi male. La proprietaria, terribilmente angosciata dalle condizioni sempre più critiche della cagnetta, ha chiamato il marito e insieme hanno portato Hebe dal veterinario. Al St Peter’s Vets, situato nella vicina cittadina di Petersfield, Hebe è stata sottoposta a un trattamento di emergenza. Il direttore clinico dello studio medico, Matt Tyler ha inserito nella gola della cucciola un endoscopio (un tubo lungo e sottile contenente una telecamera) e ha potuto constatare così che la mela era incastrata nell’esofago a 35 cm di profondità.

Ti potrebbe interessare anche >>> Un paziente molto saggio: il gattino con la zampa rotta (VIDEO)

Il dottor Tyler ha spiegato che l’esofago si restringe prima di raggiungere lo stomaco e proprio in quella cavità era rimasto incastrato il frutto. I proprietari, già angosciati dal fatto che in quella giornata ricorrevano i due anni della morte della loro amata cagna Elsa di quattordici anni, erano particolarmente spaventati e preoccupati. Il veterinario ha affermato che la mela non aveva ostruito la trachea di Hebe, la quale riusciva quindi a respirare; ma se il frutto fosse rimasto bloccato più a lungo avrebbe causato danni permanenti. A causa delle dimensioni della mela, i medici hanno deciso che sarebbe stato più sicuro cercare di estrarla invece che spingerla nello stomaco.

Ti potrebbe interessare anche >>> Posti riservati per le emergenze veterinarie: la segnaletica per gli animali (VIDEO)

Hanno utilizzato così uno strumento che passa attraverso l’endoscopio e dopo una lunga ora di operazione sono riusciti ad estrarre la mela. Le foto pubblicate sulla pagina Facebook della clinica veterinaria (@St Peter’s Vets – Horndean) mostrano una scansione a colori dell’esofago di Hebe realizzata dalla telecamera collocata sull’endoscopio: dall’immagine è chiaramente visibile il giallo della mela bloccata in gola. Nello stesso post, oltre al testo nel quale si legge un riferimento scherzoso alla disavventura della cagnolina («Una Mela al giorno toglie il Dottore di torno… ma non il veterinario!!»), sono visibili altre due immagini: la foto della mela estratta dall’esofago della cucciola e Hebe dopo l’intervento, ancora scossa ma in salute, con un peluche vicino. Come hanno assicurato i padroni infatti, la Cocker spaniel si è ripresa subito. Il dottor Tyler ha tenuto però a diffondere un avvertimento per tutti i proprietari di animali domestici affinché facciano attenzione nelle giornate ventose che i loro amici a quattro zampe non afferrino frutti caduti dagli alberi.

(di Elisabetta Guglielmi)